Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

ASSESSORE SCUPILLITI: da medico di base a chirurgo plastico?

Posted by PRC Muggiò su martedì 28 gennaio 2014

Il progetto Biblioteca è l’ennesimo spreco della destra al governo.

L’attuale Assessore allo Sport, Benessere e Tempo libero dott. Eros Scupilliti

Se la Biblioteca cambia faccia sarà solo perché le faranno una bella plastica facciale.
Una recente delibera individua 238.000 euro per un restyling interno della struttura.
Una misura ridicola, che non risolve i reali problemi del servizio bibliotecario: con qualche pc, un paio di scaffali, una mano di vernice e una sala lettura in una sede esterna si vuole nascondere la realtà di una sede inadeguata.
Inadeguata oggi come lo sarà un domani – non troppo lontano – quando questo “lifting” perderà brillantezza.
La Biblioteca Civica di Muggiò si fa carico di fornire un servizio pubblico di qualità a tutti gli utenti e al circuito intercomunale BrianzaBiblioteche, nonostante una serie di carenze strutturali ormai ingestibili.
Il numero di volumi posseduti è pari a poco meno di 36.000 (dati comunali al 31\12\2012).
Per gli standard internazionali delle Linee Guida IFLA – UNESCO per le Biblioteche Pubbliche ogni raccolta libraria dovrebbe avere – indicativamente – tra 1,5 e 2,5 libri per abitante: Muggiò conta circa 23.500 abitanti, quindi, con una media di 2 libri ad abitante, i cittadini dovrebbero poter usufruire di un patrimonio di 47.000 libri, con un minimo di 35.250 e un massimo di 58.750.
Un disavanzo di oltre 10.000 volumi. Unica consolazione è l’aver raggiunto in questi anni almeno il minimo standard, che corrisponde – guarda caso – alla capacità massima della sede attu

ale.
Una sede che – progettata per essere provvisoria – ha una superficie pari ad un terzo rispetto agli standard metrici per abitante che ogni Biblioteca Pubblica dovrebbe avere: meno di 400 mq.

 Di cosa ci sarebbe realmente bisogno?

biblioteca-interno

La sede attuale della Biblioteca sita in P.za Garibaldi

Rifondazione Comunista ha le idee ben chiare e propone nel proprio programma elettorale di individuare una

nuova sede per

ospitare la Biblioteca di Muggiò che dovrà fungere da centro culturale cittadino e essere conforme alle indicazioni del Manifesto UNESCO delle Biblioteche e alle linee guida IFLA, aumentando gli spazi fisici ed incrementando gli acquisti di materiale cartaceo e multimediale, estendendo l’orario di apertura.
Andranno studiati spazi idonei per una emeroteca, una sezione ragazzi (se non addirittura una sede separata che faccia nascere una Biblioteca dei Ragazzi), una sezione multimediale in cui visionare film, ascoltare musica e navigare in Internet, una sezione ristoro, un’area per conferenze ed eventi, un magazzino per i volumi rari o delicati, una sala consultazione e studio adatta alle esigenze degli utenti con orari adeguati, un servizio wi-fi gratuito e libero all’interno della biblioteca e nelle piazze cittadine.

Ci sarebbe quindi bisogno di una sede definitiva e funzionale e non di spot e sprechi elettorali!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: