Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘danno’

Il 06 Maggio si mette la pietra tombale sul Dopo di Noi

Posted by PRC Muggiò su sabato 4 maggio 2013

Il prossimo 6 Maggio andrà in votazione la modifica alla convenzione vigente con la Soc. CESAS S.r.l. per la gestione della RSA (Casa di Riposo).

E’ una brutta pagina per il comune di Muggiò in quanto, in un colpo solo, si mette una pietra tombale alla possibilità di realizzare un Dopo di Noi dotato di risorse certe e di un futuro sostenibile mentre, al contempo, si regalano 2 milioni di euro alla società CESAS.

I conti portanti in Consiglio Comunale sono imbarazzanti: 

I numeri "addomesticati" che vengono portati in Consiglio Comunale

I numeri “addomesticati” che vengono portati in Consiglio Comunale

servono per giustificare una ristrutturazione della RSA  (facoltativa e finalizzata in pratica ad incrementare gli utili della gestione e quindi a massimizzare i profitti) fatta a totale spese degli anziani ricoverati e delle loro famiglie; servono per dire che c’è spazio solo per un misero aumento dei posti convenzionati con tariffa agevolata al 50% dai 10 attuali a 12… ma prolungando la gestione di ben 15 anni, fino al 2038, alla faccia della concorrenza che avrebbe permesso di mettere a gara la struttura nel 2024 così da massimizzare i benefici sociali dell’intervento tramite la riduzione delle tariffe, oppure tramite il raddoppio dei posti convenzionati, oppure indirizzando gli utili della gestione a sostegno del Dopo di Noi!
Non poteva mancare la demagogia di destinare 500.000€ (soldi derivanti dai servizi sociali) alla ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri (struttura che colpevolmente Zanantoni ha fatto insediare in un immobile inadeguato e non a norma… come è il suo STILE), ma questo è un’altro discorso che si affronterà in altro ambito.

Invece i conti che dimostrano la perdita di ben due milioni di euro sono presto fatti

La perdita di 2 milioni di euro per i servizi sociali e per il Dopo di Noi

La perdita di 2 milioni di euro per i servizi sociali e per il Dopo di Noi

Basta considerare che l’attuale struttura, con gli utenti, le tariffe agevolate e tutto quanto è connesso alla convenzione, sarà completamente ammortizzata nel 2024 (ma non bisogna essere dei premi nobel per capire che il rientro totale avverrà prima di quella data), e quindi questa struttura tariffaria applicata alla platea degli attuali 100 utenti genererà un utile di oltre 327.000€ annuali a partire da quella data, che proiettati sui 15 anni della proroga generano una plusvalenza di quasi 5 milioni di euro.

Ci sono quindi larghissimi margini non solo per attuare la ristrutturazione dell’immobile, ma per distribuire alla collettività un tesoretto che permette di aggiungere non i due miseri posti aggiuntivi previsti da Zanantoni, bensì UNDICI posti aggiuntivi… oppure per dirottare le risorse disponibili sul Dopo di Noi, e se fosse toccato a noi avremmo fatto questa scelta.

Da domani chiederemo coerenza a tutte le forze politiche che voteranno questa bassa speculazione imprenditoriale… l’anno prossimo cancellate dai vostri programmi elettorali la voce “progetto Dopo di Noi”, e ditelo chiaramente ai vostri sostenitori!

Posted in Muggiò, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

E l’area a verde di interposizione e mitigazione è diventata un parcheggio per camion

Posted by PRC Muggiò su sabato 3 novembre 2012

Ci eravamo sbagliati!
Ricordate il gran clamore legato alla cosidetta “Area feste”? L’Amministrazione avrebbe dovuto spendere 1,2 milioni di euro per le manie di grandezza del Sindaco che, inspiegabilmente, non poteva negare quell’intervento e salvaguardare le aree del Parco Grugnotorto. Denunciammo immediatamente quella scelta come il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra ad oggi, ma evidentemente sbagliammo, perchè dopo il clamore non si mosse (quasi) nulla.

Il tempo è passato e dell’area feste non si parla più, in compenso il privato, che aveva così bene lusingato l’Amministrazione PDL-LEGA tanto da indurla a presentare osservazioni formali al PTCP di Monza e Brianza, deve aver tirato le sue conclusioni… ed è passato dalle parole ai fatti.

E così la sua “area a verde di interposizione e mitigazione” è stata trasformata in un parcheggio per camion.
Ci limitiamo ad osservare che l’area di cui sopra è classificata nella Carta delle sensibilità paesistica dei luoghi (PGT Tav. DP03) area a sensibilità elevata, e che secondo le Norme Tecniche di Attuazione del Piano delle Regole, quel tipo di aree
Sono le fasce di terreno finalizzate a separare gli insediamenti residenziali o produttivi dagli spazi e dalle attrezzature pubbliche.
Dette aree sono inedificabili e dovranno essere sistemate e mantenute a verde dai privati proprietari….

Ovviamente nessuno dell’Amministrazione di centro-destra si è accorto di nulla. I muggioresi devono rassegnarsi… non c’è progetto urbanistico promosso dal sindaco Zanantoni che non si tramuti in un danno per la collettività!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Campo 25 Aprile: il silenzio dell’Amministrazione sulla prima pistola fumante

Posted by PRC Muggiò su domenica 1 luglio 2012

Silenzio grottesco dell’Amministrazione PDL + Lega Nord sulla “Perizia di Stima Valutativa dei lavori di adeguamento del campo di calcio 25 Aprile – A. Casati e I° Maggio”, commissionata ad un tecnico indipendente per determinare le cause del maggiore costo dei lavori esposto nel progetto definitivo-esecutivo rispetto al progetto prelimiare e depositata ormai da due mesi al Protocollo dell’Ente

Il Sindaco Zanantoni, che ha firmato nel 2003 la Convenzione capestro che ha attivato la speculazione sulle aree ex-Fillattice (convenzione capestro perchè ha permesso al privato di interrompere i lavori del campo 25 Aprile al raggiungimento dell’importo di spesa di 645.000€ in cifra fissa, indipendentemente dal competamento dei lavori; questo giochetto ha costretto il Comune di Muggiò, per completare l’opera, a spendere ulteriori 600.000€ attingendo alle casse comunali) , è oggi silente e passivo sui contenuti della perizia… che sono impietosi.

Il progetto preliminare, il cui valore delle opere è stato usato per determinare la soglia/tagliola di 645.000€ presente in Convenzione, risulta complessivamente sottostimato del 31%, e più in dettaglio:
– Costruzione nuovo blocco spogliatoio bar, sottostimato del 125%
– Costruzione nuovi spalti, sovrastimato del 51%
– Arretramento campo sportivo, , sovrastimato del 93%
– Impianto di illuminazione, sottostimato del 82%
– Reti di scarico, sottostimato del 495%
– Realizzazione recinzione, sottostimato del 32%
– Sistemazione aree esterne verde, sovrastimato del 73%
– Sistemazione aree esterno parcheggio, sottostimato del 1%

E non basta l’approssimazione con cui il progettista dell’opera ha stimato colpevolmente i lavori, la perizia riporta anche l’inquietante affermazione secondo cui:
1) il progetto preliminare risulta redatto parzialmente non in conformità alle prescrizioni della normativa vigente al momento della redazione; in particolare le non conformità sono quelle indicate alle pagg. 4 e seguenti.

Di fronte a questo documento che certifica le omissioni e carenze progettuali direttamente imputabili al Progettista e Direttore dei Lavori dell’opera, perché non ci si attiva immediatamente per dare finalmente corso alla decisione della precedente Amministrazione Fossati di citarlo in giudizio per recuperare il danno subito dalla collettività di Muggiò?

Se non ora, quando?

Posted in Muggiò, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Campo 25 aprile – ulteriori danni ai cittadini muggioresi?

Posted by PRC Muggiò su domenica 9 ottobre 2011

In risposta alla nostra interrogazione è stata perlomeno lacunosa, e sostanzialmente falsata dato il contesto istituzionale nella quale è stata svolta, la ricostruzione delle vicende legate alla ristrutturazione del campo 25 Aprile svolta dal Sindaco nel Consiglio Comunale del 3 ottobre.

Ha omesso di dire che la convenzione da lui firmata nel 2003 impegnava il privato ad un valore di ristrutturazione “in cifra assoluta” di soli 635.000€ pur essendo a conoscenza che quella era la stima del progetto preliminare mentre il progetto definitivo comportava un onere di oltre 900.000€; l’opera era quindi
   o senza copertura finanziaria
   o soggetta a revisione onerosa a carico dell’Amministrazione,
   o c’erano accordi “verbali” per modificare in corso d’opera il PII ex-Fillattice;

ancora oggi, delle tre, il Sindaco non dice quale era la vera pattuizione col privato.

Delibera di Giunta n.100 del 27/07/2010

Delibera di Giunta n.100 del 27/07/2010

In consiglio ha messo in bocca al legale del comune che era “temeraria” un’azione di rivalsa contro il privato per il danno subito dalla collettività muggiorese, omettendo di dire che l’azione era perfettamente agibile tanto che il 10 marzo 2010 lui stesso, in qualità di Sindaco, ha rilasciato al legale la necessaria “procura speciale” per proseguire nell’azione di rivalsa.

Ancora, in Consiglio ha detto di aver sospeso l’azione di rivalsa perchè si sarebbero bloccati i lavori sulla piazza ex-Fillattice, ma ha omesso di dire che quella scelta era ASSOLUTAMENTE subordinata alla mancata decorrenza del termine di prescrizione (vedi Delibera di Giunta n. 100 del 27/07/2010 nella quale veniva confermata la decisione DEFINITIVA di procedere con l’azione legale per il recupero del danno).

Ora, alla luce delle carte depositate presso gli uffici comunali, sembra che la colpevole inazione del Sindaco ha determinato le condizioni per mandare in prescrizione l’azione di rivalsa (perlomeno nei confronti del progettista), aggiungendo al danno dell’ingiusto costo sopportato dalla cittadinanza per completare la ristrutturazione del campo 25 aprile, il costo per gli incarichi legali letteralmente buttati nel cestino…
Una domanda su cui stiamo ancora lavorando: dove sono gli atti amministrativi che revocano o modificano le decisioni prese con la Delibera di Giunta n. 100 del 27/07/2010?

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »