Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Zanantoni e la Lega peggiorano anche i sussidi a poveri ed indigenti

Posted by PRC Muggiò su domenica 6 dicembre 2009

Il 23 Novembre è stato votata dal Consiglio Comunale un aggiornamento al “Regolamento di disciplina per la concessione di contributi e sussidi economici a persone fisiche”.

Il nostro Consigliere ha presentato sette emendamenti volti a salvaguardare la laicità dei trattamenti, i disoccupati, i poveri e le famiglie con maggiori problemi di sussitenza:

1)      All’art. 5, tra le tra le diverse finalità dei  “Campi d’intervento”, chiarire che i contributi alla persona è giusto che siano indirizzati alla protezione e tutela del bambino, ma non è giusta l’affermazione ideologica di tutela del bambino a partire dal concepimento; non esiste traccia nel regolamento di nessuna azione finalizzata alla tutela del bambino a partire dal concepimento… per il semplice motivo che non si può aiutare chi ancora non è nato! La tutela del bambino dal concepimento si realizza solo se si tutela la maternità a partire dal concepimento. Questo emendamento è stato parzialmente accolto.

2)      All’art. 14, “Interventi di integrazione al minimo vitale” (è il reddito al di sotto del quale le persone e le famiglie non dispongono di risorse adeguate al soddisfacimento dei bisogni primari di vita) l’aumento della soglia da 460 a 480 euro, riconoscendo l’inflazione pregressa che illegittimamente è stata disapplicata dagli uffici (460 è l’importo vigente nel regolamento del 2004).

3)      Ancora all’art. 14, il ripristino degli adeguamenti ISTAT alla suddetta soglia che fissa il minimo vitale; l’adeguamento ISTAT era presente nel regolamento del 2004, è stato illegittimamente disapplicato nei 5 anni trascorsi, e cancellato nella versione odierna.

4)       Sempre all’art. 14, la cancellazione della clausola vessatoria nei confronti dei disoccupati a cui, unici rispetto a tutte le diverse categorie di cittadini, dopo due anni di disoccupazione possono essere sospesi i contributi di integrazione al minimo vitale.

5)      All’art. 20, contributi per “soggiorni climatici per cittadini diversamente abili”, ripristinare la certezza dei contributi che nel nuovo regolamento sono diventati facoltativi. Sui soggiorni climatici, il regolamento è peggiorato sia per gli anziani che per i diversamente abili, ma pensiamo che la penalizzazione degli anziani non possa essere estesa anche ai diversamente abili.

6)      All’art. 25, “Istruttoria della domanda”, ridurre a 45 giorni la durata massima entro cui espletare gli accertamenti del caso; anche quì registriamo un peggioramento confrontanto i 90 giorni adottati in questa versione contro i 60 giorni previsti nel 2004. Si fa un gran parlare di Brunetta e della grande efficenza introdotta dalle sue “riforme”, ma questi sono i risultati veri che registriamo a Muggiò.

7)      Il ripristino di un articolo dedicato ai controlli sulle domande di presentate dai richiedenti

pecoroni

Dopo un acceso dibattito… patetico il risultato della votazione!

Il PD ha appoggiato solo l’emendamento che reintroduceva gli adeguamenti ISTAT al minimo vitale ma ha osteggiato tutti gli altri, approvando la clausola vessatoria contro i disoccupati, bocciando sia il recupero dell’inflazione illegittimamente disapplicata dagli uffici che l’allungamento dei tempi di istruttoria delle domande.

La destra si è strumentalmente appiattita sulle posizioni del PD, ma con l’aggravante di aver addirittura votato contro il proprio Sindaco, il quale ha votato a favore dell’ emendamento che reintroduceva gli adegamenti ISTAT del minimo vitale. Durante il voto infatti, i consiglieri di maggioranza  hanno meccanicamente votato come il Capogruppo PDL (era distratto a suo dire) e per questo si sono meritati un bel titolo da l’Esagono:  “Se in Consiglio ci vanno i pecoroni”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: