Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • Muggiò a Sinistra

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

    Vintage ornate card in east style. Golden Victorian floral decor. Template frame for greeting card and wedding invitation. Ornate vector border and place for your text.

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘Amministrazione’

Amministrazione comunale serial killer di alberi

Posted by PRC Muggiò su sabato 9 settembre 2017

57608754-Psycho-KillerDalla data del 29 agosto sono iniziati dei lavori non meglio definiti – di manutenzione o urbanistici, probabilmente riguardanti il rifacimento dei marciapiedi in via Casati – che hanno comportato il taglio di decine di grandi alberi in apparenza sani.

Perché questo sterminio?

Il circolo PRC di Muggiò ha segnalato subito i fatti (LEGGI QUI) chiedendo spiegazioni al Sindaco Fiorito e agli Assessori competenti, ma senza avere pronta risposta.

La dozzina di alberi tagliati in via Casati, sommati ad altri grossi tagli come quello in via I Maggio (davanti alla scuola), quello in centro (nel cortile del Palazzo Isimbardi) e quelli rimossi nel Parco Casati mesi or sono, sono uno sfregio.

Un danno ambientale – se non giustificato dalla morte o dalla malattia delle piante – che si traduce in danno al bene comune, alla cittadinanza.

La salute e il benessere della natura sono la certezza di un luogo e di un futuro migliore per le prossime generazioni e per uno sviluppo sostenibile.

Esigiamo spiegazioni.

In primo luogo vogliamo sapere – noi e molti altri cittadini che ci hanno contattato – quale tipologia di intervento urbanistico risulta così invasivo da permettere di abbattere un albero dopo l’altro.

In secondo luogo ci chiediamo se fosse realmente necessario questo sterminio del verde, in relazione alla dimensione della pianta, del ruolo svolto dagli alberi nell’abbattimento della CO2 nell’aria, del complesso storico rappresentato dal viale stesso.

In terzo luogo ci auguriamo che i nostri amministratori abbiamo a cuore lo sviluppo sostenibile della nostra città, garantendo la ripiantumazione di tanti alberi quanti ne sono stati abbattuti e applicando la legge che dal 2013 impone di posare un nuovo albero per ogni nuovo nato sul suolo cittadino.

Il 21 novembre sarà la Giornata Nazionale degli Alberi (LEGGI QUI). Come la festeggeremo quest’anno?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Eccolo di nuovo, il multiplex!

Posted by PRC Muggiò su martedì 16 giugno 2015

MuggioApprendiamo da notizie di stampa (C.d.S. del 24/5/15) che sul tavolo dell’Amministrazione Comunale muggiorese ci sono 4 proposte di riutilizzo del Multiplex Magic Movie:

  • Campus Universitario
  • Parco giochi per bambini
  • Cittadella dello sport
  • Outlet commerciale

Dopo 11 anni di spreco di denaro e risorse pubbliche, si tenta di riesumare un cadavere di cemento che non avrebbe ma i dovuto vedere la luce.

Rifondazione Comunista è sempre stata per un riuso pubblico della struttura ma nessun organismo pubblico si è mai proposto per il suo riutilizzo.

Alcune proposte potrebbero essere anche interessanti, ma tra il progetto, la realizzazione pratica e la gestione c’è sempre di mezzo il … mare.

Anche perché con la modifica dei vincoli previsti dal P.G.T. per quell’area, deliberati dalla precedente Giunta Zanantoni e mai revocati, c’è il pericolo di un notevole aumento di volumetrie.

Riappare poi tra le proposte quella di un uso commerciale dell’immobile con ciò che ne consegue.

Tale ipotesi, esclusa finora dalla convenzione comunale in essere, si scontrerebbe anche con la moratoria regionale all’apertura di nuovi centri commerciali in atto.

Vogliamo rischiare di vedere attuato l’unico progetto fattibile (e decisamente non interessante né utile), e cioè il centro commerciale?

Comunque si concluda la vicenda, resta sempre da stabilire che tipo di risarcimento avranno Muggiò e i suoi cittadini alla fine di questa sciagurata avventura, voluta da politici miopi e speculatori arroganti, che ha arrecato solo danni alla comunità cittadina.

Quando il Comune siederà al tavolo per scrivere una nuova trattativa col privato sarebbe segno di responsabilità e intelligenza fare proprie alcune richieste e proposte che abbiamo anche scritto nel programma elettorale, come la copertura del tetto con pannelli fotovoltaici oppure l’interramento di metà dei parcheggi per ridare uno spazio verde al Parco oppure ancora utilizzare i parchegghi nell’ottica di un interscambio con la metrotramvia.

ULTIME NOTIZIE DA Infonodo.org: Muggiò – Confermata in appello la condanna a Felice Zaccaria per il fallimento di Tornado Gest – 15/06/2015

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Ci prepariamo così al 25 Aprile?

Posted by PRC Muggiò su sabato 28 marzo 2015

Ci stiamo preparando così al 25 Aprile, Festa della Liberazione dal nazifascismo?

Questo indegno murales è stato fotografato su un muro privato in via Cattaneo a Muggiò, ben visibile dalla strada (la trafficata Monza-Saronno), da anni presente e mai rimosso.

Già una volta – dopo la nostra segnalazione – è stata rimossa una croce celtica, simbolo caro ai fascisti, dipinta su di un muro di via Galvani, speriamo succeda la stessa cosa anche in questo caso.

Possibile che nessuno si sia mai accorto negli anni di questo scempio e infame provocazione? Possibile che nessuno – nè il privato nè l’amministrazione pubblica – abbia pensato di rimuovere le scritte?

Si avvicina il 25 Aprile…forse dovremmo armarci di pittura e pennello.

muro

Posted in Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Regolamento per la concessione di contributi e sussidi economici di Muggiò; un grave errore che causa una forte ingiustizia

Posted by PRC Muggiò su venerdì 31 ottobre 2014

Nel novembre 2009 la ex-Giunta di destra ha deliberato una versione del “Regolamento per la concessione di contributi e sussidi economici a persone fisiche” che criticammo ampiamente e sul quale proponemmo diversi emendamenti migliorativi (vedi qui); Tutte le proposte furono bocciate da PDL, Lega Nord e Brianza 2009, con l’astensione di PD e Lista Fossati (oggi lista Insieme per Muggiò). Assurda fu la posizione del PD che nel 2004 aveva votato contro il precedente regolamento sebbene fosse migliore della versione votata nel 2009.

A distanza di anni emerge però un ulteriore e grave errore in quel regolamemento, un errore a danno di uno dei soggetti più deboli destinatari degli interventi di sostegno, i disabili.

disabileLa vicenda è tecnicamente complessa e nasce dalla traduzione in atti amministrativi dei Decreti Legislativi 109/1998 e 130/2000 dove si fissano “criteri unificati di valutazione della situazione economica di coloro che richiedono prestazioni o servizi sociali o assistenziali non destinati alla generalità dei soggetti” (leggasi criteri ISEE  per accedere ai servizi sociali individuali). La normativa nazionale, art. 3 comma 2ter, recita: “Limitatamente alle prestazioni sociali agevolate assicurate nell’ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria, erogate a domicilio o in ambiente residenziale a ciclo diurno o continuativo, rivolte a persone con handicap permanente grave, … omissis …, nonchè a soggetti ultrasessantacinquenni la cui non autosufficienza fisica o psichica sia stata accertata dalle aziende unità sanitarie locali, … omissis … al fine di favorire la permanenza dell’assistito presso il nucleo familiare di appartenenza e di evidenziare la situazione economica del solo assistito, anche in relazione alle modalità di contribuzione al costo della prestazione, … omissis”
Cosa vuole dire questo testo di legge? Vuole dire che per le persone con handicap grave necessarie di permaenza diurna o continuativa  in RSA, comunità alloggio e similari, il reddito ISEE da considerare è quello personale del singolo assistito e non quello familiare.

Su questo testo negli ultimi 5 anni si sono scontrate nelle aule dei tribunali amministrativi le ragioni delle famiglie con soggetti portatori di handicap contro le interpretazioni delle Amministrazioni Locali che hanno ignorato quel testo e continuato a computare all’interno dei requisiti ISEE i redditi di tutti i membri del nucleo familiare. Ma di recente è intervenuta una sentenza del Consiglio di Stato (la n. 05355/2013) che censura l’illegittima richiesta dell’Amministrazione di considerare il cumulo dei redditi familiari al posto del reddito personale del singolo assistito.

Torniamo ora al regolamento per la concessione di contributi e sussidi economici di Muggiò, anche a seguito delle giuste rimostranze di alcuni concittadini che si sono rivolti a noi lamentando la mancata applicazione delle norme nazionali.

Rileviamo che effettivamente nè la formulazione dell’ articolo 17 (Interventi economici per la fruizione di servizi residenziali per anziani e diversamente abili), nè quella dell’articolo 18 (Interventi di residenzialita’ temporanea) del nostro regolamento hanno in alcuna considerazione il diverso metodo di calcolo del requisito ISEE che deve essere applicato in questi casi.

C’è inoltre un ulteriore e delicato aspetto che deve essere chiarito nel nostro regolamento in merito ai documenti da allegare alla domanda di contributo , infatti il nostro art. 17 recita: “Il richiedente per accedere alla prestazione ha l’obbligo di dimostrare di avere richiesto innanzitutto ai propri familiari (per la definizione dei quali si rimanda ai precedenti artt. 11 e 12) gli alimenti per far fronte alla propria situazione di difficoltà economica. Insieme alla domanda di accesso ai benefici economici, il richiedente pertanto deve presentare idonea dichiarazione dei tenuti per legge attestante l’impegno a partecipare al progetto di aiuto, secondo le rispettive possibilità economiche, da definire successivamente sulla base del minimo vitale

Quando, per contro, la citata sentenza del Consiglio di Stato testualmente recita:  “Inoltre, proprio perché la disciplina in esame è diretta ad individuare solo un metodo di calcolo del reddito dell’avente diritto alla prestazione, essa non può essere interpretata nel senso di dilatare il novero dei soggetti obbligati a sostenere le spese della prestazioni erogate al disabile, ed in particolare non consente di considerare obbligati altri familiari. Insomma, obbligato al pagamento può essere ritenuto solo il soggetto che riceve la prestazione anche se il suo reddito viene calcolato con riferimento alla sua situazione familiare (cfr. Tar Lombardia Milano, sez. I, 7 febbraio 2008, n. 291). Ecco, allora, che la presenza di obbligati agli alimenti può rilevare ai fini del calcolo dell’ISEE familiare del disabile, ma non può integrare una causa di esclusione dal beneficio, come invece previsto dal regolamento impugnato.

 

Abbiamo già detto che nel 2009 l’Amministrazione Comunale votò un regolamento peggiore di quello in vigore nel 2004. Adesso, dopo i rilievi del Consiglio di Stato, non capiamo cosa si stia aspettando per correggere le norme illegittime presenti nel regolamento e sospendere le scorrette modalità applicate fino ad oggi dai servizi sociali.

Se negli scorsi anni si poteva avanzare un pretestuoso dubbio interpretativo, oggi non ci sono più alibi, ed ogni mese che passa è una colpevole vessazione nei confronti di una delle fasce più bisognose della nostra società.

Posted in Muggiò, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

La cura dei beni comuni per l’amministrazione Zanantoni

Posted by PRC Muggiò su venerdì 2 maggio 2014

Ecco lo stato indecente in cui questa Amministrazione ha ridotto gli alloggi comunali.
Da quando si è insediata nel 2009, su questo stesso immobile, la giunta Zanantoni rinvia il rifacimento delle canne fumarie (che pure era già stato finanziato dalla precedente Amministrazione) esponendo gli assegnatari ai rischi conseguenti alla presenza di strutture non a norma di legge.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Posted in Muggiò, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

COMUNICATO STAMPA

Posted by PRC Muggiò su lunedì 17 febbraio 2014

TESTATA_2013_se

CONTRO OGNI REVISIONISMO, ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Domenica 16 febbraio 2014 Muggiò ha celebrato il Giorno del Ricordo.

L’Amministrazione comunale, in gran completo e al seguito del Sindaco Zanantoni, ha organizzato la celebrazione allestendo una mostra e invitando a parlare l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Tra gli inviti spicca colei che ha chiuso la giornata con la lettura di una preghiera: Francesca Montagni Marchiori, dell’Ass. Battaglione Bersaglieri Volontari “Benito Mussolini” di nostalgica memoria.

Rifondazione Comunista ha indetto una presenza antifascista contro l’infausta scelta dell’Amministrazione di dare spazio a con chi – con un’operazione di revisionismo – strumentalizza la giornata a scopi personali e politici, dando rilievo istituzionale a chi fiancheggia ideali combattuti dai nostri Partigiani e vietati dalla Costituzione Repubblicana.

Alla presenza antifascista c’erano molte persone, e tra queste le forze sociali, a partire dall’ANPI locale e provinciale – che ha diffuso un comunicato di sdegno –, e la partecipazione di esponenti politici locali (da SEL, al M5S, al PD), fino al Comitato Beni Comuni di Monza e Brianza, rinforzando la presenza dei tanti antifascisti.

Inqualificabili le dichiarazioni del Sindaco Zanantoni, che parlando a nome della città ha utilizzato il suo ruolo per una sequela di scorrettezze storiche e politiche, atte alla riabilitazione di alcune pagine oscure della nostra storia e alla strumentalizzazione politica, lasciandosi altresì andare a gravi insulti nei confronti non solo dei partecipanti antifascisti, presenti in piazza a debita distanza, ma delle stesse istituzioni, laddove ha sostenuto che il Presidente della Repubblica in tema di foibe ha pronunciato dei falsi storici.

La protesta pacifica, sotto gli occhi attenti delle forze dell’ordine, si è conclusa sulle note di “Bella ciao”, voltando le spalle alla signora Montagni Marchiori. Alcuni militanti dell’estrema destra (4 o 5, forti anche della presenza al loro fianco di paramilitari) hanno rotto gli indugi e cercato lo scontro fisico al grido di “Assassini”, rivolto alle donne, ai giovani, ai rappresentati e ai cittadini antifascisti – muggioresi e non – presenti.

L’intervento delle Forze dell’ordine ha impedito ai quattro o cinque militanti destroidi di attaccare alle spalle gli antifascisti, ma le parole di difesa della Costituzione e di pretesa di legalità – seriamente minacciata – sono state infangate da dichiarazioni oltraggiose e di parte.

Denunciamo i fatti avvenuti a Muggiò: il Sindaco ha commesso reato di vilipendio del Presidente della Repubblica; i pochi partecipanti alla chiamata del Sindaco si sono mostrati violenti e schierati “militarmente” per la difesa di un aberrante ideale politico, sconfitto dalla storia e dalla Resistenza.

AMMINISTRATORI DI MUGGIO’, INDIGNATEVI TUTTI!

Oggi in piazza qualcuno ha ignorato la Costituzione Repubblicana, e noi abbiamo cercato di impedirlo!

Muggiò, 16 Febbraio 2014

Partito della Rifondazione Comunista

003

Posted in manifestazione, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

E l’area a verde di interposizione e mitigazione è diventata un parcheggio per camion

Posted by PRC Muggiò su sabato 3 novembre 2012

Ci eravamo sbagliati!
Ricordate il gran clamore legato alla cosidetta “Area feste”? L’Amministrazione avrebbe dovuto spendere 1,2 milioni di euro per le manie di grandezza del Sindaco che, inspiegabilmente, non poteva negare quell’intervento e salvaguardare le aree del Parco Grugnotorto. Denunciammo immediatamente quella scelta come il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra ad oggi, ma evidentemente sbagliammo, perchè dopo il clamore non si mosse (quasi) nulla.

Il tempo è passato e dell’area feste non si parla più, in compenso il privato, che aveva così bene lusingato l’Amministrazione PDL-LEGA tanto da indurla a presentare osservazioni formali al PTCP di Monza e Brianza, deve aver tirato le sue conclusioni… ed è passato dalle parole ai fatti.

E così la sua “area a verde di interposizione e mitigazione” è stata trasformata in un parcheggio per camion.
Ci limitiamo ad osservare che l’area di cui sopra è classificata nella Carta delle sensibilità paesistica dei luoghi (PGT Tav. DP03) area a sensibilità elevata, e che secondo le Norme Tecniche di Attuazione del Piano delle Regole, quel tipo di aree
Sono le fasce di terreno finalizzate a separare gli insediamenti residenziali o produttivi dagli spazi e dalle attrezzature pubbliche.
Dette aree sono inedificabili e dovranno essere sistemate e mantenute a verde dai privati proprietari….

Ovviamente nessuno dell’Amministrazione di centro-destra si è accorto di nulla. I muggioresi devono rassegnarsi… non c’è progetto urbanistico promosso dal sindaco Zanantoni che non si tramuti in un danno per la collettività!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Distretto del Commercio – UN COSTO PRIMA O POI PER LA COLLETTIVITA’ CI SARA’

Posted by PRC Muggiò su venerdì 13 gennaio 2012

Pochi, pochissimi sapranno che a Novembre 2011 è stata presentata un’interrogazione sul Mancato finanziamento del progetto di “Distretto del commercio” predisposto dal comune di Muggiò, e che abbiamo indicato quell’episodio, assieme ad altri, quale indice della incapacità amministrativa di questa Giunta.
Nella risposta dell’Assessore (incompleta alla luce delle informazioni che oggi rendiamo pubbliche; è un problema che sempre più spesso ci capita di rilevare) è stato ribadito più volte che il costo del progetto, basato su una consulenza di “Officine Creative”, è stato zero, ma noi quella sera avevamo ipotizzato che “un costo prima o poi per la collettività ci sarà”… ED INFATTI, l’Assessore non ne ha fatto menzione, ma noi siamo riusciti a reperire la Delibera di Giunta n. 51 del 19.04.2011 nella quale è testualmente scritto:
“- … di nominare lo Studio Officina Creativa Snc manager del Distretto, secondo quanto previsto dall’art. 12 della richiamata D.G.R. n. 1822/2011;
 – di prevedere che la quota di finanziamento aggiuntivo funzionale al coordinamento e gestione del progetto di cui al comma 16 della richiamata D.G.R. n. 1822/2011, pari al massimo a €20.000,00 complessivi, sarà destinata, nella misura eventualmente erogata dalla Regione Lombardia a tale scopo, e solo in caso di accoglimento della proposta e conseguente finanziamento del distretto, al compenso allo Studio Officina Creativa snc quale manager del Distretto

Posted in Economia, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

LA GIUNTA DEGLI INCAPACI

Posted by PRC Muggiò su venerdì 11 novembre 2011

PROSEGUE LA SEQUELA DI BRUTTE FIGURE CHE LA GIUNTA ZANANTONI STA INANELLANDO UNA VIA L’ALTRA.
LE ULTIME IN ORDINE DI TEMPO SONO LE SEGUENTI:

1) IL TAR HA DATO TORTO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER IL BLOCCO DEI LAVORI DELLA CASERMA E L’INDIZIONE DI UNA NUOVA GARA D’APPALTO.
COSI’ TUTTO RITORNA A 2 ANNI FA CON GRANDE SPRECO DI TEMPO E DI DENARO PUBBLICO. (Quanto ci è costato in spese legali?)

2) LA GIUNTA HA INVITATO I COMMERCIANTI MUGGIORESI AD ABBELLIRE I LORO NEGOZI ASSICURANDO CONTRIBUTI ECONOMICI DERIVANTI DA UN PROVVEDIMENTO REGIONALE (DISTRETTI DEL COMMERCIO); SALVO POI PRENDERE ATTO CHE I PROGETTI PRESENTATI DALLA CITTA’ DI MUGGIO’ NON AVEVANO OTTENUTO FINANZIAMENTI PERCHE’ RITENUTI MENO INTERESSANTI DI ALTRI. ( Cosa diranno adesso ai commercianti che hanno già investito e si aspettano rimborsi? Quanto ci è costata questa opera di progettazione?)

3) LA GIUNTA HA FATTO SCADERE I TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA RIVALSA,(FACENDO SCATTARE LA PRESCRIZIONE) SUL PROGETTISTA DEL CAMPO DI VIA 1° MAGGIO CHE AVEVA PRESENTATO UN COSTO DELLE OPERE PALESEMENTE SOTTOSTIMATO DANDO ORIGINE A TUTTA LA COMPLESSA VICENDA CHE NE E’ SCATURITA. (Quanto ci è costato e ci costerà ancora questo capriccio del campo sportivo senza erba?)

4) SEMPRE NELL’ANNOSA ATTESA DELLE FAMOSE E FUMOSE ROTONDE DI VIA FALCONE SI INSTALLANO RALLENTATORI E SI INVENTANO SENSI UNICI CHE NEL GIRO DI UN MESE SPARISCONO LASCIANDO TUTTO COME PRIMA.(Quanto ci sono costati quegli inutili interventi?)

QUESTE SONO SOLO ALCUNE DELLE ULTIME INIZIATIVE PRESE DALLA GIUNTA DI INCAPACI CHE FAREBBE BENE A STARSENE TRANQUILLA VISTO CHE COME SI MUOVE CAUSA DANNI E FA SPENDERE INUTILMENTE I SOLDI DEI CONTRIBUENTI.

D’ALTRA PARTE COSA CI SI PUÒ ASPETTARE DA UN SINDACO CHE NELLA SUA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE HA COMPRATO “DERIVATI” E BOND ARGENTINI, HA PROVOCATO IL DISASTRO DEL MULTIPLEX E CHE PROGETTA DI BUTTARE AL VENTO UN MILIONE E DUECENTOMILA EURO PER UN PROGETTO FARAONICO (ED INCOMPLETO) DI AREA FESTE?

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Bilancio di previsione 2011 – scarsa trasparenza e demagogia

Posted by PRC Muggiò su venerdì 1 aprile 2011

Martedì 28 marzo è stato approvato il bilancio di previsione 2011; un programma opaco e non veritiero (nel senso della incompletezza degli importi allocati rispetto ai programmi annunciati dall’Amministrazione, eclatante la partita delle opere pubbliche), che assorbe sempre più risorse dei cittadini muggioresi, aumenta indiscriminatamente i costi di molti servizi sociali e taglia ingiustificatamente la manutenzione degli immobili comunali di edilizia economica popolare.

Opaco e non completo

cerca di nascondere l’assenza di contenuti dietro la demagogica bandiera degli aiuti ai lavoratori in crisi occupazionale… peccato che i fondi a disposizione sono costituiti da un residuo di ben 35.000€ del bilancio 2010 e solo 3.000€ vengono stanziati nel 2011; il residuo è conseguenza diretta

  • della discriminazione tra lavoratori in crisi (ad esempio esclude i giovani con contratti a termine che non viene rinnovato ed esclude gli extra comunitari con permesso di soggiorno inferiore a 5 anni)
  • della assoluta insufficienza degli importi erogati (praticamente un obolo)
  • dalla bocciatura degli emendamenti di Rifondazione-Comunisti Italiani, con l’incomprensibile astensione del PD, volti ad estendere la platea dei beneficiari e degli importi erogati

il risultato è una regolamentazione di facciata che impedisce di erogare somme dignitose rispetto al problema che si dice di voler affrontare; si potrebbero stanziare anche 100.000€, tanto è impossibile erogarli.
Sempre in tema di trasparenza e completezza analizziamo il programma delle opere pubbliche; il Sindaco ha parlato di

  • lavori urgentissimi per rifacimento del manto stradale pari a 250.000€… nessuna traccia all’interno del programma OOPP 2011 anche se c’è l’obbligo di inserimento delle opere il cui importo supera i 100.000€ (si aggira la legge?)
  • progetto strategico per collocare il “Dopo di noi” all’interno dell’area ex-Ravizza (udite utite, all’interno della ex-Ravizza in cambio di modifica della destinazione d’uso industriale e di volumetrie esorbitanti; ma non è stato un cavallo di battaglia elettorale di Lega e PDL che quell’area doveva rimanere industriale? E che dire dell’idea di ghettizzare dei cittadini deboli come saranno gli utenti del “Dopo di noi” in un luogo inospitale, senza verde e saturo di palazzoni?) con un impegno pubblico di 4-5 milioni di euro… nessuna traccia all’interno del programma OOPP 2011-2013
  • progetto strategico per realizzare 47 appartamenti di edilizia economica al posto del “cubo” di via gandhi con un impegno pubblico (della provincia) di 3 milioni di euro… nessuna traccia all’interno del programma OOPP 2011-2013
  • progetto di risanamento nel 2013 della parte interna del cortile di palazzo Brusa per un importo di 900.000€… ma come? fino al 22 febbraio 2011 l’opera era stimata in 1.500.000€ e poi, “per ovvie ragioni di quadratura contabile” sparisce un costo di ben 600.000€?

Assorbe sempre più risorse

tagliati i fondi per laboratori scolastici, acquisti della biblioteca, contributi alle associazioni locali….

Aumenta indiscriminatamente i costi di molti servizi

inutile commentare, le cifre parlano da sole

  • +85,0% servizio trasporto disabili
  • +10,5% assistenza scolastica pre-post scuola
  • +13,5% centri estivi
  • +7,2% Asilo nido
  • +1,7% assistenza domiciliare
  • ticket per ogni pratica del servizio alloggi
  • +1,7% tutta l’area Promozione, Sport ed Eventi

Taglio alla manutenzione degli immobili ERP

sebbene gli inquilini delle case popolari versino, solo per gli affitti, circa 240.000€ annui (e con il recupero delle spese si superano i 300.000€), gli importi delle manutenzioni ordinarie sono state tagliati annualmente dalla giunta Zanantoni, passando

  • da 116.991€ del 2009,
  • a 91.700€ nel 2010 (ma pagati i fornitori solo per 10.000€, come mai?)
  • per scendere alla vergognosa previsione 2011 di 50.000€;

cos’è, gli affittuari delle case popolari sono diventati una nuova gallina dalle uova d’oro per il bilancio comunale? E come se non bastasse oltre al danno la beffa; si procede alla vendita degli immobili ERP con atti la cui legittimità è ancora tutta da verificare

Un piatto veramente indigesto; il nostro voto è stato contrario!

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Alberi a rischio, un nuovo taglio.

Posted by PRC Muggiò su venerdì 4 marzo 2011

E siamo a 3.

Tre sono gli alberi sani tagliati a seguito di decisioni dell’Amministrazione Comunale fino ad oggi:
i primi due erano alberi storici che abbellivano via Casati (vedi articolo precedente).

ALBERO TAGLIATO IN VIA CASATI

 

Questo nuovo taglio invece colpisce uno degli alberelli presenti all’incrocio tra via Cavour e via Gabrio Casati, quindi in pieno centro.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Secondo le norme del Regolamento Edilizio che abbiamo già citato negli altri articoli, il Comune deve provvedere alla ripiantumazione della specie estirpata (art.24, comma 2)…questo Regolamento è già stato ignorato dopo il taglio dei fusti – mai sostituiti – in via Casati, ci dobbiamo preparare all’ennesima mancanza dell’Amministrazione?

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

IMMOBILE SULLE SABBIE MOBILI

Posted by PRC Muggiò su giovedì 10 febbraio 2011

IL SINDACO VIGILA NELLA PALUDE

IL SINDACO VIGILA

Da 18 mesi a Muggiò tutto è fermo, immobile, bloccato.

1) Area del mercato in via Leoncavallo a Taccona: si sta lentamente degradando senza nessun progetto di utilizzo.
2) Area della ex Filattice: lavori interminabili, nessuna scadenza per fine lavori, nessun progetto approvato per l’utilizzo.
3) Rotonde ANAS (via Mazzini, via Falcone, via Beethoven): sempre promesse, mai visti neanche i progetti.
4) Piano antenne: siamo sempre in attesa dello spostamento sull’acquedotto che permetta l’abbattimento dei pali di via Cattaneo. L’antenna prevista e poi bloccata a Taccona che fine ha fatto? Tutto tace.
5) “Dopo di noi”: bloccato l’iter per la cessione del terreno in vista di un fantomatico “nuovo piano”, il C.d.A. della Fondazione è paralizzato nell’attesa delle risorse economiche e intanto si decide di non accantonare più neanche gli introiti derivanti dal 5 X mille degli ultimi anni.

Per non parlare poi delle opere previste nei programmi della Giunta (rotonda via S. Pellico, area feste, caserma, p.za Garibaldi, laghetti ecc.) per le quali si è programmata la realizzazione nel 2013/14. (Forse si aspetta l’Expo 2015).

Siamo quindi di fronte ad uno scenario inerte, paludoso, immoto sul quale vigila instancabile il Sindaco che però non s’accorge che il sito è infestato dalle sabbie mobili.
Come spiegare altrimenti la sparizione, in questo lasso di tempo, di 3 direttori generali, del capo della vigilanza urbana, della responsabile del settore economico finanziario, di 5/6 dipendenti trasferiti o pensionati e mai sostituiti e soprattutto del vicesindaco sparito nel nulla dopo che già una volta si era auto disperso.
Noi siamo molto preoccupati perché ora il Sindaco sta mettendo assieme una nuova squadra per cui temiamo nuove improvvise sparizioni e non siamo per niente convinti che riuscirà a diradare le nebbie mefitiche col sole delle Alpi.

Nell’attesa aspettiamo fiduciosi che i cittadini capiscano da chi sono governati.

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »