Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

    Vintage ornate card in east style. Golden Victorian floral decor. Template frame for greeting card and wedding invitation. Ornate vector border and place for your text.

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘Parco del Grugnotorto’

Eccolo di nuovo, il multiplex!

Posted by PRC Muggiò su martedì 16 giugno 2015

MuggioApprendiamo da notizie di stampa (C.d.S. del 24/5/15) che sul tavolo dell’Amministrazione Comunale muggiorese ci sono 4 proposte di riutilizzo del Multiplex Magic Movie:

  • Campus Universitario
  • Parco giochi per bambini
  • Cittadella dello sport
  • Outlet commerciale

Dopo 11 anni di spreco di denaro e risorse pubbliche, si tenta di riesumare un cadavere di cemento che non avrebbe ma i dovuto vedere la luce.

Rifondazione Comunista è sempre stata per un riuso pubblico della struttura ma nessun organismo pubblico si è mai proposto per il suo riutilizzo.

Alcune proposte potrebbero essere anche interessanti, ma tra il progetto, la realizzazione pratica e la gestione c’è sempre di mezzo il … mare.

Anche perché con la modifica dei vincoli previsti dal P.G.T. per quell’area, deliberati dalla precedente Giunta Zanantoni e mai revocati, c’è il pericolo di un notevole aumento di volumetrie.

Riappare poi tra le proposte quella di un uso commerciale dell’immobile con ciò che ne consegue.

Tale ipotesi, esclusa finora dalla convenzione comunale in essere, si scontrerebbe anche con la moratoria regionale all’apertura di nuovi centri commerciali in atto.

Vogliamo rischiare di vedere attuato l’unico progetto fattibile (e decisamente non interessante né utile), e cioè il centro commerciale?

Comunque si concluda la vicenda, resta sempre da stabilire che tipo di risarcimento avranno Muggiò e i suoi cittadini alla fine di questa sciagurata avventura, voluta da politici miopi e speculatori arroganti, che ha arrecato solo danni alla comunità cittadina.

Quando il Comune siederà al tavolo per scrivere una nuova trattativa col privato sarebbe segno di responsabilità e intelligenza fare proprie alcune richieste e proposte che abbiamo anche scritto nel programma elettorale, come la copertura del tetto con pannelli fotovoltaici oppure l’interramento di metà dei parcheggi per ridare uno spazio verde al Parco oppure ancora utilizzare i parchegghi nell’ottica di un interscambio con la metrotramvia.

ULTIME NOTIZIE DA Infonodo.org: Muggiò – Confermata in appello la condanna a Felice Zaccaria per il fallimento di Tornado Gest – 15/06/2015

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Muggiò, Rifondazione ha le idee chiare. Intervista a Lorenzo Capizzi

Posted by PRC Muggiò su venerdì 23 maggio 2014

lorenzo_modÈ il candidato della lista Rifondazione – Comunisti Italiani. A Muggiò, Lorenzo Capizzi, 55 anni, quadro informatico, consigliere comunale e già presidente del consiglio muggiorese dal 2004 al 2009, è un volto noto. «Da anni svolgo attività politica e nel tempo ho assunto ulteriori incarichi politico amministrativi sia per il comune di Muggiò che per quello di Nova Milanese. Per il Comune di Muggiò sono stato rappresentante nell’Assemblea del Consorzio di Bonifica dell’Alto Lambro (oggi Brianza Acque). Sono un ambientalista (socio fondatore dell’Associazione Amici parco del Grugnotorto per il Comune di Muggiò e animatore di “Puliamo il Mondo” fin dalla prima edizione muggiorese), donatore Avis dal 1991, iscritto alla Filcams CGIL ed all’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia».

Lorenzo, spiega in un tweet cos’è la politica.

Farsi carico della giustizia sociale, dei problemi delle persone e dell’ambiente, tutelare i beni comuni.

Qual è (se c’è) il personaggio (anche non politico) a cui ti ispiri?

Non mi piace il culto delle persone e preferisco prendere dagli innumerevoli esempi della storia le tante cose buone che sono state dette e fatte… ovviamente dai personaggi della sinistra

Chi è stato il primo sindaco di Muggiò?

Enrico Merati, il sindaco della Liberazione

Hai cercato su internet o lo sapevi?

Non solo lo sapevo, ma nel nostro programma elettorale proponiamo di intitolargli una piazza e di valorizzare con targhe comemmorative i luoghi storici della Resistenza muggiorese

Descrivi Muggiò con tre aggettivi

Frammentata (geograficamente e politicamente); Fragile (socialmente ed ambientalmente); Sfidante (per le opportunità di sviluppo e rilancio che un’altra politica ci permetterebbe)

Qual è la cosa più brutta (che non va, che non funziona, che funziona male) di Muggiò?

La gestione dei beni comuni, intesa come gestione deficitaria dei servizi pubblici della città (biblioteca, manutenzione scuole, manutenzione case comunali, ASL e poliambulatorio, Parco del Grugnotorto…) e della ordinaria manutenzione di strade, piazze e verde pubblico

Faresti il sindaco gratis?

Voglio fare il sindaco a tempo pieno, ho due figlie disoccupate ed una moglie che lavora part time; oggi guadagno dai 60 ai 70.000€ lordi annui e facendo il sindaco a tempo pieno avrò un reddito familiare sensibilmente più basso. Al momento non ci sono le condizioni per “rincorrere” le promesse elettoralistiche di altri candidati

Anziché spiegarci perché dovrebbero votare per la tua lista, spiega perché non dovrebbero votare per gli altri candidati.

Zanantoni ha fatto troppi danni alla città perché possa essere riconfermato; è stato compiacente sulla mancata realizzazione di opere dovute alla città (piazza ex-Fillattice, campo 25 Aprile), ha lavorato contro i rapporti partecipativi (livore verso dipendenti comunali e RSU, verso i comitati di quartiere), contro la tutela dell’ambiente (attacco alle aree verdi di cascina Brugola, attacco al Grugnotorto con la mega area feste) e contro il sociale (affossamento “Dopo di Noi” e storno di 500.000€ verso la caserma dei Carabinieri). Spreca somme importanti in operazioni demagogiche (la rotonda) al posto di curare i beni comuni.

La Fiorito è stata inconcludente e remissiva nei cinque anni di opposizione a Zanantoni; chi non ha avuto sufficienti idee e non è stato capace di fare opposizione, come può credibilmente proporsi al governo della città? La mancanza di proposte alternative alla destra, non è anche indice di una mancanza di visione sui bisogni della propria città?

Messina è colluso con le politiche e le scelte di Zanantoni; non c’è un atto amministrativo del “politico di lungo corso” Messina che si discosti da quelli di Zanantoni. Ha portato a Muggiò i “circoli del buongoverno” di Dell’Utri. Votare per lui è votare per le stesse scelte politiche di Zanantoni.

I candidati rimanenti si sono presentati ai cittadini chiedendo loro idee e programmi per la città… indice della loro impreparazione e non conoscenza dei problemi del nostro territorio. D’altra parte cosa ci si potrebbe aspettare da chi fino a pochissimi mesi fa era disinteressato alla cosa pubblica ed alla città?

Da domani sei sindaco. Cosa fai, nell’immediato?

Cancello il progetto di rifacimento della caserma dei Carabinieri (870.000€) e, se possibile, dello sperpero di soldi per un assurdo restyling della biblioteca attuale (230.000€). In un momento di spending review, a Muggiò serve il raddoppio dei Carabinieri impegnati a presidiare il territorio, non la metà del personale bloccato a presidiare la loro stessa sede, (e poi 500.000€ sarebbero del “Dopo di noi” progetto che probabilmente è stato troppo compromesso da Zanantoni). Il milione e 100.000€ risparmiato può essere destinato alla realizzazione di una biblioteca nuova e/o di uno spazio pubblico multidisciplinare. Inoltre attivo la programmazione di una ciclabile nel parco del Grugnotorto, lungo il perimetro delle “vasche”

Una delle “grane” che più hanno fatto discutere Muggiò è relativa all’area Magic Movie. Cosa ne pensi?

Uno dei danni irreparabili che Zanantoni ha arrecato alla città; tra l’altro nel 2009, appena si è insediato, ha rimosso dal PGT i vincoli di destinazione, altezza e volumetria che caratterizzavano quell’area, così che ora diventa sempre più reale la peggiore delle ipotesi, uno speculatore che acquisita l’area per due lire ottiene l’abbattimento della struttura per realizzare l’ennesimo iper centro commerciale. Il mio impegno invece sarà per verificare se esistono i presupposti o per una sua confisca (in quanto bene realizzato con l’apporto di finanziamenti mafiosi) o per il riutilizzo sociale dell’immobile, impegnando le istituzioni pubbliche, dai Comuni fino alla Regione, ad acquisire l’area. Bisogna infine indennizzare il parco Grugnotorto restituendogli le abnormi superfici di parcheggio a raso che sono state autorizzate (proponiamo il loro interramento); il recupero energetico ottenibile ricoprendo le superfici esterne con impianti fotovoltaici potrebbe aiutare nella realizzazione di questo ambizioso progetto.

Qual è stato l’errore più grande dell’attuale amministrazione di Muggiò?

Il disinteresse alla tutela dei beni comuni della città e l’aver fiancheggiato qualsiasi procedimento speculativo privato

Quale, invece, il merito maggiore?

Aver rivendicato sempre e comunque le sue pessime scelte; una riconferma di questa coalizione non lascia alibi ai suoi elettori!


Intervista pubblicata su http://www.mbnews.it/2014/05/muggio-rifondazione-ha-le-idee-chiare-intervista-a-lorenzo-capizzi-elezionitourmb/

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Cartagine deve essere distrutta (Delenda Carthago)!

Posted by PRC Muggiò su lunedì 6 gennaio 2014

Questo il sobrio titolo che la Lega Nord ha dato al proprio messaggio natalizio rivolto ai cittadini muggioresi tramite l’informatore comunale… il succo dell’articolo è il seguente:

“Non deleghiamo alla scuola il compito di trasformare piccoli alunni in grandi maestri di comportalegamento civico per mamma e papà.

Mettiamoci anche del nostro: trasmettiamo a chi ci sta vicino il gusto ed il piacere di camminare per vie e piazze pulite. Dichiariamo guerra agli sozzoni e denunciamoli! Chiediamo un più attento controllo del servizio nettezza urbana ed il raddoppio delle multe per chi insozza la città. Vigili urbani: qualche divieto di sosta in meno e qualche sporcaccione in più!

Curiose le argomentazioni e, a ben pensarci, grottesche le conseguenze:

  • “Non deleghiamo alla scuola il compito di trasformare piccoli alunni in grandi maestri di comportamento civico per mamma e papà”.
    Certo che una scuola che ha rimosso dal suo programma l’insegnamento dell’educazione civica sembra proprio quella scuola evocata (e quindi rivendicata) da questa Lega Nord, una scuola che non ha diritto di insegnare l’educazione civica (a cui l’articolista della Lega non vuole “delegare”) e il basilare insegnamento del rispetto dei beni comuni e del vivere civile.
    Uno stato che arretra sulla trasmissione del valore legato alla tutela dei beni comuni e dell’educazione civica è uno stato che getta le premesse per la propria disgregazione (ma forse questo è in linea con le aspirazioni della Lega Nord).
    Negli scorsi anni è toccato all’educazione civica, nel burrascoso presente è messa in discussione l’educazione tout curt, come è tragicamente sotto i nostri occhi con la brutta pagina dei tagli draconiani al sistema scolastico e universitario o la triste vicenda dei contributi economici alla scuola cattolica a danno della scuola pubblica (p.s.: ma la Lega Nord dov’era mentre si pianificavano ed attuavano queste scelte dementi? Sbagliamo oppure era proprio al Governo?).
    Che senso ha lamentarsi per lo scarso senso civico dei cittadini e contemporanemente demolire le iniziative (“non deleghiamo la scuola”… “Iniziative tipo Puliamo il mondo convincono i lordatori che esistano persone felici di raccogliere la merda altrui!”) di chi, tra mille difficoltà, lavora per far crescere quel germoglio di senso civico ed amore per i beni comuni che spesso dimostriamo di non avere?
  • “Dichiariamo guerra agli sozzoni e denunciamoli! … Vigili urbani: qualche divieto di sosta in meno e qualche sporcaccione in più!”.
    Ecco l’uovo di Colombo: dimostri amore per la tua città quando denunci lo sozzone… ed i vigili? Sostanzialmente accusati di manipolare la scala dei problemi cittadini, vengono richiamati al supremo dovere della caccia allo sporcaccione.
    Quindi quando il giardinetto pubblico si riempie di cartacce o rifiuti, non alzare un dito (o meglio, non chinarti a raccogliere lo sporco, non chiamare i vicini alla moltiplicazione delle giornate del verde pulito in cui mobilitarsi e fare festa per la cura dell’ambiente), ma osserva in cagnesco i vicini e cerca in loro lo sozzone (che è in te?).
    Fa niente se è un bambino… denuncialo! Fa niente se è uno studente cui è stato colpevolmente omesso l’insegnamento dell’educazione civica… denuncialo! E il servizio di nettezza urbana? Fa niente se è gestito dalla TUA Amministrazione. Ed i vigili? Fa niente se dipendono dagli indirizzi politici della TUA Amministrazione (e cercano, tra l’altro, di impedire che si parcheggi sulle strisce pedonali, sulle curve e così via)… denunciali, e per dare l’esempio la Lega Nord, i vigili, li ha richiamati sulle pagine dell’informatore comunale!

Denunciali, denunciali, denunciali… un po’ povero come agire di una forza politica, ma soprattutto ipocrita se pronunciato da chi ha le redini dell’Amministrazione comunale.

Delenda Lega Nord!

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

E l’area a verde di interposizione e mitigazione è diventata un parcheggio per camion

Posted by PRC Muggiò su sabato 3 novembre 2012

Ci eravamo sbagliati!
Ricordate il gran clamore legato alla cosidetta “Area feste”? L’Amministrazione avrebbe dovuto spendere 1,2 milioni di euro per le manie di grandezza del Sindaco che, inspiegabilmente, non poteva negare quell’intervento e salvaguardare le aree del Parco Grugnotorto. Denunciammo immediatamente quella scelta come il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra ad oggi, ma evidentemente sbagliammo, perchè dopo il clamore non si mosse (quasi) nulla.

Il tempo è passato e dell’area feste non si parla più, in compenso il privato, che aveva così bene lusingato l’Amministrazione PDL-LEGA tanto da indurla a presentare osservazioni formali al PTCP di Monza e Brianza, deve aver tirato le sue conclusioni… ed è passato dalle parole ai fatti.

E così la sua “area a verde di interposizione e mitigazione” è stata trasformata in un parcheggio per camion.
Ci limitiamo ad osservare che l’area di cui sopra è classificata nella Carta delle sensibilità paesistica dei luoghi (PGT Tav. DP03) area a sensibilità elevata, e che secondo le Norme Tecniche di Attuazione del Piano delle Regole, quel tipo di aree
Sono le fasce di terreno finalizzate a separare gli insediamenti residenziali o produttivi dagli spazi e dalle attrezzature pubbliche.
Dette aree sono inedificabili e dovranno essere sistemate e mantenute a verde dai privati proprietari….

Ovviamente nessuno dell’Amministrazione di centro-destra si è accorto di nulla. I muggioresi devono rassegnarsi… non c’è progetto urbanistico promosso dal sindaco Zanantoni che non si tramuti in un danno per la collettività!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

I MERAVIGLIATI SIAMO NOI

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 31 ottobre 2012

O forse dovremmo dire sconcertati.
Sconcertati dalla parole del sindaco Zanantoni che nell’edizione del Giornale di Monza del 23 ottobre 2012 non crede ai propri occhi: avviso di garanzia per presunte tangenti da 30.000 euro all’amico, ed ex collega di Giunta a Muggiò,  Sandro Sisler.
Sisler, ex assessore all’urbanistica a Carate e Muggiò, presidente Aler di Monza e Brianza e coordinatore del PDL della provincia di Milano, è accusato di aver intascato (ovviamente a sua insaputa, nel cruscotto dell’auto…) una cospicua tangente per alcuni favori edilizi.
Che il sindaco non creda ai propri occhi è cosa abbastanza prevedibile: non è un caso che durante il su primo mandato da sindaco (1999 – 2004) non tutto fu rose e fiori. Ci sembra di ricordare che fu la sua Giunta a non accorgersi che impegnare i soldi della Multiservizi nei bond argentini era altamente pericoloso, che non si accorse di aver nominato Assessore un signore che millantava titoli accademici inesistenti, che non si accorse di sottoscrivere titoli derivati altamente rischiosi per le casse comunali, che non si accorse di sottoscrivere una convenzione capestro per il campo sportivo 25 Aprile, che ignorando 3.000 firme di cittadini che chiedevano di resistere allo scempio non si accorse di autorizzare la devastazione del Parco permettendo l’edificazione del Multiplex. Ci sembra di ricordare che Sisler quale membro di Giunta fosse corresponsabile, se non promotore, in alcune di quelle disattenzioni.
Oggi Sisler ha convito con una telefonata il nostro primo cittadino della sua innocenza, ora spetta alla Procura di Monza e Brianza procedere con le indagini.
Spaventa la dilagante corruzione politico-imprenditoriale che, purtroppo, distingue fior fior di politicanti lombardi e brianzoli; ma sul nostro territorio quello che preoccupa è la miopia (o sarà totale cecità?) del sindaco Zanantoni nel curare gli interessi della cittadinanza da un lato, mentre dall’altro (per un’acuta visione politica?), sembra elargire la fiducia sua e della Giunta Comunale che presiede a destra e a manca… come si fa con gli amici di una bocciofila.
Tutto questo si ripercuote nelle azioni e nei progetti che l’Amministrazione promuove sulla città, governata senza professionalità: vi ricordate le trattative che il sindaco ha tenuto negli ultimi anni? Tutto concluse con un danno alla cittadinanza a favore di pochi imprenditori privati (ultimo esempio: come mai dell’area feste non si parla più ma l’area agricola del privato, classificata nel PGT come “rispetto ambientale“, è già stata trasformata di fatto in un parcheggio per camion?).
La scarsa lungimiranza e l’assenza di acume nella scelta degli amministratori pubblici sfiduciano l’operato del sindaco che, sbalordito o meno, se le indagini daranno gli esiti paventati, dovrà ammettere l’abbaglio.

“La politica deve essere fatta con le mani pulite” S. Pertini.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Lo SPI di Muggiò aderisce all’appello contro la cementificazione del Parco del Grugnotorto

Posted by PRC Muggiò su giovedì 5 gennaio 2012

“Anche noi dello Spi aderiamo all’appello contro un progetto che prevede di edificare nel parco un’area feste sovradimensionata rispetto alle esigenze di una comunità come quella muggiorese  rendendo inoltre possibile il consumo di un’altra parte del parco per la costruzione di un capannone industriale.

Per noi il consumo spregiudicato del territorio non può che costituire un peggioramento delle condizioni di vita di una comunità.

Siamo invece del tutto favorevoli a interventi a basso impatto ambientale che migliorino il grado di usufruibilità delle aree del parco Spi Muggiò.”

Posted in Ambiente, appello, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

AREA FESTE: il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 12 ottobre 2011

E’ stato presentato alla stampa (non al Consiglio Comunale e alle associazioni locali!) il progetto di un’area feste, frutto della cementificazione di 7.500mq di parco del Grugnotorto, spacciandola come “l’opera più importante dagli anni 60”.
Il progetto è spezzato in 3 lotti ed ha un costo stimato di 1,2 milioni per la realizzazione dei primi 2, ma ha una disponibilità finanziaria di soli 500.000€ che non copre neppure la realizzazione del primo; nessuna stima di spesa per il terzo lotto, il laghetto.
L’area su cui sarà realizzata è inadatta all’intervento perché lontana dai parcheggi, situazione assurda data l’ampia disponibilità di aree pubbliche con parcheggi su via Legnano, dove si potrebbe realizzare un intervento simile, e così l’acquisizione dei 32.000mq di parco diventa uno svantaggio anziché un’utilità.
Il primo lotto che sarà realizzato (che rischia essere l’ultimo) è FUNZIONALMENTE INCOMPLETO: mancano i parcheggi, la messa in sicurezza dell’area, la ristorazione, i magazzini, il riscaldamento/climatizzazione della tensostruttura, i tavoli, il bar; una struttura incompleta e non funzionale che obbliga le future generazioni a nuovi sacrifici. Infatti, dei 500.000€ disponibili, ben 300.000 sono oneri di urbanizzazione dovuti per legge, quindi in aggiunta ai 200.000 del privato la collettività ne deve aggiungere ben 1 milione (senza laghetto)! Se a Muggiò ogni anno nascono circa 100 bambini, vuole dire che i nati del 2012 saranno titolari di un debito-Zanantoni di 10.000€ a testa (senza le future revisioni prezzi).
Nessuna ipotesi sui costi gestionali annuali, che potrebbero superare ampiamente i 60.000€ annui (costode, costi di climatizzazione/condizionamento, acqua, luce, gas, manutenzioni)… se le associazioni dovessero pagare per l’uso dell’area coerentemente ai costi sostenuti bisognerebbe ipotizzare canoni d’uso giornalieri superiori ai 1.000€!
Confrontate questo progetto assurdo con i sussidi irrisori erogati ai cassaintegrati; nel 2011 non supereranno i 9.000€!
Rifondazione-Comunisti Italiani era favorevole ad un’area feste, ma che costasse non più di 200/250.000€; il progetto Zanantoni/Lega sarà invece il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra ad oggi!

Questi i dettagli dei costi:

Primo lotto

BARRIERA DI PROTEZIONE STRADALE                  29.584,80
FORMAZIONE RECINZIONE E CANCELLI                 30.795,24
SCAVI E MOVIMENTAZIONE TERRA                     12.310,35
FONDAZIONI E OPERE IN CA                         60.664,23
PAVIMENTAZIONI ESTERNE                          145.298,22
RETE FOGNARIA – ACQUE SCURE – complessiva         6.654,74
RETE SMALTIMENTO ACQUE METEORICHE – complessiva  20.683,73
RETE ACQUA POTABILE – complessiva                 2.126,40
RETE ELETTRICA E TELEFONICA – complessiva         6.761,76
ILLUMINAZIONE ESTERNA – parziale                 16.538,50
FORMAZIONE PARZIALE BLOCCO A – SERVIZI IGIENICI  45.607,31
STRUTTURA GEODETICA CON CHIUSURA SENZA IMPIANTI 150.000,00
SPESE ACCESSORIE                                110.058,02
Secondo lotto

SCAVI E MOVIMENTAZIONE TERRA                      4.278,03
FONDAZIONI E OPERE IN CA                          8.508,15
PAVIMENTAZIONI ESTERNE                           49.761,02
ILLUMINAZIONE ESTERNA                             5.279,08
BLOCCO SERVIZI A – RISTORAZIONE                  99.285,20
BLOCCO SERVIZI B – AREA BAR                     105.130,43
LOCALI RIFIUTI DIFFERENZIATI                      6.756,00
BAR                                              17.378,24
SALETTA PER INCONTRI DI ATTUALITA’               34.298,10
OPERE A VERDE                                    29.354,10
ARREDO URBANO                                    25.787,94
COMPLETAMENTO STRUTTURA GEODETICA                54.000,00
FORNITURA E POSA TENSOSTRUTTURA                  22.000,00
SPESE ACCESSORIE                                 81.109,31

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »

Fermiamo la Legge Regionale 76 e salviamo i parchi lombardi!

Posted by PRC Muggiò su lunedì 18 luglio 2011

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Multiplex all’asta? Dannosa l’espansione volumetrica

Posted by PRC Muggiò su giovedì 27 maggio 2010

Non serve nessuna espansione volumetrica per dare una nuova chance economica a quel cubo di cemento (se solo ci fosse la volontà politica!); si può lasciare inalterata la struttura attuale utilizzandone tetto e pareti per realizzare una centrale per la produzione industriale di energia elettrica da pannelli fotovoltaici.

Dai dati presenti in uno studio di fattibilità di un Ingegnere iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Milano, emergono i seguenti dati:                       

un pannello fotovoltaico ha dimensioni tipiche di 1.6 x 1.0 mt e, in condizioni ottimali, genera circa 245W.

PRIMO SCENARIO: 9.600mq sul tetto attuale del Multiplex
Supponendo di avere a disposizione una superficie di 80 x 120 mt, si possono disporre i pannelli con inclinazione di 30° in file aventi passo 3.55 m circa (per evitare ombreggiamenti reciproci tra le file ed avere l’inclinazione ottimale).
Si ottengono circa 33 file di pannelli (ognuna composta da 80 pannelli) per un totale di 2640 pannelli: una potenza nominale di circa 650kW ed una produzione effettiva di circa 760.000kWh/anno

SECONDO SCENARIO: 50% del tetto attuale del Multiplex + banda di 8mt sui tre lati delle pareti esposte a sud
In questo caso la superficie del tetto è dimezzata, ma quasi interamente compensata dalle superfici disponibili sulle tre pareti.
Si ottengono 1.320 pannelli sul tetto + 1.120 pannelli sulle pareti per un totale di 2440 pannelli: una potenza nominale di circa 600kW ed una produzione effettiva di circa 700.000kWh/anno

Considerando che i costi di installazione per un impianto industriale di questo tipo dovrebbero variare da 1,5 a 1,6ML di euro, ed i ricavi ottenibili dovrebbero variare da 340.000 a 370.000 euro anno, l’impianto si ammortizza in 5/6 anni …. il tutto senza nessun sopralzo della struttura esistente (attenzione: la “vela” tanto cara a Sindaco e curatori ha il solo effetto di impedire l’utilizzo industriale del tetto).

Anche se non serviva nessuna verifica è confermato, anche con calcoli economici, che la devastazione del Grugnotorto è la diretta conseguenza dell’assenza di volontà nel progettare un vero futuro al Parco da parte di Zanantoni, PDL e Lega Nord.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Festa del Parco – 23 maggio 2010

Posted by PRC Muggiò su domenica 16 maggio 2010

scarica il formato pdf: Festa 2010

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Multiplex e curatela fallimentare; le premesse per un nuovo contenzioso

Posted by PRC Muggiò su sabato 27 marzo 2010

E’ evidente che il progetto dei “curatori” è marketing puro, propedeutico alla gara d’asta con cui si procederà alla vendita dell’immobile. Si tratta di mettere in bella mostra le potenzialità speculative che un ipotetico compratore potrà in futuro sfruttare (potenzialità che, detto per inciso, alla luce della deregulation introdotta dall’amministrazione Zanantoni con le modifiche alle norme del PGT dal punto di vista dei curatori adesso sono assolutamente legittime e reali).

Preoccupa particolarmente la posizione supina di Zanantoni che enfatizza le ipotesi dei curatori senza fare menzione alcuna alle compensazione ambientali a suo tempo sottoscritte da Tornado Gest (e mai rispettate):

  • che fine hanno fatto le previste piantumazioni, sistemazione a verde, nonché la realizzazione di percorsi pedonali?
  • che fine ha fatto la prevista munutenzione decennale delle suddette aree sistemate a verde?
  • che fine hanno fatto il previsto laghetto artificiale e la club house?
  • che fine ha fatto la prevista realizzazione di 19.200 mq di parcheggi?

Oggi Zanantoni non dice pubblicamente se la sua amministrazione chiederà il rispetto delle pattuizioni mai onorate da Tornado Gest e non avanza nessuna esigenza di indennizzo ambientale (per il bene del parco) a seguito della ulteriore cementificazione permessa dalle sue modifiche al PGT.
Perchè nessuno dice che mettendo mano a quell’intervento sarebbe pubblico interesse che almeno la metà dei parcheggi previsti venissero interrati?
Se un domani Zanantoni vorrà difendere gli interessi pubblici sta creando le premesse per un nuovo contenzioso con il futuro acquirente dell’immobile, se invece ha già deciso di svendere gli interessi pubblici … è un’altro discorso. 

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

PGT: la destra lo sfregia, la destra se lo approva

Posted by PRC Muggiò su domenica 17 gennaio 2010

Con la votazione delle 82 osservazioni al PGT adottato ad aprile 2009, la nuova maggioranza di destra fà ben intendere qual’è il suo concetto di “governo del territorio”.

  • MULTIPLEX nel Parco Grugnotorto; riduzione delle aree del parco di almeno 20.000mq, nessuna limite di volumetria (truffati gli elettori di destra: nel programma elettorale di Zanantoni era scritto “Risoluzione della questione “Multisala” senza alcuna previsione di ampliamenti volumetrici”!), e nessun limite di destinazione d’uso ai privati che vorranno portare avanti quella speculazione. In cambio di simili regali nessuna cessione di area o indennizzo al Parco per lo scempio subito e per quello che subirà. Dovè l’interesse pubblico per simili scelte?
  • Parco Grugnotorto; create le premesse giuridiche per togliere altri 6.000mq di parco trasformando un’area agricola in area industriale
  • Perequazione; introdotta la possibilità di monetizzare le aree dovute. A forte rischio la possibilità di realizzare la prevista fascia di tutela ambientale lungo il Villoresi e l’acquisizione di aree nel Parco Grugnotorto
  • Aree industriali/artigianali D2 (100.000mq); sarà più facile la trasformazione in zone residenziali perchè si è allentato il richiamo alle finalità socio/ambientali cui una possibile trasformazione doveva rispondere (risparmio energetico, alloggi per finalità sociali, servizi alla persona, dotazione parcheggi ecc.)
  • Sottotetti; liberalizzazione completa, permettendone il recupero a residenza non solo per quelli esistenti ma addirittura nei futuri PA (Piani Attuativi dove  la volumetria massima è “convenzionata”), permettendo che abbiamo ingressi indipendenti dalla abitazione principale, permettendo di progettarli e realizzarli, senza pagare gli oneri, con gli indici propri della residenza (salvo le finestre)
  • Centro storico; aumento degli indici e delle altezze realizzabili. Adesso sono ammessi 4 piani!

Il risultato finale è un PGT che non governa le spinte più estreme della speculazione edilizia, ma che anzi gli fornisce una cornice di tutela legale. Da oggi Muggiò è più esposta a queste minacce e già la destra annuncia il ricorso massiccio ai PII per stravolgere ulteriori parti del PGT che dice di non condividere (ma in C.C. non ha detto quali sono!).

Convinto il voto contrario di tutto il centro-sinistra.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

LEGA NORD. IL CONFLITTO D’INTERESSE NON RISOLTO

Posted by PRC Muggiò su venerdì 18 dicembre 2009

Settimana scorsa tutte le parti interessate (il Sindaco Zanantoni, il Segretario Provinciale della Lega Romeo) ci avevano dato le piu’ ampie assicurazioni che le dimissioni del Vicesindaco Galimberti erano solo un episodio circoscritto, di carattere personale, e che tutto sarebbe continuato come prima.

Dalla data delle dimissioni però il rappresentante della Lega Nord non si e’ piu’ presentato in commissione urbanistica, ed oggi (domenica 13 dicembre) ci viene comunicato che il Consiglio Comunale previsto per lunedi’ 14 dicembre sarà annullato perchè la maggioranza non è in grado di garantire il numero legale.

L’incapacità di garantire il numero legale ha l’effetto di accorciare ai minimi termini i tempi di discussione sulle osservazioni al PGT, impedendo di discutere adeguatamente delle scelte cementificatorie adottate da questa maggioranza (parco del grugnotorto, svuotamento dello strumento della perequazione, edificazione sfrenata di sottotetti e box, rimaneggiamenti nel centro storico).

Così, per oscure lotte di potere interne alla maggioranza, si mortifica il ruolo del Consiglio Comunale costretto ad assistere impotente a ciò che succede sopra la sua testa.

Se per un conflitto d’interesse così “veniale”, il presidente del CAI nella commissione sport e tempo libero, ci si dimette da vicesindaco, come mai per la Presidenza del Consiglio Comunale affidata ad un professionista edile, per la coabitazione con una lista civica presieduta da un “progettista edile-imprenditore”, per le scelte urbanistiche sul PGT tutto tace ed apparentemente nulla si muove?

MUGGIO’ NON SI MERITA QUESTO CLIMA TORBIDO. LA LEGA NORD CHIARISCA ALLA CITTADINANZA SE CONDIVIDE GLI STRAVOLGIMENTI CHE SARANNO INTRODOTTI NEL PGT CON LA VOTAZIONE DELLE OSSERVAZIONI.

—————————————————————————————

MERCOLEDI’ 16 DICEMBRE LA LEGA HA RISOLTO IL SUO CONFLITTO E SCIOLTO OGNI DUBBIO. Schiacciata dalle pressioni del suo responsabile Provinciale o per libera scelta il risultato non cambia. 

VOTA A FAVORE DI S.L.P. ED ALTEZZE ILLIMITATE NEL PROSSIMO PIANO INTEGRATO DI INTERVENTO CHE DEVASTERA’ NUOVAMENTE IL PARCO DEL GRUGNOTORTO E GALIMBERTI, PRESENTANDO UNA LETTERA DI SCUSE, RIENTRA IN GIUNTA COME SE NULLA FOSSE… I GUAI PER IL PARCO GRUGNOTORTO NON POSSONO CHE PEGGIORARE!

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

SP Rho-Monza, Gatti: “Che fine ha fatto il protocollo d’intesa?”

Posted by PRC Muggiò su venerdì 24 luglio 2009

Milano, 22 luglio 2009. Il capogruppo in Provincia di Milano per Lista civica un’Altra Provincia – PRC – PdCI, Massimo Gatti, oggi ha presentato un’interrogazione rivolta al Presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà e all’Assessore provinciale alle Infrastrutture, Viabilità, Trasporti e Opere pubbliche stradali, Giovanni De Nicola, per avere aggiornamenti in merito allo stato di attuazione del protocollo d’intesa, siglato da Provincia di Milano, Società Milano Serravalle e Comune di Paderno Dugnano, per la ricerca di una soluzione alternativa e migliorativa nel tratto di affiancamento della Strada Provinciale 46 “Rho-Monza” con la Strada Provinciale “Milano-Meda” nel Comune di Paderno Dugnano.

Tale protocollo, approvato dalla Giunta provinciale il 18 maggio 2009 con Delibera n. 469/09, impegnava Provincia di Milano, società Milano Serravalle e Comune di Paderno Dugnano sia a collaborare al fine di ricercare una soluzione condivisa dal punto di vista tecnico/ingegneristico, urbanistico/ambientale ed economico/finanziario, che a dar vita ad un tavolo tecnico nell’ambito del quale analizzare e valutare le proposte di modifica del progetto preliminare a partire da quella relativa all’interramento nella tratta in adiacenza alla “Milano-Meda”, concordando sull’opportunità di coinvolgere i rappresentanti dei Comitati locali ed associazioni interessate al progetto.

“Mantenendo fede ad un impegno preso in campagna elettorale con il Comitato cittadino interramento ‘Rho Monza’ (CCIRM) di Paderno Dugnano – ha dichiarato Massimo Gatti – ho voluto portare all’attenzione del Presidente, della Giunta e di tutto il consiglio provinciale le istanze sollevate dai cittadini che da tempo rivendicano l’interramento del tratto cittadino della SP 46 Rho Monza.

Mi auguro che il Presidente e l’Assessore competente si impegnino da subito a seguire il tavolo tecnico previsto dal protocollo d’intesa, siglato da Provincia di Milano, Società Milano Serravalle e Comune di Paderno Dugnano, coinvolgendo anche i rappresentanti dei Comitati e gli abitanti delle aree limitrofe al tratto stradale destinato all’allargamento. Da troppo tempo i cittadini aspettano una risposta chiara che spero non tardi ad arrivare da parte di Podestà”.

Federico Gamberini
Ufficio Stampa massimogatti.wordpress.com

L’intepellanza di Gatti riguarda anche tutti i comuni aderenti al Parco del Grugnotorto, che sarà impattato dai lavori di ampliamento della Milano-Meda all’altezza del Carrefour.

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Lo scudo fiscale di Giulio Tremonti in soccorso di Felice Zaccaria?

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 15 luglio 2009

Lo scudo fiscale della vergogna, ideato da questa destra demagogica e dalla Lega Nord a protezione degli evasori fiscali (quando va bene) e dei malavitosi (potenzialmente, quando va male), è un provvedimento che si estenderà fino al dicembre 2007… sarà un colpo di spugna anche sui reati societari: dal falso in bilancio alla bancarotta fraudolenta.
Come cittadini muggioresi dovremmo essere molto interessati a capire quali nefandezze saranno condonate con questo provvedimento incivile, perchè la nostra cittadina ha un ben triste primato in questo campo. Ricordiamo solo alcuni casi:

Vuoi vedere che il nostro “felice“, casualmente, rimpatria dall’estero un pacco di quattrini della cui provenienza nessuno sa (e nessuno saprà mai) ed a quel punto, forte dello scudo tremontiano dovremo non solo chiedere scusa … ma pure ringraziarlo di aver contribuito alla ricostruzione dell’Abruzzo?

E in questo scenario da incubo… sarà Zanantoni a ridare dignità e decoro al Parco del Grugnotorto violentato, al Diritto ed alle Istituzioni offese, a cittadini e società di capitali truffati per milioni di euro?

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

17 Maggio: festa del Parco Grugnotorto. Si parte da Muggiò

Posted by PRC Muggiò su venerdì 15 maggio 2009

Programma festa del Parco Grugnotorto 2009

Programma festa del Parco Grugnotorto 2009

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Cinisello, 10 Maggio: inaugurazione dell’OASI nel Parco Grugnotorto

Posted by PRC Muggiò su lunedì 4 maggio 2009

Programma inaugurazione oasi a Cinisello

Programma inaugurazione oasi a Cinisello

Posted in Ambiente, Politica | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

IL PGT CHE SOSTERREMO IN CONSIGLIO COMUNALE

Posted by PRC Muggiò su sabato 27 settembre 2008

Una comunità è tale quando condivide e sostiene una serie di beni comuni; nell’antichità si sarebbe parlato di aria, acqua, terra e fuoco. Oggi l’equivalente di quei beni comuni sono la lotta per la qualità dell’aria (trasporti pubblici e non privati; lotta agli inquinamenti in tutte le forme in cui si manifestano), la battaglia per mantenere nelle mani pubbliche tutto il ciclo integrato dell’acqua (dalla captazione, all’erogazione, alla depurazione), la lotta per il lavoro e la casa (lotta al precariato sociale e dignità delle persone), la lotta per garantire nelle mani pubbliche i servizi a rete che gravitano nel settore dell’energia (gas, luce). In quest’ottica l’attuazione del PGT deve rispondere non tanto a fabbisogni di mercato ma principalmente ai bisogni delle fasce di reddito che sono e rischiano di essere emarginate dalla fruizione dei beni e servizi della Città.

 

Obiettivo principale del PGT sarà quindi di consentire uno sviluppo armonico della nostra città nel rispetto dell’ambiente e del territorio per garantire una migliore qualità della vita. Muggiò dovrà mantenere quei caratteri urbani che l’assimilano ai paesi della Brianza, più che ai comuni limitrofi dell’area nord di Milano.

 

Per questo bisognerà:

a)     arginare la pressione insediativa della vicina metropoli milanese;

b)     prevedere edifici contenuti in altezza e densità; indici superiori ai 1.8 mc/mq, ed altezze superiori ai 18 metri, non sono compatibili con uno sviluppo armonico della nostra citta.

c)      conservare le aree agricole; ampliare e attrezzare le aree verdi esistenti

d)     elaborare un piano di recupero delle aree dimesse, al centro e in periferia – nell’ottica di un contenimento del consumo del territorio non ancora cementificato – con particolare riguardo al recupero urbanistico ed edilizio del vecchio nucleo storico; le linee guida ed i parametri di riferimento per considerare interventi nelle aree dismesse sono:

·        obbligo di PII e vincolo nelle altezze convenzionate (massimo 5 piani per impedire negli anni futuri la trasformazione dei sottotetti); le aree adiacenti ai perimetri dei PII non potranno subire cambi di destinazioni d’uso “impliciti”

·        recupero in loco di standard urbanistici che siano superiori agli indici del Piano delle Regole (verde, parcheggi pubblici, risparmio energetico ed uso di fonti energetiche alternative)

·        priorità alle richieste il cui standard qualitativo realizza interventi, o parti di interventi significativi, individuati nel Piano dei Servizi

·        programmazione, durante la validità quinquennale del PGT, del quantitativo massimo di aree dismesse ammesse al recupero per realizzare parti necessarie del Piano dei Servizi

e)     prevedere un corretto e adeguato inserimento delle attività produttive e commerciali:

f)        elaborare un piano dei servizi, che rappresenti un avanzamento politico rispetto a quello esistente, perché in grado di rispondere ai veri bisogni della città.

 

Tra gli obiettivi generali deve essere annoverato non tanto il recepire i contenuti degli strumenti urbanistici sovracomunali che hanno ricadute sul territorio di Muggiò (Piano Territoriale Paesaggistico della Regione; Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia e gli indirizzi del Piano d’Area per la Brianza; gli strumenti predisposti dal Parco del Grugnotorto), quanto la scelta di interloquire con quei livelli sovracomunali al fine di orientarli (per quanto nelle possibilità dell’Amministrazione) coerentemente alla nostra visione della città pubblica.

 

In particolare questa azione sarà volta a

  1. contrastare ogni ipotesi insediativa nelle aree nord della citta (aree Pam Antares) per conservarle a destinazione agricola su tutti e tre i comuni di Muggiò, Desio e Lissone
  2. rafforzare il Parco del Grugnotorto e specialmente la tutela delle sue aree, sostenendo l’accorpamento delle aree nel Parco Nord con conseguente estensione dei vincoli regionali sulle nostre aree
  3. contrastare nuove ipotesi di centri commerciali che venissero individuati nelle vicinanze di Muggiò
  4. sostenere i progetti di estensione della mobilità pubblica, specie se su ferro, individuando la Stazione ferroviaria di Lissone e la metro-tramvia di Cinisello, il rinnovamento della linea tranviaria Milano-Desio, la futura stazione metropolitana di Monza/Cinisello, quali assi privilegiati di accesso a Milano

 

BENE CASA. Vogliamo introdurre nel Piano delle Regole una norma che rende obbligatoria la messa sul mercato dell’affitto, per un determinato numero di anni, una percentuale degli immobili realizzati tramite Piani Attuativi, indipendentemente dal fatto che tali Piani Attuativi siano di iniziativa pubblica o privata.

 

MOBILITA’. Purtroppo i danni derivanti da decenni di mancata/insufficiente programmazione della mobilità sono quasi irreparabili e la realizzazione delle bretelle Nova/Muggiò/Desio e tangenzialina su via Baradello sono l’ultima possibilità per incanalare il traffico di attraversamento e garantire la continuità del tessuto urbano tra centro e periferie. Bisognerà, inoltre, ricercare un sistema di integrazione tra trasporto su ferro (Lissone, Cinisello, Nova Milanese) e su gomma (nuovo centro di corrispondenza Bus/auto presso il Multiplex), pubblico e privato, per ridurre gli inquinamenti e i consumi energetici, per aumentare la sicurezza e la disponibilità a percorsi ciclopedonali, in una parola per migliorare la vivibilità dei quartieri cittadini.

 

Per la riqualificazione ambientale e paesaggistica della Città bisognerà rafforzare un sistema di aree verdi, sia con aree a carattere specifico di parchi (Parco Casati, Parco Superga …) e giardini, sia potenziando la funzione ecologica delle aree agricole (Parco del Grugnotorto), sia avvalendosi della presenza del Canale Villoresi, lungo il cui tracciato ci impegniamo a non permettere cambi di destinazione d’uso, per un’ampiezza di almeno 100mt.

 

 

Col PGT si proverà ad affrontare un nuovo rapporto tra programmazione degli interventi e sostenibilità, soprattutto in riferimento al tema dell’energia, individuando come ulteriore criterio per le realizzazioni inserite nel Piano non solo i tradizionali parametri urbanistici, edilizi ed ambientali, ma anche quelli propri del risparmio energetico e della utilizzazione delle fonti energetiche alternative.

 

Sarà fondamentale mettere in atto politiche di ‘contenimento’ del consumo di territorio attraverso la quantificazione di obiettivi e ‘soglie dimensionali’ nel quinquennio di vita del Piano, differenziati tra interventi residenziali e interventi terziario direzionali e produttivi, tenendo conto del fatto che nel PRG vigente gli spazi assegnati al terziario paiono esuberanti rispetto ai fabbisogni e che questo non può tradursi in un trasferimento automatico delle volumetrie precedentemente ipotizzate in analoghe volumetrie residenziali.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »