Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

RIFONDAZIONE COMUNISTA, SINISTRA E COMUNI HANNO VINTO LA BATTAGLIA DELL’ACQUA PUBBLICA

Posted by PRC Muggiò su sabato 7 febbraio 2009

La determinata azione politica dal Gruppo Regionale del Prc per modificare la legge regionale 26/2003, assunta unanimemente dalle forze del centrosinistra,  segna la sconfitta della linea politica di chi, non solo nel centrodestra, aveva sin qui perseguito l’obiettivo della privatizzazione dei servizi idrici lombardi.

Una vittoria limpida degli enti locali che non ha riscontro nel passato, una difesa trasversale di un bene pubblico fondamentale che aveva portato ben 144 Comuni a schierarsi per il referendum abrogativo della l.r. 26/2003.

Tre i punti fondamentali della nuova legge, approvata dal Consiglio Regionale: le reti e gli impianti di distribuzione devono ora rimanere di proprietà interamente pubblica, non c’è più obbligo di separazione tra gestione ed erogazione e, infine, i Comuni sono liberi di scegliere la gestione pubblica (in house) del servizio di erogazione dell’acqua.

Rifondazione Comunista e l’amministrazione di Muggiò hanno concorso in prima fila al raggiungimento di questo importante obiettivo, prima approvando una mozione per il “RICONOSCIMENTO DELL’ACQUA COME BENE COMUNE E PATRIMONIO DELL’UMANITA’” (C.C. n. 23 del 19.05.2005), e poi approvando la RICHIESTA DI REFERENDUM REGIONALE ABROGATIVO PARZIALE DELLA LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 12 DICEMBRE 2003 (C.C. n. 10 del 19.09.2007).

Ora il nostro impegno prosegue sul territorio brianzolo, in modo che la libertà di scelta dei dei nostri comuni possa concretizzarsi e dispiegarsi pienamente, contro la speculazione e gli interessi speculativi dei privati.

Ma non tutti i consiglieri comunali di Muggiò pensano che l’acqua sia un bene comune inalienabile, patrimonio irrinunciabile dell’umanità; a Maggio 2005 Messina (F.I.), Castellana (A.N.), Galimberti (Lega Nord) si astennero mentre il lungimirante Zanantoni (F.I.) votò contro. La destra non si smentì nel Settembre 2007, quando Galimberti (Lega Nord) si astenne mentre Messina + Rizzato (F.I.), Castellana (A.N.), Piazzalunga (U.D.C.) votarono contro.

Ripetiamo una domanda già fatta lo scorso numero: E QUESTI SAREBBERO I SIGNORI CHE SI CANDIDANO ALLA GUIDA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: