Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘casa dell’acqua’

Ambiente e rifiuti: dibattito e mostra. [22/05/2014, Muggiò]

Posted by PRC Muggiò su lunedì 19 Mag 2014

trashed

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Una città aperta è Beni Comuni e partecipazione. [Pillole di programma]

Posted by PRC Muggiò su sabato 10 Mag 2014

Benicomunipartecipazione
I Beni Comuni, per loro definizione, non devono essere fruibili da pochi, ma da tutta la comunità, così come i loro eventuali ricavi. La cura delle strutture pubbliche deve essere costante e divenire un processo culturale.

Sosteniamo che proprietà e gestione dei Servizi Pubblici Locali debbano essere integralmente pubblici, così come affermato dalla volontà plebiscitaria registrata con il referendum sull’acqua pubblica, e così come autorizzato dai principi previsti nella normativa comunitaria e confermato dalla giurisprudenza europea:

  • il principio di autonomia delle autorità pubbliche;
  • il diritto delle autorità pubbliche di ricorrere alla “auto produzione” dei servizi da erogare ad una comunità.

Nel principio che l’acqua è un diritto inalienabile dell’umanità vogliamo che la CASA DELL’ACQUA sia realizzata e gestita da enti pubblici.

Siamo per la valorizzazione del Referendum Consultivo Cittadino per stimolare la partecipazione della collettività.

Anche la partecipazione diretta dei cittadini e delle loro associazioni alla cura ed alla crescita culturale e solidale della città è un bene comune che va incentivato e non ostacolato; per questo siamo per agevolare l’utilizzo delle sedi comunali per le associazioni locali e di volontariato e rimuovere gli ostacoli burocratico-amministrativi, a volte vessatori (ad esempio marca da bollo, tassa TOSAP ecc.), che ne limitano le potenzialità.
Siamo per la progettazione di un’area feste non invasiva, ecocompatibile e sostenibile anche a livello economico su aree comunali.

Siamo contro la svendita dei beni pubblici (alloggi o altre tipologie di patrimonio pubblico) e vorremmo piuttosto che tali beni siano sempre più riqualificati e meglio utilizzati.

Clicca qui per visionare l’intero Programma.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

FDS e PRC per una casa dell’acqua a Muggiò

Posted by PRC Muggiò su martedì 18 gennaio 2011

Nel mercato mondiale dell’acqua l’Italia si colloca al terzo posto per consumi pro capite, con 205,6 litri (dopo Emirati Arabi e Messico) e 240 bottiglie per famiglia l’anno. Ma l’Italia è leader anche nella produzione mondiale di acqua minerale, con 325 marche e lo sfruttamento di 192 fonti. Un’industria che imbottiglia 12 miliardi di litri, di cui oltre 1 miliardo esportato, pari al 10% della produzione. Per trasportare l’acqua minerale prodotta ogni anno servono 1.000.000 di Tir, che contribuiscono in modo significativo all’effetto serra: 350.000 le tonnellate di PET da smaltire per le bottiglie consumate, 665.000 le tonnellate di petrolio prodotte e 910.000 quelle di CO2 emesse nell’atmosfera. C’è poi l’assurdo scambio di bottiglie che vanno da Nord a Sud: capita spesso che in Sicilia si beva l’acqua minerale del Trentino o della Lombardia. E come se non bastasse, oltre all’impatto ambientale c’è il salasso economico: l’acqua del rubinetto, infatti, costa in media circa 0,001 euro a litro, a fronte dei circa 26 centesimi di euro della minerale. Si spendono cioè, per quest’ultima, dalle 500 alle 1000 volte in più.

Le case dell’acqua invece sono moderni impianti per la distribuzione di acqua naturale e frizzante, da costruite preferibilmente all’interno di parchi e spazi verdi, in armonia con l’ambiente.

Bere acqua del rubinetto è una buona abitudine, con tanti vantaggi per voi e per l’ambiente:

  • riduce le bottiglie di plastica in circolazione
  • riduce il quantitativo di rifiuti da smaltire
  • riduce il numero di mezzi pesanti per il trasporto dell’acqua in bottiglia

Il tutto si traduce in MENO inquinamento

Le case dell’acqua distribuiscono acqua dell’acquedotto pubblico: buona, sicura e ottima da bere, certificata da rigorosi controlli periodici che ne garantiscono la qualità e purezza, con la possibilità di averla sia naturale che gassata, a temperatura ambiente o refrigerata. Con la Casa dell’acqua, oltre a salvaguardare l’ambiente, i cittadini usufruiscono di un servizio pubblico in più, con un notevole risparmio sull’acquisto delle acque minerali in bottiglia (tra i 250 e i 300 euro a famiglia all’anno). Solitamente un impianto può servire circa 400 cittadini al giorno. I litri erogati in un anno da una Casa dell’Acqua sono pari a quelli contenuti in 876.000 bottiglie di plastica da 1,5 litri. Con una sola casa si è evitato di produrre e smaltire 27 tonnellate di Pet, con un risparmio di 54 tonnellate di petrolio e 432 mc di acqua all’anno.

Realizzare una Casa dell’acqua vuole dire valorizzare e incentivare l’uso dell’acqua potabile proveniente dall’acquedotto pubblico in alternativa alle minerali in bottiglia; fa conoscere alle famiglie il risparmio di un uso sistematico dell’acqua erogata in confronto all’acquisto dell’acqua in commercio; evidenzia i vantaggi ambientali legati al minor inquinamento; riaffermara il diritto all’acqua per tutti;

Secondo http://www.casadellacqua.com ci sono 158 case dell’acqua in Lombardia e altre 23 sono in arrivo; nella provincia di Monza e Brianza solo Vimercate ne aveva una prima del 16 gennaio 2011 quando è stata inaugurata quella di Nova Milanese, ubicata nel parcheggio di Via Locatelli (vicino alla Casa del Latte).

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »