Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘Afghanistan’

Bombe intelligenti e guerre umanitarie: un OSPEDALE colpito dagli USA.

Posted by PRC Muggiò su sabato 3 ottobre 2015

“Gli aerei Nato che hanno bombardato “per errore” un ospedale gestito da Medici senza frontiere, provocando morti e feriti, a Kunduz, in Afghanistan, è solo l’ultimo orrore di una guerra senza fine che l’Europa continua ad alimentare. Da anni diciamo che dall’Afghanistan bisogna andarsene, che la democrazia non l’abbiamo esportata e che la situazione nel Paese è totalmente fuori controllo.
Questa “favola” delle “guerre umanitarie” sta producendo barbarie, rafforzando il terrorismo islamico e producento migliaia di profughi: è responsabilità della Nato, da cui chiediamo di uscire.
La nostra solidarietà ai medici di MSF e il nostro cordoglio per tutte le persone vittime di questa ennesima strage.”

Paolo Ferrero – Segretario nazionale PRC

bomb

Posted in Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Obama Bin Laden. Come e perché gli Usa hanno creato l’ISIS

Posted by PRC Muggiò su martedì 2 settembre 2014

RIVOLTIAMONZA

ISIS_flag_madeUSA-300x199La drammatica e apparentemente inarrestabile ascesa dell’Isis ha riportato l’attenzione mediatica sul martoriato Iraq, caduto nel dimenticatoio dopo il ritiro delle truppe americane. I mezzi di informazione sono prodighi di informazioni nel descrivere le atrocità del Califfato, ma reticenti nel raccontare chi siano i suoi membri e quale sia la sua origine. Lo Stato Islamico di Iraq e Siria (questo il nome completo) non è una forza apparsa improvvisamente dal nulla, ma il figlio diretto delle politiche dell’imperialismo americano in Medio Oriente che ha le sue radici nel conflitto siriano e nel caos dell’Iraq post-Saddam. Per capire meglio qual è il ruolo dell’Isis è necessario fare una breve analisi sulla strategia americana nel mondo arabo negli ultimi 30 anni.

View original post 1.500 altre parole

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Afghanistan, via libera ai bombardamenti italiani

Posted by PRC Muggiò su domenica 29 gennaio 2012

 

Il governo Monti per la pace in Afghanistan

Il governo Monti per la pace in Afghanistan

Decisione vergognosa e guerrafondaia  del governo Monti….
si, proprio quello sostenuto da PDL, CENTRO …. e PD.

Il governo ha deciso che gli aerei in Afghanistan potranno non solo sparare ma anche bombardare, dando il via libera nello specifico all’impiego delle bombe per i quattro cacciabombardieri italiani Amx Acol schierati ad Herat: è una vergogna!
E’ intollerabile che il nostro governo decida, unico al mondo, di rafforzare il proprio ruolo di guerra, invece di perseguire l’obiettivo di andarsene il prima possibile da quel conflitto infinito. Un altro pessimo elemento di continuità con il governo Berlusconi: anzi, l’esecutivo Monti riesce là dove La Russa aveva fallito, connotando in maniera ancora più pesante la nostra insensata presenza nella guerra in Afghanistan.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Io sto con Emergency !

Posted by PRC Muggiò su martedì 13 aprile 2010

Aderisci all’appello:  http://www.emergency.it/appello/form.php?ln=It

 

Tre dipendenti italiani di Emergency – un medico e altri due cooperanti – sono stati arrestati a Lashkar Gah, nel Sud  dell’Afghanistan, insieme ad altre sei persone del posto, con l’accusa (secondo quanto riporta l’agenzia Associated Press) di aver partecipato a un complotto per uccidere il governatore della provincia di Helmand. Ne dà notizia Emergency, precisando che l’arresto è stato effettuato dal contingente Nato-Isaf e dallla National Security afgana.

“Si tratta di una sporca e oscura manovra. Ma la cosa più sconvolgente è che l’Italia da otto anni ha truppe in Afghanistan per sostenere un governo che muove accuse contro medici italiani e li arresta e non c’è un rigo di commento, una presa di posizione, una richiesta di liberazione immediata o una nota di protesta da parte della diplomazia italiana”. Gino Strada prova a trattenere la rabbia per le accuse “assurde” mosse contro gli operatori italiani arrestati ieri nell’ospedale di Emergency a Lashkar Gah, ma non ci riesce. Ancor di più, “con tutto quello che l’organizzazione fa da anni per la popolazione afgana”, lo lascia perplesso il silenzio del governo italiano.

da Repubblica.it

ALCUNE ADESIONI


  • Maurizio Costanzo, giornalista
  • Generale Fabio Mini
  • Don Gino Rigoldi
  • Ettore Mo, giornalista
  • Fabio Fazio, giornalista
  • Lella Costa, attrice
  • Inge Feltrinelli, editore
  • Carlo Feltrinelli, editore
  • Amanda Sandrelli, attrice
  • Giovanni Soldini, velista
  • Vauro, vignettista e scrittore
  • Frankie Hi Nrg, musicista
  • Fiorella Mannoia, cantante
  • Piero Colaprico, giornalista
  • Marco Santin
  • Cisco, musicista
  • Banda Osiris
  • Claudio Martini, ex presidente Regione Toscana
  • Paola Turci, cantante
  • Giorgio Poidomani
  • Bebo Storti, attore
  • Gianni Mura, giornalista
  • Milly Moratti, consigliere comunale di Milano
  • Diego Cugia, giornalista e scrittore
  • Nichi Grauso, imprenditore
  • Paolo Serventi Longhi, ex segretario FNSI
  • Alessandro Gassman e tutta la compagnia teatrale di roman e il suo cucciolo
  • Carla Gravina, attrice
  • Massimiliano Fuksas, architetto
  • Enrico Mentana, Giornalista
  • Filippo Rossi, direttore Fare Futuro Online
  • Sandro Ruotolo, giornalista
  • Marco Travaglio, giornalista
  • Serena Dandini, conduttrice Tv
  • Dario Vergassola, attore
  • Nichi Vendola, presidente Regone Puglia
  • Marco Berrì, Illusionista e Conduttore televisivo
  • Maurizio Maggiani, Giornalista
  • Moni Ovadia, Attore
  • Blas Roca Rey, Attore
  • Paolo Hendel, Attore
  • Gaspare e Zuzzurro, Attori
  • Giorgio Cordini, Musicista
  • Enrico Deaglio, Giornalista
  • Elio e le Storie Tese, Musicisti
  • Antonio Cornacchione, Comico
  • Samuele Bersani, musicista
  • Mario Pondero, fotografo
  • Neri Marcorè, attore
  • Gigi Manconi, politico
  • Massimo Cirri, giornalista
  • Lella Ravasi, psicoterapeuta
  • Silvia Vegetti Finzi, psicologa e scrittrice
  • Francesca Fornaio, giornalista
  • Ottavia Piccolo, attrice
  • Claudio Bisio, attore e presentatore televisivo
  • Stefano Bollani, musicista



ShinyStat

// // // //

NDAHAR – Tre dipendenti italiani di Emergency – un medico e altri due cooperanti – sono stati arrestati a Lashkar Gah, nel Sud  dell’Afghanistan, insieme ad altre sei persone del posto, con l’accusa (secondo quanto riporta l’agenzia Associated Press) di aver partecipato a un complotto per uccidere il governatore della provincia di Helmand. Ne dà notizia Emergency, precisando che l’arresto è stato effettuato dal contingente Nato-Isaf e dallla National Security afgana.

Posted in appello, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Pace subito!

Posted by PRC Muggiò su martedì 22 settembre 2009

Pace subito

Pace subito

Posted in cultura | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Kabul, cordoglio alle famiglie dei soldati italiani. Ritirare subito le truppe

Posted by PRC Muggiò su sabato 19 settembre 2009

Alle famiglie delle vittime dell’attentato che ha subito un mezzo militare dell’Esercito italiano a Kabul va tutta alla nostra piena solidarietà, il nostro profondo cordoglio e un abbraccio forte, però non possiamo esimerci dal notare come la presenza del contingente militare italiano in Afghanistan è frutto e figlia di una scelta politica e strategica, oltre che militare, assurda e sbagliata.

Basta Guerre

Basta Guerre

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Cresce la «militarizzazione» delle attività di Cooperazione

Posted by PRC Muggiò su lunedì 27 luglio 2009

Nel quadriennio 2006-2009 lo Stato Italiano ha speso 4346 milioni di euro per finanziare il personale militare impegnato nelle missioni all’estero. Alle attività di cooperazione allo sviluppo sono andati invece 2406 milioni.

Ma è la differenza tra i fondi stanziati nel 2008 e quelli previsti per il 2009 a evidenziare le scelte politiche della destra. Per il 2009 alla cooperazione andranno 411 milioni di euro, la metà rispetto agli 826 milioni stanziati nel 2008. Le spese per le missioni militari vedono invece aumentare i finanziamenti che passano dai 1030 milioni del 2008 ai 1400 milioni di quest’anno.

Le proiezioni per i fondi 2009 destinati alla missione in Afghanistan prevedono 65,3 milioni di euro per la cooperazione allo sviluppo contro i 455 milioni che l’Italia impiegherà per finanziare la missione militare.

Ferrero: “Ritirare subito le truppe dall’Afganistan”

Truppe italiane

Truppe italiane

Come abbiamo detto un milione di volte, dall’Afghanistan bisogna ritirare al più presto le truppe italiane, che combattono una vera guerra, ingiusta e sbagliata, oltre che fuori da ogni principio di legalità e sovranità internazionale. Il vero scandalo che registriamo oggi è un altro, però, e sta nel fatto che il ministro della Difesa La Russa e il leader del Pd Franceschini la pensino esattamente allo stesso modo, sulla nostra presenza militare in Afghanistan e che sostengano, contro ogni logica, principio di umanità e di rispetto delle vite nostre e altrui, che in quella martoriata e disperata regione bisogna restare per “imporre” una finta e inconsistente “pacificazione” che nessun afghano vuole.
La verità sta purtroppo nel fatto che Pdl e Pd fingono tutti i giorni di litigare su cose inessenziali e formali, ma poi nella sostanza e sulle scelte di fondo, dalla politica estera alla politica economica, vanno assurdamente e tragicamente a braccetto. Anche in questo caso, dunque, si dimostra quanto sia marcio e pericoloso il finto e cattivo “bipolarismo all’italiana”.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »