Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli recenti

Posts Tagged ‘Monza’

Sostenere la Grecia per lottare in Italia

Posted by PRC Muggiò su domenica 15 marzo 2015

voltantino-grecia

Posted in Economia | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Hanno cambiato la Grecia, ora cambiamo l’Italia. Uniti.

Posted by PRC Muggiò su venerdì 20 febbraio 2015

vol_greciavol_grecia_retro

Posted in Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Seminario di formazione politica: Una casa per tutti!

Posted by PRC Muggiò su martedì 18 novembre 2014

seminariocasaDEFINITIVO

Posted in Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Gli studenti scendono in piazza!

Posted by PRC Muggiò su martedì 7 ottobre 2014

manifestazione

Posted in scuola | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

SCACCO ALLA ‘NDRANGHETA: presentazione libro

Posted by PRC Muggiò su lunedì 30 giugno 2014

a3

Posted in Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

“Esodati” – presentazione libro

Posted by PRC Muggiò su giovedì 3 aprile 2014

volantino esod

Posted in Lavoro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »

COMUNICATO STAMPA

Posted by PRC Muggiò su lunedì 17 febbraio 2014

TESTATA_2013_se

CONTRO OGNI REVISIONISMO, ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Domenica 16 febbraio 2014 Muggiò ha celebrato il Giorno del Ricordo.

L’Amministrazione comunale, in gran completo e al seguito del Sindaco Zanantoni, ha organizzato la celebrazione allestendo una mostra e invitando a parlare l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Tra gli inviti spicca colei che ha chiuso la giornata con la lettura di una preghiera: Francesca Montagni Marchiori, dell’Ass. Battaglione Bersaglieri Volontari “Benito Mussolini” di nostalgica memoria.

Rifondazione Comunista ha indetto una presenza antifascista contro l’infausta scelta dell’Amministrazione di dare spazio a con chi – con un’operazione di revisionismo – strumentalizza la giornata a scopi personali e politici, dando rilievo istituzionale a chi fiancheggia ideali combattuti dai nostri Partigiani e vietati dalla Costituzione Repubblicana.

Alla presenza antifascista c’erano molte persone, e tra queste le forze sociali, a partire dall’ANPI locale e provinciale – che ha diffuso un comunicato di sdegno –, e la partecipazione di esponenti politici locali (da SEL, al M5S, al PD), fino al Comitato Beni Comuni di Monza e Brianza, rinforzando la presenza dei tanti antifascisti.

Inqualificabili le dichiarazioni del Sindaco Zanantoni, che parlando a nome della città ha utilizzato il suo ruolo per una sequela di scorrettezze storiche e politiche, atte alla riabilitazione di alcune pagine oscure della nostra storia e alla strumentalizzazione politica, lasciandosi altresì andare a gravi insulti nei confronti non solo dei partecipanti antifascisti, presenti in piazza a debita distanza, ma delle stesse istituzioni, laddove ha sostenuto che il Presidente della Repubblica in tema di foibe ha pronunciato dei falsi storici.

La protesta pacifica, sotto gli occhi attenti delle forze dell’ordine, si è conclusa sulle note di “Bella ciao”, voltando le spalle alla signora Montagni Marchiori. Alcuni militanti dell’estrema destra (4 o 5, forti anche della presenza al loro fianco di paramilitari) hanno rotto gli indugi e cercato lo scontro fisico al grido di “Assassini”, rivolto alle donne, ai giovani, ai rappresentati e ai cittadini antifascisti – muggioresi e non – presenti.

L’intervento delle Forze dell’ordine ha impedito ai quattro o cinque militanti destroidi di attaccare alle spalle gli antifascisti, ma le parole di difesa della Costituzione e di pretesa di legalità – seriamente minacciata – sono state infangate da dichiarazioni oltraggiose e di parte.

Denunciamo i fatti avvenuti a Muggiò: il Sindaco ha commesso reato di vilipendio del Presidente della Repubblica; i pochi partecipanti alla chiamata del Sindaco si sono mostrati violenti e schierati “militarmente” per la difesa di un aberrante ideale politico, sconfitto dalla storia e dalla Resistenza.

AMMINISTRATORI DI MUGGIO’, INDIGNATEVI TUTTI!

Oggi in piazza qualcuno ha ignorato la Costituzione Repubblicana, e noi abbiamo cercato di impedirlo!

Muggiò, 16 Febbraio 2014

Partito della Rifondazione Comunista

003

Posted in manifestazione, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

In strada, con orgoglio

Posted by PRC Muggiò su sabato 25 gennaio 2014

Contro l’ultima impopolare decisione che grava sulle fasce deboli – aumento degli affitti per le case popolari –, il pomeriggio di mercoledì 22 gennaio ha raccolto centinaia di manifestanti sotto la sede milanese dell’Aler.

IMG_3573La disdetta dell’accordo sindacale del 2011, che scontava gli affitti in relazione allo stato di manutenzione dell’immobile e del contesto abitativo, ha di colpo elevato i canoni ai quasi 60.000 inquilini di Milano e provincia, colpendo pesantemente nuclei a basso reddito.

L’indignazione monta perché gli immediati rincari vanno a compensare il pesantissimo deficit accumulato negli anni, non certo per colpa degli inquilini scesi in piazza!

La prospettiva strombazzata di “valorizzare il patrimonio immobiliare”, in realtà prefigura il disimpegno verso la funzione sociale dell’edilizia pubblica. Chi poIMG_3506trà comprare l’alloggio, se già oggi fatica a pagare canoni esorbitanti e slegati dal reddito familiare?

Senza una politica equa, e concordata, saranno ancora molti quelli che ingrosseranno le già numerose schiere degli sfrattati, nella regione più ricca d’Italia, dove il diritto costituzionale alla casa continua a essere violato.

Rifondazione Comunista c’è e vuole stare al fianco degli inquilini che lottano per un diritto negato.
Partecipiamo e diffondiamo le proteste, vogliamo essere un punto di riferimento per co
nnettere i territori, da Milano a Monza, da Cinisello a Sesto, nella Brianza e nel Nord Milano.
Quando scoppierà l’emergenza case a Muggiò?

Prepariamoci ora per difendere il domani: esigiamo il censimento e la tassazione degli sfitti, una moratoria contro gli sfratti, una politica tributaria più equa e una macchina comunale più efficiente.

Insieme si può!

IMG_3526

Posted in Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Congresso CGIL: uno sguardo politico

Posted by PRC Muggiò su domenica 19 gennaio 2014

Dal 7 gennaio 2014 sono iniziate le prime assemblee di base in vista del Congresso nazionale della Cgil che si terrà a Rimini il 6, 7 e 8 maggio 2014.

Le prossime tappe, dopo questa prima parte del percorso che si concluderà il 21 febbraio, saranno i congressi delle categorie e delle camere del lavoro territoriali e metropolitane, delle categorie regionali, delle Cgil regionali e delle categorie nazionali.

Due i documenti congressuali: il primo, che ha come titolo lo slogan del XVII Congresso: “Il lavoro decide il futuro”, vede come prima firmataria Susanna Camusso, ed è stato sottoscritto da tutto il Comitato direttivo ad eccezione di 6 componenti, tra i quali Giorgio Cremaschi, che hanno sottoscritto un secondo documento, “Il sindacato è un’altra cosa”.

Sempre sottolineando le reciproche autonomie e nel rispetto dei propri ambiti, rimane comunque molto importante ed utile che come Partito e come militanti, ci si confronti su questo importante momento sindacale e politico.

GIOVEDI 23 GENNAIO 2014 ore 21

c/o Federazione Monza e BrianzaPRC

 

Porteranno il loro contributo politico alla discussione compagni/e dirigenti della CGIL Monza e Brianza.

Monza 14 gennaio 2014.

Partito della Rifondazione Comunista. Federazione Monza e Brianza Dipartimento Lavoro

Posted in Lavoro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Se 50 anni vi sembran pochi…

Posted by PRC Muggiò su sabato 12 ottobre 2013

se-50-anni-vi-sembrano-pochi

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Arrestato consigliere PDL di Carate, spunta il nome di un muggiorese.

Posted by PRC Muggiò su giovedì 12 luglio 2012

(AGI) – Milano, 12 lug.

Maurizio Altobelli, consigliere pidiellino del Comune di Carate, provincia di Monza e Brianza, e’ stato arrestato per presunte tangenti.

L’arresto e’ avvenuto nell’ambito dell’indagine su affari e traffici in cui era coinvolto Paolo Vivacqua, imprenditore ucciso nel novembre scorso, a Desio. Mentre dell’omicidio non sono ancora stati identificati i responsabili, nell’operazione odierna, denominata ‘Carate nostra’, gli uomini del nucleo investigativo del gruppo carabinieri di Monza e della Guardia di finanza di Seregno hanno posto agli arresti domiciliari, inoltre, 4 persone. Si tratta dell’architetto Giorgio Aldeghi, 67 anni, di Carate, Giampietro Gerosa geometra 63enne di Arosio, in provincia di Como, Felice Tagliabue, 67, faccendiere di Giussano, e Massimo Pirovano, 56 anni, architetto ed ex consigliere del Comune di Carate.

A Caruso Calogero Licata, imprenditore 40enne di Muggio’, e ritenuto prestanome di Vivacqua invece, e’ stato notificato il provvedimento presso la Casa di reclusione di Opera dove si trova in seguito all’arresto eseguito nell’ambito dell’operazione ‘Precious Scraps’ (indagine che ha permesso di scoprire un’organizzazione criminale ramificata nel settore del commercio di materiale ferroso).

Secondo l’accusa, Altobelli sarebbe stato destinatario di oltre 1 milione di euro, da spartire poi con gli altri arrestati, per la modificazione, con lo strumento del piano di governo del territorio e sue varianti, della destinazione d’uso, da agricola a commerciale/residenziale, di cinque aree ed un fabbricato a Carate Brianza. Nel corso delle operazioni sono stati sottoposti a sequestro preventivo beni e quote societarie intestate agli indagati, quantificabili in 1.800.000 euro.

Posted in Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Brindisi, una strage da non dimenticare.

Posted by PRC Muggiò su lunedì 28 Mag 2012

Brindisi, 19 Maggio 2012.

Come prassi quotidiana arriva un autobus da Mesagne, ferma nei pressi dell’Istituto Falcone Morvillo. Le studentesse scese dal mezzo ignorano totalmente che da lì a poco saranno catapultate tragicamente nelle cronache.
Fin dalle prime ore è iniziato un susseguirsi incessante e disordinato di notizie, smentite e ipotesi.
Sarebbero state tre bombole di gpl fatte deflagrare da remoto ad aver causato il forte scoppio che ha coinvolto svariate studentesse, tra cui la deceduta Melissa Bassi.
In un primo momento l’ipotesi di un attacco terroristico-mafioso si è delineata come la più probabile a causa di inusuali coincidenze: la scuola, particolarmente attiva nell’antimafia, dedicata al magistrato Falcone e la moglie Francesca Morvillo, l’imminente arrivo in città della Carovana della Legalità, il ventesimo anniversario della strage di Capaci alle porte. Di lì a poco si è abbandonata la pista mafiosa e si è imputata la strage all’azione di un folle, non coinvolto in organizzazioni di stampo criminale e mafioso.
Con il susseguirsi delle indagini, ogni ipotesi precedente è stata scartata e gli inquirenti brancolano letteralmente nel buio.
A prescindere dal reale esecutore, la strage è un messaggio forte e chiaro che deve necessariamente essere contrastato dalla società civile, dal mondo del lavoro e, ultimo ma non per importanza, dal mondo della scuola. Colpire la scuola e i simboli di un Paese che vuole cambiare è un atto intimidatorio, di becero opportunismo e vigliaccheria inaudita.
All’intimidazione deve necessariamente corrispondere una reazione contraria, un rifiuto netto della violenza e della mentalità mafiosa, in nome di un bene comune e di una giustizia sociale che sono incessantemente sotto l’attacco dei poteri forti coadiuvati da governi di tecnici.
Oggi più che mai è di fondamentale importanza lanciare un segnale forte, amplificando la voce di coloro i quali non accettano più di sottostare a logiche oppressive e terroristiche.
La reazione è giunta immediatamente, la mobilitazione è stata corale.

Noi eravamo presenti in forze la domenica successiva all’attacco dinanzi al comune di Muggiò. Anche qui in città, nonostante la pioggia incessante, è stato organizzato un presidio per portare sostegno a chi nell’attacco ha perso la vita e per esprimere a gran voce, ancora una volta, la voglia di cambiamento, di legalità, di alternativa. Una voce che spesso viene screditata dai poteri forti, dallo scarso sostegno di alcune istituzioni, dall’apatia dei giovani e meno giovani, che però non manca mai di farsi sentire e di ergersi a sostegno di un cambiamento, di un’alternativa al puzzo del compromesso morale e al decadimento della società.

Il nostro impegno non si è fermato al presidio della domenica, ma è continuato Mercoledì 23 a sostegno dell’iniziativa “Un fiore contro le mafie”, promossa da Libera Monza Brianza con il supporto di CGIL CISL UIL nei pressi del Tribunale di Monza. Ci è stata offerta l’occasione di portare la nostra esperienza e di far sentire nostra voce in presenza delle istituzioni, rappresentante dal Procuratore della Repubblica Carnevali, dalla Presidente del Tribunale di Monza Di Oreste, dal sindaco Scanagatti e dall’assessore all’istruzione della provincia Colombo. Rimarcare il messaggio di legalità e di antimafia sociale che quotidianamente è nostro appannaggio, si è rivelato quanto più necessario in concomitanza dell’anniversario della strage di Capaci e dell’attentato di Brindisi.

Noi giovani comunisti abbiamo voluto esserci, abbiamo voluto e vogliamo lanciare un segnale di speranza, di cambiamento, che sia effettivo e non effimero.
Noi giovani comunisti abbiamo voluto esserci e vogliamo esserci perché siamo coscienti che il futuro passa dalle nostre mani.
Noi giovani comunisti abbiamo voluto esserci perché senza legalità e giustizia sociale, il futuro non ha ragion d’essere.

Posted in manifestazione, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

ARRENDETEVI!

Posted by PRC Muggiò su martedì 22 Mag 2012

Posted in Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

2 MAGGIO – FERRERO A MONZA!

Posted by PRC Muggiò su domenica 29 aprile 2012

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

IL LAVORO. Prima di tutto.

Posted by PRC Muggiò su lunedì 22 novembre 2010

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ndrangheta – Incontri con i faccendieri e favori, le mani sugli appalti

Posted by PRC Muggiò su venerdì 16 luglio 2010

Ndrangheta – Incontri con i faccendieri e favori, le mani sugli appalti

da il Giorno

Ponzoni «capitale sociale dell’organizzazione», l’ex assessore regionale Pisani coi calabresi prima del Gp
di STEFANIA TOTARO

— MONZA —
ANCORA MASSIMO PONZONI, ma anche il consigliere regionale Domenico Pisani e il consigliere comunale monzese Rosario Adamo. Altri nomi della politica appaiono tra le pagine di un’altra ordinanza relativa alla maxinchiesta della Dda

di Milano, quella firmata dal gip del Tribunale di Milano Giuseppe Gennari.
Il gip riserva un capitolo ai «Rapporti politici ed istituzionali» dove esordisce: «È chiaro che, se l’obiettivo dei nostri è quello di mettere le mani su appalti pubblici, avere ottimi rapporti con esponenti politici rappresenta un capitale aggiunto di notevole valore e considerevole interesse. Ciò lo si dice, ovviamente, a prescindere dal tipo di “risposta“ del soggetto istituzionale di rife

rimento che talvolta, come nel caso di Oliverio, ma anche di Santomauro e di Ponzoni – si presenta incredibilmente spregiudicata mentre, in altri casi, può essere del tutto neutra. Insomma, queste relazioni altro non sono che parte di quello che il pm, nella richiesta di misura cautelare, definisce il capitale sociale dell’organizzazione criminale. E in questo caso è notevole osservare che è proprio Ivano Perego (presidente della Perego Strade dichiarata fallita dal Tribunale di Lecco nel settembre 2009 e uno degli arrestati) il principale strumento di accesso a quel mondo».
«Per l’ex assessore regionale lombardo Ponzoni – continua il gip – si registra immediatamente un salto di qualità rispetto ai due faccendieri Oliverio e Santomauro. Il percorso attraverso il quale Perego arriva a Ponzoni è esattamente inverso a quello fino ad ora visto. Sono i calabresi che “forzano” un appuntamento con Ponzoni su richiesta di Santomauro; è personalmente Strangio (Salvatore Strangio, anche lui arrestato nella maxioperazione) che procura un appuntamento tra Perego e l’assessore. Ciò a dire che Ponzoni fa parte del capitale sociale della organizzazione indipendentemente e da prima dell’ingresso di Perego e delle sue relazioni (Pavone -uomo di fiducia di Strangio: ti ricordi che domani hai un appuntamento con Ponzoni Massimo alle 16.30?; Perego: si quello della Regione delle cave, lo conosco, va bene..); Pavone: via Taramelli 22 a Milano – una delle sedi della Regione Lombardia)».
Un servizio di appostamento degli inquirenti conferma che in via Taramelli si sono recati Strangio, Perego e Pasquale Nocera, altro uomo di fiducia di Strangio.

È LEGATO INVECE ad Oliverio il passaggio in cui nell’ordinanza si fa riferimento a Domenico Pisani, nato a Stilo (RC), ex assessore regionale, ora consigliere regionale e già candidato alla Provincia di Monza e Brianza. «Il giorno 2 settembre 2009 Perego interessa Oliverio per procurarsi dei biglietti omaggio per il Gran Premio di Formula Uno: con l’occasione, Oliverio propone a Perego di far visita a Pisani con il quale fissa un appuntamento per il giorno successivo. Infatti si incontrano presso la concessionaria di auto di Vedano al Lambro di proprietà di Pisani».
Ancora il 2 settembre 2009 Oliverio «riceve conferma da Perego riguardo all’appuntamento fissato presso gli uffici della Perego con il Consigliere Comunale di Monza Rosario Adamo: Perego precisa di averlo concordato il giorno precedente con il politico, il quale, a causa dell’ignoranza di Perego, a volte viene indicato in alcune conversazioni come Assessore, in altre addirittura come Sindaco di Monza». Sempre il 2 settembre Perego contatta Egidio R., dirigente di una società di costruzioni: «I due discorrono dei lavori di scavo che il primo sta compiendo a Monza, nell’area adiacente a quella dove da poco l’altra società si é aggiudicata l’appalto per la realizzazione del nuovo Polo Istituzionale della Provincia Monza – Brianza. Perego si propone per lo scavo, accennando in tono ironico che si sarebbe servito dei propri influenti appoggi politici per aggiudicarselo (Perego: noi per lo scavo… mica me lo faccio portare via da un altro… chiamo l’assessore della Provincia di Monza… gli dico di chiamare la vostra società…(risata)… gli dico alla politica di dire: guarda che lo scavo lo deve fare Ivano lì…). Poi Perego comunica a Oliverio il suo imminente incontro con Adamo: lo stesso manifesta poi l’intenzione di attivare quest’ultimo, per indirizzare l’assegnazione dello scavo in suo favore. Oliverio approva, prospettandogli l’opportunità di organizzare anche un futuro incontro con “l’Assessore”, che potrebbe individuarsi in Pisani, che i due incontreranno il giorno successivo. Perego non tarda ad informare Pavone degli esiti del suddetto incontro, riferendo di aver incontrato anche il Sindaco di Monza, circostanza da lui riportata che però sembra essere priva di fondamento e che, pare debba essere ricondotta all’incontro con Adamo».

Posted in Muggiò, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

DEGRADO CITTADINO e roghi di rifiuti

Posted by PRC Muggiò su lunedì 14 settembre 2009

Una semplice passeggiata in bici può essere rovinata molto facilmente e da cause parecchio sgradevoli.
Passeggiando in alcune stradine “campagnole” ancora si respira l’aria di una Muggiò che era, una Muggiò che ha le proprie radici nei campi, nelle bellezze della natura semplice…. (cliccare il link per leggere tutto l’articolo)

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SP Rho-Monza, Gatti: “Che fine ha fatto il protocollo d’intesa?”

Posted by PRC Muggiò su venerdì 24 luglio 2009

Milano, 22 luglio 2009. Il capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia – PRC – PdCI, Massimo Gatti, oggi ha presentato un’interrogazione rivolta al Presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà e all’Assessore provinciale alle Infrastrutture, Viabilità, Trasporti e Opere pubbliche stradali, Giovanni De Nicola, per avere aggiornamenti in merito allo stato di attuazione del protocollo d’intesa, siglato da Provincia di Milano, Società Milano Serravalle e Comune di Paderno Dugnano, per la ricerca di una soluzione alternativa e migliorativa nel tratto di affiancamento della Strada Provinciale 46 “Rho-Monza” con la Strada Provinciale “Milano-Meda” nel Comune di Paderno Dugnano.

Tale protocollo, approvato dalla Giunta provinciale il 18 maggio 2009 con Delibera n. 469/09, impegnava Provincia di Milano, società Milano Serravalle e Comune di Paderno Dugnano sia a collaborare al fine di ricercare una soluzione condivisa dal punto di vista tecnico/ingegneristico, urbanistico/ambientale ed economico/finanziario, che a dar vita ad un tavolo tecnico nell’ambito del quale analizzare e valutare le proposte di modifica del progetto preliminare a partire da quella relativa all’interramento nella tratta in adiacenza alla “Milano-Meda”, concordando sull’opportunità di coinvolgere i rappresentanti dei Comitati locali ed associazioni interessate al progetto.

“Mantenendo fede ad un impegno preso in campagna elettorale con il Comitato cittadino interramento ‘Rho Monza’ (CCIRM) di Paderno Dugnano – ha dichiarato Massimo Gatti – ho voluto portare all’attenzione del Presidente, della Giunta e di tutto il consiglio provinciale le istanze sollevate dai cittadini che da tempo rivendicano l’interramento del tratto cittadino della SP 46 Rho Monza.

Mi auguro che il Presidente e l’Assessore competente si impegnino da subito a seguire il tavolo tecnico previsto dal protocollo d’intesa, siglato da Provincia di Milano, Società Milano Serravalle e Comune di Paderno Dugnano, coinvolgendo anche i rappresentanti dei Comitati e gli abitanti delle aree limitrofe al tratto stradale destinato all’allargamento. Da troppo tempo i cittadini aspettano una risposta chiara che spero non tardi ad arrivare da parte di Podestà”.

Federico Gamberini
Ufficio Stampa massimogatti.wordpress.com

L’intepellanza di Gatti riguarda anche tutti i comuni aderenti al Parco del Grugnotorto, che sarà impattato dai lavori di ampliamento della Milano-Meda all’altezza del Carrefour.

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »