Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

NON C’È DUE SENZA TRE

Posted by PRC Muggiò su sabato 2 giugno 2018

È di pochi giorni fa la notizia dell’arresto di GIUSEPPE MALASPINA, imprenditore edile e faccendiere dalle mille attività. A molti concittadini il nome non dirà nulla ma è lui che, tramite l’immobiliare SILENE, ha sottoscritto con la prima Amministrazione Lega-PDL-Zanantoni il disgraziato P.I.I. della ex-Filattice… si, certo, disgraziato; è il piano edilizio conclusosi da una parte con il fallimento della società, dall’altra che ha lasciato alla città di Muggiò opere pubbliche incompiute (piazza e campo sportivo) e oneri a carico della comunità per centinaia e centinaia di migliaia di euro.

Questo è il terzo “cameo” regalatoci dalle ex-amministrazioni Lega-PDL-AN guidate da Zanantoni.

Tutto è iniziato con la devastante vicenda del Multiplex nel parco del Grugnotorto, col suo carico di disastri ambientali ed economici ancora irrisolti, condanne penali, persino un omicidio (!); una vicenda senza nessuna soluzione in vista.

Ma a quella vicenda, se ricordiamo con un minimo di attenzione, bisogna aggiungere lo slancio con il quale la funesta amministrazione Lega-PDL-AN, sempre capitanata da Zanantoni, si spese per sostenere la proposta di iper-centro commerciale PAM ANTARES, al confine con Desio e Lissone; anche quel progetto si concluse con condanne per corruzione a funzionari ed amministratori pubblici, ed un terremoto politico nel comune di Desio.

Si conferma il detto che non c’è due senza tre. Tutte e tre queste vicende ebbero come protagonista la giunta di centrodestra Lega-PDL-AN guidata dal sindaco Zanantoni, ancora oggi impegnato nel Consiglio Comunale.

Ed allora bisogna domandarsi se è un “dono”, una sfortunata sensitività dell’ex-sindaco quella di adottare (all’insaputa di Lega-PDL-AN?) progetti faraonici all’ombra dei quali personaggi poco raccomandabili e facili a delinquere si prodigano per saccheggiare il territorio e malversare ciò che dovrebbe essere reso alla collettività in termini di beni e servizi… oppure se, poveretto, si è fatto trascinare (a sua insaputa?) dalle sottostanti scelte dei dirigenti di Lega-PDL-AN.

Ci sarebbe poi un’opzione, la terza, forse la più probabile: che ex-sindaco e forze di centrodestra che lo sostenevano fossero entrambe parte attiva nelle scelte scellerate che hanno a suo tempo adottato
… E QUESTO DOVREBBE ESSERE TENUTO IN CONSIDERAZIONE DAI CITTADINI CHE L’ANNO PROSSIMO SI RECHERANNO AL VOTO AMMINISTRATIVO

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: