Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • Potere al Popolo

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

    Vintage ornate card in east style. Golden Victorian floral decor. Template frame for greeting card and wedding invitation. Ornate vector border and place for your text.

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘cemento’

Via De Nicola ha fatto scuola; trova la differenza…

Posted by PRC Muggiò su lunedì 18 maggio 2015

In perfetta continuità con la precedente amministrazione di destra anche l’Amministrazione Fiorito non può farsi mancare il suo edificio alto ma non alto, con le finestre ma senza finestre, che eccede la volumetria consentita ma che non la eccede, che non è condonato ma che forse sarà necessario condonare, che ha il sottotetto ma che non ha il sottotetto, che è stato autorizzato ma che non è a norma, che non è abitabile ma che sarà abitabile…

Sottotetto costruito nuovo con le finestre murate, in attesa di cambio di destinazione d'uso

Sottotetto costruito nuovo con le finestre murate, in attesa di cambio di destinazione d’uso

Annunci

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Desio, 28 febbraio: “L’età del cemento”

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 26 febbraio 2014

desio

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Desio – 22 Settembre. No Pedemontana. L’adesione del PRC.

Posted by PRC Muggiò su sabato 21 settembre 2013

Desio, 22 Settembre 2013, ore 14:30 – Corteo da Piazza Carendon (Quartiere S. Giorgio) verso il centro.

Il partito della Rifondazione Comunista-Federazione di Monza e Brianza aderisce ed invita i cittadini brianzoli a partecipare, il 22 settembre a Desio dalle ore 14:30, alla grande manifestazione contro la Pedemontana e le opere inutili (e dannose).

A distanza di un anno dalla prima grande manifestazione No Ped ci troviamo a riaffermare l’inutilità e i danni di un progetto che si materializza in un’autostrada di circa 157 km. che dovrebbe collegare gli aeroporti di Malpensa e di Orio al Serio.

Una striscia di cemento e asfalto, dal costo di 5 miliardi di euro, che occuperà, consumandolo, circa 12 km2 del già cementificato territorio brianzolo.

  • Questa opera devasterà parte dei 5 parchi sovra comunali producendo ulteriore danno nel danno.
  • Il traffico generato sarà causa di ulteriore inquinamento vanificando gli sforzi, che molti comuni stanno facendo, per la viabilità leggerà e sostenibile.
  • Come tutte le grandi opere c’è il rischio concreto che siano portatrici di malaffare e di infiltrazioni mafiose.

70 anni di cementificazione che hanno sconvolto il nostro territorio e hanno fatto della Brianza la seconda provincia dopo Napoli come densità di popolazione e la ventunesima su 110 come popolazione.

Con un trasporto pubblico e le linee ferroviarie ferme al 1800 e con uno sviluppo ferroviario capace di offrire un numero di chilometri irrisorio (stimato pari a 292 km) rispetto al totale di strade comunali- provinciali- nazionali e autostrade che si articolano nella Brianza. (stimato pari a 3.528 km).

OPPORSI NON E’ SOLO UN FATTO DI CIVILTA’ MA SIGNIFICA LOTTARE PER UN MODELLO SVILUPPO ALTERNATIVO CHE STIMOLI L’USO DEL MEZZO PUBBLICO E DELLA FERROVIA.

Bisogna cioè intensificare le opere di connessione della Brianza al nord Milano (MM1 – MM2 e MM5) e riprendere il cosiddetto “protocollo del ferro” e lì investire. Ad esempio ripristinare senza ulteriori indugi (e minacce di non realizzare l’opera da parte di EXPO 2015) la metrotranvia Milano-Limbiate e la Milano–Seregno e disporre per i pendolari materiale rotabile decente, con maggiori frequenze ed in orario.

I 5 Miliardi di euro previsti quale costo per l’opera siano risparmiati e destinati alla grave crisi occupazionale che attanaglia la Brianza con attenzione particolare verso gli esodati, i disoccupati giovani e meno giovani, lo stato delle nostre scuole pubbliche, le politiche abitative e un modello di sviluppo capace di rispettare l’ambiente.

Rifondazione Comunista è presente nel territorio brianzolo al fianco dei cittadini che lottano e non si rassegnano alla Pedemontana, ai lavori della TEM e di quanti si stanno mobilitando per chiedere l’interramento della RHO – MONZA.

Per questi validissimi motivi saremo a Desio il 22 Settembre con le nostre bandiere e le nostre proposte.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
FEDERAZIONE BRIANZA
VIA BORGAZZI, 9 – Monza

Posted in manifestazione, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Che titolo urbanistico è stato concesso in via De Nicola?

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 21 agosto 2013

Questa ci mancava.

Dopo esserci fregiati per anni dell’appellativo di “comune virtuoso” (certo le tasse locali a Muggiò sono piuttosto care, e non ci siamo fatti neppure scappare l’occasione per introdurre, per le esumazioni, anche la “tassa sulla cassa”… salvo poi registrare che in base all’Indice Sintetico di virtuosità stilato dalla Regione Lombardia in Brianza, su 55 comuni, siamo collocati ad un lusinghiero 49° posto… e di questo passo l’Amministrazione può ancora migliorare, anche ambire… all’ultimo posto in classifica!), ecco che l’Amministrazione introduce un’innovazione straordinaria:  l’ intero ultimo piano di un edificio ancora in costruzione, in via De Nicola, con tutte le imposte murate!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un edificio alto ma non alto, con le finestre ma senza finestre, che eccede la volumetria consentita ma che non la eccede, che non è condonato ma che forse sarà necessario condonare, che ha il sottotetto ma che non ha il sottotetto, che è stato autorizzato ma che non è a norma, che non è abitabile ma che sarà abitabile…. che certo ci darà ancora più lustro e ci pone all’avanguardia delle migliori tecniche di programmazione urbanistica d’Italia e che scatena la corsa al nuovo Eldorado in Lombardia.

O NO!?

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Muggiò – Promesse elettorali e cemento. Al posto degli orti sorgerà il Cubotto dell’Aler. L’area è stata ripulita dai lavoratori del comune

Posted by PRC Muggiò su giovedì 14 febbraio 2013

di @nonymus

“La dove c’era l’erba, ora c’è una città”, cantava Adriano Cementano ricordando la trasformazione di quella zona di Milano vicina alla stazione centrale dov’è nato e cresciuto. Dopo che il cemento s’era inghiottito l’erba. Esattamente come sta accedendo a Muggiò. Fino a poche settimane fa in via Carlo Marx c’erano gli orti comunali. Con una inusuale operazione, nei giorni scorsi, prima della nevicata, cinque lavoratori di Villa Casati hanno dovuto lasciare in deposito i cartelloni elettorali e, comandati, hanno provveduto a preparare l’area per l’apertura del cantiere. 

Il bando di gara dell’Aler se lo è aggiudicato la SELI Manutenzioni generali srl di Monza con Samico BRV Calor di Verderio Inferiore con un ribasso del 32,50 per cento di 1.308.824 euro in meno del prezzo base d’asta fissato.

Per fare posto al nuovo insediamento verrà demolito l’esistente degradato edificio bianco e marrone che tutti chiamano il “Cubo” e di orti, forse, se ne salveranno ben pochi. E pensare che quel polmone verde classificato “zona 2MU10” avrebbe dovuto restare “area verde di interposizione e mitigazione”. Lo aveva scritto – pag 9 – nel suo programma elettorale la lista Brianza 2009 composta Pdl e Lega Nord.

In perfetto “Stile Muggiò” l’eletto primo cittadino Pietro Zanantoni, appena tornato a Villa Casati, ha invece deciso di cementificarla. Evidentemente la coerenza non abita a Villa Casati. Si sa, un conto sono le belle promesse in campagna elettorale, altro conto è mantenere poi gli impegni presi coi cittadini. “Un area assolutamente da conservare”, aveva promesso Zanantoni. Appena però il Cipe ha confermato i fondi del piano casa alla Regione Lombardia, quell’area è diventata subito disponibile per costruirci le case Aler. E sono immediatamente partiti gli sfratti per i cittadini tenutari degli orti.

Il 14 gennaio scorso il direttore generale di AlerMB Adolfo Boffi e Antonio Cazzaniga, responsabile del procedimento, firmavano il verbale dell’aggiudicazione (vedi sotto); inviato quattro giorni dopo alla società vincitrice dell’appalto.

C’è un interessante passaggio che merita d’essere riportato: ”il contratto è soggetto a un cronoprogramma vincolante ai fini del rilascio del finanziamento da parte della Regione Lombardia e dunque i lavori dovranno avere inizio entro il 15-01-2013”.

Domanda: come ha potuto la SELI Manutenzioni generali dare inizio ai lavori alla data prevista dal cronoprogramma della Regione Lombardia se ha saputo d’aver vinto soltanto il giorno prima? Aprirà il cantiere in data successiva rinunciando ad avere il finanziamento o verrà considerata “apertura di cantiere” l’opera di ripulitura dell’area fatta dai lavoratori comunali? O ancora, in previsione dell’aggiudicazione della gara d’appalto, la SELI ha avviato la pratica alla Regione Lombardia per il finanziamento delle opere?

A questi interrogativi s’aggiunge il ribasso del 32,50 per cento. Giudicato eccessivo. E’ vero che il bando prevedeva l’aggiudicazione “all’offerta più vantaggiosa”. Però, anche  tenuto conto che l’edilizia è in crisi, e che il costruttore potrebbe aver deciso di ribassare per aggiudicarsi comunque il lavoro, un ribasso così esagerato qualche perplessità la suscita.
Nella fattispecie il bando di gara è il n.9/2012  dell’Aler Monza e Brianza per la realizzazione a Muggiò di due palazzine con 40 alloggi ERP, 16 alloggi e 5 villette da vendere a edilizia convenzionata. Base d’asta 3.847.691 euro. Aggiudicazione, è detto nel bando, a “offerta più vantaggiosa”.

Se l’aggiudica la SELI manutenzioni generali srl con sede a Monza – molto ben introdotta all’Aler di Lecco – associata alla Samco BRV Calor di Verderio Inferiore. Infatti a Valmadrera ha ultimato (2011) un recupero edilizio da 3,7milioni di euro; in via Toti a Lecco per la ristrutturazione di 24 bilocali SELI e MIT srl di Nichelino (TO) è intervenuta in seconda battuta in quanto inadempiente la AL FER srl di Marigliano (NA) che l’appalto se lo era aggiudicato.
SELI ha acquisìto i lavoro con l’esatto ribasso, 44,70% col quale la AL FER s’era aggiudicata la commessa.

La società napoletana avrebbe dovuto realizzare – sempre a Lecco – anche 12 appartamenti in via Gorizia per un importo di 1,642.600 euro, il contratto venne però rescisso ed affidato alla Pentacase srl che aveva offerto il ribasso del 42,18 %,.

Estromessa dopo una verifica di congruità dei prezzi ha dar corso alle opere è stata anche questa volta la SELI.manutenzioni generali. Che proprio sulla congruità dei prezzi, nel 2009, era stata esclusa dall’asta da 5milioni di euro indetta dalla Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena. La società aveva fatto un’offerta ribassata del 51,511 %.

Esclusa dall’asta la SELI si era rivolta al Tar. Che ha respinto il ricorso. “Con questo ribasso – è scritto nell’atto 00065/2011 del Tribunale Amministrativo – il costo della manodopera risulta essere inferiore ai trattamenti sindacali minimi inderogabili”.

Per tornare all’insediamento di Muggiò su via Gandhi-Carlo Marx la società monzese SELI ha offerto 2.537.867, 20 euro, vale a dire 1.308.824 euro corrispondente ad un ribasso del 32,50 %!
Al bando dell’Aler hanno risposto sette società: cinque di queste hanno ribassato da 3.596.477,19 a 3.232.050,83 euro. Con una percentuale tra 3,93 e il 16 %. Dopo SELI il ribasso più consistente – 2.901.544,13 euro pari al 24,59 % – é stato presentato dalla IRTE Costruzioni SpA di Monza con Milano Energia. Rover srl di Muggiò, che ha offerto 3.257.840,36 euro – ottenendo il punteggio economico di 31,83 – è stata classificata al secondo posto dietro la SELI. 

Per completezza d’informazione va aggiunto che il costruttore potrà contare su un finanziamento di 4.149.537,50 euro così suddivisi: 2.999.573 dalla Regione Lombardia; 1.150.000 da AlerMB.
Già disponibili 130mila euro accantonati per questo progetto nel 2012, mentre per quest’anno è previsto un finanziamento di 2milioni (1,5 pubblico, 500mila AlerMB). L’ultima tranche nel 2014: 1.399.537 euro della Regione Lombardia, 620mila euro dell’Aler MB. Che portano la cifra totale del finanziamento a 4.149.537,50 euro.

Dunque, grazie all’aggiudicazione a SELI manutenzioni generali e Samici BRV Calor si risparmieranno 1.611.670,30 euro. Sempre che l’insediamento venga realizzato nei tempi fissati: 852 giorni e senza costi aggiuntivi in corso d’opera.

Share

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

E l’area a verde di interposizione e mitigazione è diventata un parcheggio per camion

Posted by PRC Muggiò su sabato 3 novembre 2012

Ci eravamo sbagliati!
Ricordate il gran clamore legato alla cosidetta “Area feste”? L’Amministrazione avrebbe dovuto spendere 1,2 milioni di euro per le manie di grandezza del Sindaco che, inspiegabilmente, non poteva negare quell’intervento e salvaguardare le aree del Parco Grugnotorto. Denunciammo immediatamente quella scelta come il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra ad oggi, ma evidentemente sbagliammo, perchè dopo il clamore non si mosse (quasi) nulla.

Il tempo è passato e dell’area feste non si parla più, in compenso il privato, che aveva così bene lusingato l’Amministrazione PDL-LEGA tanto da indurla a presentare osservazioni formali al PTCP di Monza e Brianza, deve aver tirato le sue conclusioni… ed è passato dalle parole ai fatti.

E così la sua “area a verde di interposizione e mitigazione” è stata trasformata in un parcheggio per camion.
Ci limitiamo ad osservare che l’area di cui sopra è classificata nella Carta delle sensibilità paesistica dei luoghi (PGT Tav. DP03) area a sensibilità elevata, e che secondo le Norme Tecniche di Attuazione del Piano delle Regole, quel tipo di aree
Sono le fasce di terreno finalizzate a separare gli insediamenti residenziali o produttivi dagli spazi e dalle attrezzature pubbliche.
Dette aree sono inedificabili e dovranno essere sistemate e mantenute a verde dai privati proprietari….

Ovviamente nessuno dell’Amministrazione di centro-destra si è accorto di nulla. I muggioresi devono rassegnarsi… non c’è progetto urbanistico promosso dal sindaco Zanantoni che non si tramuti in un danno per la collettività!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

I MERAVIGLIATI SIAMO NOI

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 31 ottobre 2012

O forse dovremmo dire sconcertati.
Sconcertati dalla parole del sindaco Zanantoni che nell’edizione del Giornale di Monza del 23 ottobre 2012 non crede ai propri occhi: avviso di garanzia per presunte tangenti da 30.000 euro all’amico, ed ex collega di Giunta a Muggiò,  Sandro Sisler.
Sisler, ex assessore all’urbanistica a Carate e Muggiò, presidente Aler di Monza e Brianza e coordinatore del PDL della provincia di Milano, è accusato di aver intascato (ovviamente a sua insaputa, nel cruscotto dell’auto…) una cospicua tangente per alcuni favori edilizi.
Che il sindaco non creda ai propri occhi è cosa abbastanza prevedibile: non è un caso che durante il su primo mandato da sindaco (1999 – 2004) non tutto fu rose e fiori. Ci sembra di ricordare che fu la sua Giunta a non accorgersi che impegnare i soldi della Multiservizi nei bond argentini era altamente pericoloso, che non si accorse di aver nominato Assessore un signore che millantava titoli accademici inesistenti, che non si accorse di sottoscrivere titoli derivati altamente rischiosi per le casse comunali, che non si accorse di sottoscrivere una convenzione capestro per il campo sportivo 25 Aprile, che ignorando 3.000 firme di cittadini che chiedevano di resistere allo scempio non si accorse di autorizzare la devastazione del Parco permettendo l’edificazione del Multiplex. Ci sembra di ricordare che Sisler quale membro di Giunta fosse corresponsabile, se non promotore, in alcune di quelle disattenzioni.
Oggi Sisler ha convito con una telefonata il nostro primo cittadino della sua innocenza, ora spetta alla Procura di Monza e Brianza procedere con le indagini.
Spaventa la dilagante corruzione politico-imprenditoriale che, purtroppo, distingue fior fior di politicanti lombardi e brianzoli; ma sul nostro territorio quello che preoccupa è la miopia (o sarà totale cecità?) del sindaco Zanantoni nel curare gli interessi della cittadinanza da un lato, mentre dall’altro (per un’acuta visione politica?), sembra elargire la fiducia sua e della Giunta Comunale che presiede a destra e a manca… come si fa con gli amici di una bocciofila.
Tutto questo si ripercuote nelle azioni e nei progetti che l’Amministrazione promuove sulla città, governata senza professionalità: vi ricordate le trattative che il sindaco ha tenuto negli ultimi anni? Tutto concluse con un danno alla cittadinanza a favore di pochi imprenditori privati (ultimo esempio: come mai dell’area feste non si parla più ma l’area agricola del privato, classificata nel PGT come “rispetto ambientale“, è già stata trasformata di fatto in un parcheggio per camion?).
La scarsa lungimiranza e l’assenza di acume nella scelta degli amministratori pubblici sfiduciano l’operato del sindaco che, sbalordito o meno, se le indagini daranno gli esiti paventati, dovrà ammettere l’abbaglio.

“La politica deve essere fatta con le mani pulite” S. Pertini.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Lo SPI di Muggiò aderisce all’appello contro la cementificazione del Parco del Grugnotorto

Posted by PRC Muggiò su giovedì 5 gennaio 2012

“Anche noi dello Spi aderiamo all’appello contro un progetto che prevede di edificare nel parco un’area feste sovradimensionata rispetto alle esigenze di una comunità come quella muggiorese  rendendo inoltre possibile il consumo di un’altra parte del parco per la costruzione di un capannone industriale.

Per noi il consumo spregiudicato del territorio non può che costituire un peggioramento delle condizioni di vita di una comunità.

Siamo invece del tutto favorevoli a interventi a basso impatto ambientale che migliorino il grado di usufruibilità delle aree del parco Spi Muggiò.”

Posted in Ambiente, appello, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

BENI COMUNI ANCORA IN VENDITA

Posted by PRC Muggiò su sabato 5 novembre 2011

Lo Stato, le Regioni, le Provincie, i Comuni devono garantire e promuovere gli interessi e il bene della collettività, di tutto il popolo: devono difendere i Beni Comuni.

I Beni Comuni sono tali perché tutti ne devono trarre beneficio.
Sono Beni Comuni l’acqua, l’aria, il suolo, il paesaggio e l’ambiente, il lavoro, la pace, l’arte, la scienza e la cultura.

Il Governo Berlusconi invece gioca con gli interessi pubblici per affari privati, proponendo per esempio di ignorare la bocciatura referendaria del Decreto Ronchi con una nuova legge (14/9/2011 n.148).

Non cessa perciò la politica anti-sociale di svendita di Beni Comuni adottata dal governo Berlusconi e quindi fedelmente attuata nel nostro Comune dalla cerchia Zanantoni.

Vogliamo ricordare alcuni esempi:

  • Il progetto Area Feste (clicca qui) : in cui 40.000 mq (quasi 7 campi da calcio!) di aree verdi del Parco Grugnotorto saranno ricoperti da una colata di cemento, in modo da ospitare nuovi capannoni industriali e un’improponibile Area Feste
  • Il congelamento dei rapporti con il Comitato cittadino per l’Acqua Pubblica: di fatto l’Amministrazione ostenta disinteresse nei confronti del Comitato a cui non vengono concessi colloqui, inoltre rimane sospeso nel vuoto l’iter per la costruzione della Casa dell’Acqua

QUESTA POLITICA NON DIFENDE GLI INTERESSI COMUNI, MA SI FONDA SUGLI INTERESSI PRIVATI!
ORA BASTA!

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Fermiamo la Legge Regionale 76 e salviamo i parchi lombardi!

Posted by PRC Muggiò su lunedì 18 luglio 2011

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »