Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli recenti

Posts Tagged ‘Brunetta’

Riforma BRUNETTA; per il cittadino o per il Sindaco?

Posted by PRC Muggiò su sabato 1 maggio 2010

Il nuovo “Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi”, adottato ad inizio Febbraio dalla Giunta Zanantoni e subito modificato il 23 Febbraio 2010, conferma lo sperpero di risorse pubbliche (a fini di parte secondo il nostro parere) già denunciato ad inizio Marzo.

  • Non bastavano le spese di “Rappresentanza” del Sindaco, rimpinguate attingendo al fondo di riserva.
  • Non bastavano le spese per l’ “Addetto stampa”.
  • Non bastavano le spese per il “giornalino comunale”.
  • Non bastavano le spese per la prossima assunzione dei “Dirigenti”.
Regolamento Uffici - Ufficio alle dirette dipendenze del Sindaco

Regolamento Uffici - Ufficio alle dirette dipendenze del Sindaco

Adesso si passa direttamente all’utilizzo del personale dipendente (o, peggio, da assumere al di fuori del personale esistente) per supplire alle carenze di un Sindaco che NON SVOLGE IL SUO COMPITO A TEMPO PIENO e che ha la spudoratezza di mettere nero su bianco la propria inadeguatezza dotandosi di apposita regolamentazione (Il tutto anche in deroga alla dotazione organica dell’Ente).

Per contro NON VIENE DATA IMMEDIATA ATTUAZIONE all’ODG che impegna l’amministrazione a rivedere il patetico “Regolamento  per la concessione dei sussidi” che vessa i disoccupati di lunga data e che impedisce di erogare quei miseri 15.000€ tanto sbandierati dall’amministrazione quanto poco usufruibili da chi davvero si trova in difficoltà a causa della crisi economica. 

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riforma Brunetta; ma quali sono i benefici per Muggiò?

Posted by PRC Muggiò su sabato 27 marzo 2010

Con la prima variazione al bilancio 2010 la giunta Zanantoni inizia a scoprire le carte sui veri costi della tanto declamata riforma Brunetta (un aggravio di ben 300.000€ per la futura assunzione di 4 Dirigenti) e sulla pochezza di benefici e risultati a favore della cittadinanza; solo per citare i casi più recenti

  • lo sperpero di 120.000€ per il loculo/pollaio nel cimitero ignorando colposamente di attuare il progetto predisposto dalla precedente amministrazione, progetto che avrebbe risolto definitivamente il problema
  • lo spreco di oltre 30.000€ tra spese di rappresentanza del Sindaco (aumentate del 66%), giornalino comunale, addetto stampa a facezie similari

solo guardando a queste cifre emerge che in un momento di crisi così acuta l’amministrazione Zanantoni si permette di dissipare allegramente oltre 450.000€!

Ma l’aspetto più irriguardoso nel gestire gli interessi comunali inizia ad emergere solo adesso, e non è tanto lo sperpero di denaro pubblico (già di per sè da denunciare con forza), ma guardando le modalità con le quali questa amministrazione di destra ha deciso di far fronte agli oneri necessari a pagare i futuri Dirigenti, e cioè tagliando il costo del personale interno e quindi i servizi ai cittadini.

Ecco le impressionanti previsioni di taglio per gli stipendi dei dipendenti comunali tra l’anno 2010 e l’anno 2012:

  • -23.500€ personale assunto a tempo determinato (tagliato un posto di lavoro)
  • -1.500€ personale servizi Demografici
  • -7.700€ personale servizio Tributi
  • -24.700€ personale servizi Sociali (tagliato un posto di lavoro)
  • -6.900€ personale servizio gestione alloggi comunali
  • -25.100€ personale servizio ecologia e smaltimento rifiuti (tagliato un posto di lavoro)

Nei documenti è già scritto, nero su bianco, che oltre 89.000€ di questa spesa per gli stipendi dei Dirigenti verrà dal taglio a stipendi (e quindi personale) dei servizi alla cittadinanza.
Ecco lo “STILE” Zanantoni, più dirigenti e meno servizi… mentre permane l’inazione di questa Giunta sulle politiche del lavoro ed il sostegno al reddito dei giovani precari, delle aziende e dei lavoratori in crisi occupazionale.

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brunetta, i guerriglieri e l’Onda

Posted by PRC Muggiò su lunedì 23 marzo 2009

Brunetta bolla gli studenti ritornati in piazza a manifestare come guerriglieri, anzi, falsi guerriglieri, da trattare come tali.

Insomma, dopo mesi di mobilitazioni, una risacca invernale e un proseguo primaverile, da massa ondeggiante giusta, pacifica e intelligente, siamo passati ad essere violenti, guerriglieri ed estremisti. Passaggio incomprensibile o inevitabile? 

Io penso inevitabile.  Siamo sempre stati tutti d’accordo nel non dare seguito alle numerosissime provocazioni e insinuazioni che ci accompagnano.
Il caro ministro Brunetta, quest’anno, ha protestato e si è arrabbiato talvolta violentemente con fannulloni, impiegati pubblici e sprechi, ha annunciato leggi, tornelli e telecamere… lui può farlo, ha il potere per farlo.  

Ma noi, studenti, abbiamo provato a mostrare la nostra intelligenza, abbiamo marciato per giorni e giorni, abbiamo prodotto sapere per mesi e mesi, messo a disposizione la cultura per tutti nelle piazze di tutta Italia. Credevamo che se il movimento fosse stato sempre pacifico e intelligente avremmo acquistato pari dignità di lavoratori e ministri, ci siamo sforzati ad isolare i rari violenti, i disillusi e gli estremisti. Addirittura all’inizio si è cercato di mantenere fuori ogni connotazione politica.
Sono passati mesi ma nulla è cambiato, sono stati fatti degli interventi di facciata ma la sostanza è rimasta uguale e gli effetti della legge 133 si stanno mostrando prepotentemente, proprio come avevamo predetto noi studenti.

Così ci siamo stancati di manifestare, tanti si sono chiesti perchè hanno perso tutto questo tempo, sono rimasti indietro con gli esami e si sentono più inutili di prima a causa della crisi economica. Sbuffiamo a leggere degli stupidi battibecchi parlamentari, dell’inconcludenza dei discorsi politici e siamo molto allarmati per la Vostra volontà di resuscitare il vecchio fascismo (e magari attrarre qualcuno).
Fecendo una media l’Onda ha la maggiore età, calcolandola dai più piccoli ai meno giovani, capisce e inorridisce. Ora non vi meravigliate che ci stiamo incattivendo.

Non si è messo mano ai tagli, il governo continua a produrre leggi xenofobe, razziste, discriminatorie, crea problemi di ogni sorta, l’ultimo dei quali sarà fissare un tetto del 30%  al numero dei figli di immigrati per classe. Chissà con quali metodi… magari le maestre dovranno scegliere i bambini per cognome. Insomma, si torna indietro a passi da gigante, come la vecchia discriminazione tra nord e sud Italia: se in un concorso pubblico c’erano 5 posti disponibili, e tra i candidati 4 se ciamavan Brambila, l’era finita per il terùn

Norme che fanno rimanere male, sono norme che non ci proiettano nell’innovazione del futuro (risposta intelligente alla crisi) ma ci ripiegano nel fangoso passato, come se già non lo fossimo.

Così ora ci colpevolizzano, si allarmano e ci accusano di guerriglia, anche se io mi chiedo di quale tipo di guerriglia Brunetta si intenda… non abbiamo ancora fatto niente!

Qualcuno  invece capisce l’antifona e corre ai ripari… forse intuiscono, e chiedono di non abbandonarsi alle provocazioni del nano.

Io, che non sono certo una violenta nè ho il fisico per esserlo, provo ad usare la ragione (purtroppo o per fortuna) e il problema che vedo è ben più vasto: è la protesta, come mezzo per affermare i propri diritti, che è vista e sentita come fastidio, come un fatto noioso, da ghettizzare, e circoscrivere. Per lorsignori è il diritto del non scioperante ad essere tutelato, e da qui nascono iniziative come lo sciopero virtuale, le fasce protette da tutelare e i percorsi prestabiliti per le manifestazioni (come a Roma)… tutto ciò rende la protesta un fatto folckloristico, non un problema evidenziato. 

Chiedo anche io di non cadere nella trappola ormai già troppe volte collaudata del creare un nemico per poi combatterlo.. ma questa è una soluzione temporanea: si aggiungono come gocce d’acqua 18.000 supplenti/precari che non verranno confermati, i corsi saranno ridotti del 20% e altri 10.000 persone sono in forse per il prossimo anno… e tutto ciò non gioverà all’umore.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

INSIEME AI LAVORATORI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Posted by PRC Muggiò su domenica 9 novembre 2008

CONTRO IL GOVERNO CHE ELIMINA RISORSE,

PENALIZZA I SALARI, TAGLIA I SERVIZI.

Rifondazione Comunista esprime piena condivisione con lo sciopero della CGIL contro il Protocollo Brunetta riguardante il Pubblico Impiego e per il rinnovo contrattuale.

La campagna del ministro Brunetta contro i cosiddetti “fannulloni” ha dato inizio ad un odioso attacco contro i lavoratori pubblici; il Governo sta puntando, da un lato, a mettere i lavoratori contro l’utenza e dall’altro ad un ridimensionamento dei servizi pubblici e della sanità.

La legge finanziaria 2009 taglia risorse per le retribuzioni di tutti i comparti pubblici e, contemporaneamente, non prevede nessuna stabilizzazione per le migliaia di lavoratori precari, che verranno licenziati a luglio 2009.

Rifondazione Comunista si batte per:

• Respingere gli attacchi di Brunetta e Confindustria alla Pubblica Amministrazione che puntano a privatizzare servizi gestiti dal pubblico.

• La difesa della Pubblica Amministrazione come lo strumento principale dello Stato Sociale garante di servizi per tutti i cittadini.

• Per la qualità ed il rilancio dei servizi.

• Per la stabilizzazione di tutti i lavoratori precari.

• Per il rafforzamento del potere contrattuale dei lavoratori, con veri aumenti salariali.

NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO!

Posted in Lavoro, Politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »