Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

    Vintage ornate card in east style. Golden Victorian floral decor. Template frame for greeting card and wedding invitation. Ornate vector border and place for your text.

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

IGNORANZA O MALAFEDE?

Posted by PRC Muggiò su lunedì 27 maggio 2013

Ingnoranza o malafede? Le tariffe sono state votate dalla Giunta, non dal Consiglio Comunale

Ignoranza o malafede? Le tariffe sono state votate dalla Giunta, non dal Consiglio Comunale

Nell’articolo di replica il Sindaco ci rimprovera di non esserci opposti, nel 2007, all’approvazione del Regolamento Comunale che aggiornava la regolamentazione dei servizi cimiteriali.

Strano che il Primo Cittadino giustifichi una sua scelta con la risibile argomentazione che le tariffe siano imposte da una scelta della precedente amministrazione: il Sindaco dovrebbe sapere che i regolamenti non possono far altro che normare quanto previsto dalle leggi; ma nessuna di queste fissa gli importi da applicare! In sostanza, Lui non dice che il Regolamento fosse  solo l’attuazione obbligatoria della Legge Finanziaria del 2001, e che nessuna amministrazione, dal 2001 fino al 2012 (Zanantoni, Fossati, Zanantoni), avesse mai addebitato costi alle famiglie per le esumazioni ordinarie.

Su una scala della tariffa che va da 1 a 100, il Sindaco ha scelto di applicare il 100%! Niente male per chi accusa gli altri di fare disinformazione. Inoltre, dichiara di essere stato “costretto” –  dal Regolamento del 2007 –  a far pagare le esumazioni; ma la domanda cui non prova a rispondere è perché non sia stata varata subito una Delibera di Giunta nel 2009, quando è stato eletto, invece di aspettare il 2013. E perchè ha scelto tariffe così esorbitanti?  

E’ così difficile da capire?

Sicuramente le leggi vanno applicate, ma le modalità pratiche d’attuazione sono sempre mediate dall’opportunità politica e dal contesto socio-economico della città; contesto che per 11 anni ha fatto sì che si continuasse, come era sempre stato in precedenza, ad applicare l’esenzione dal pagamento per tali servizi.

E allora bisognava dire chiaro che si avesse bisogno di soldi; occorreva avvisare i cittadini che avrebbero dovuto pagare una nuova tassa mai pagata prima; e giustificare perché si scegliesse di recuperare risorse proprio dal cimitero, e non da altri settori deficitari; valutando altresì l’opportunità di compensare altrimenti i previsti introiti.

Certo che, se solo per il fatto di esprimere queste considerazioni, siamo ritenuti degli “agitatori”, possiamo assicurare che ci agiteremo sempre contro la disinformazione.

Istruitevi perché abbiamo bisogno di tutta la vostra intelligenza.
Agitatevi perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo.
Organizzatevi perché abbiamo bisogno di tutta la vostra forza”.

                                   Antoni Gramsci

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: