Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘Provincia’

Tagli al trasporto pubblico

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 25 gennaio 2017

La demenziale decisione della giunta provinciale di Monza e Brianza di eliminare le linee di autobus z225 e z227 e’ figlia di una concezione del trasporto pubblico locale non come un servizio essenziale su cui investire in ossequio all’art.3 della Costituzione (e’ compito della repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del paese), ma come un ramo secco da tagliare.

Non importa se a pagarne le conseguenze saranno migliaia di persone che vedranno peggiorare le loro condizioni di vita, l’importante è far quadrare i bilanci.

Secondo noi diverse linee pubbliche, per le loro caratteristiche specifiche, non saranno mai in attivo ma avranno sempre bisogno del sostegno della fiscalità generale.

Il pasticcio della cosiddetta “eliminazione delle province”, con conseguente ridimensionamento delle funzioni e taglio dei fondi a favore dello Stato, rende ancora piu’ confusa la situazione perche’ chiama in causa Governo e Regione Lombardia in un balletto nel quale gli interessi dei cittadini sono i primi ad essere sacrificati… noi non dimentichiamo che la regione preferisce stanziare centinaia di milioni per finanziare la BREBEMI, la Pedemontana o il gran premio di Monza piuttosto che investire nel trasporto pubblico, mentre il governo, dopo aver fatto cassa con la finta abolizione delle province ha trovato in pochi giorni 20 miliardi per le banche!

Ciò genera contraddizioni anche all’interno delle istituzioni locali, tra la provincia e i sindaci dei comuni interessati, tutti a guida PD, e c’è voluta la correttezza della senatrice PD Ricchiuti per andare alla radice del problema, con una interrogazione al ministro dei trasporti Delrio..

Ad oggi solo la continua e costante mobilitazione dei cittadini permetterà di far cambiare idea alle istituzioni tutte, Provincia, Regione e Stato, e per quanto possibile il P.R.C. sara’ in prima linea a sostenere le ragioni del bene comune.

Posted in Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Democrazia di seconda mano

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 11 gennaio 2017

Nel 1861 si tenne la prima elezione politica del nascente Regno d’Italia, vinta a maggioranza da Camillo Benso di Cavour, esponente della Destra Storica.

Ebbero diritto di voto solo i possessori dei diritti civili e politici dei Regi Stati, di oltre 25 anni, non analfabeti, che potessero dimostrare “di pagare un annuo censo non minore di lire italiane quaranta” (Regio Decreto 20 novembre 1859, n.3778), appartenenti a determinate classi professionali.

Tale “diritto” fu assegnato a poco meno del 2% degli italiani, di essi votarono il 57%.

Nei giorni scorsi lo 0,1% degli abitanti in Provincia di Monza e Brianza – pari agli 862 consiglieri aventi diritto di voto (elezione indiretta delle Provincie, Legge Delrio 7 aprile 2014, n.56) – è stato chiamato ad eleggere il nuovo Consiglio Provinciale.

Roba da far impallidire il Re!

democrazia-tra-virgolette1Degli 862 consiglieri si sono recati a votare 697, 22 di questi hanno votato scheda bianca o nulla.

Probabilmente non si sono presentati molti consiglieri 5 Stelle che non hanno presentato una lista di candidati. Alcune schede nulle sono sicuramente un apprezzabile atto di protesta contro la truffa delle elezioni indirette e lo sbeffeggio della sovranità popolare.

Di fatto – come alcuni cronisti hanno commentato – si tratta di una casta che si auto-riproduce, superando le barriere del sistema democratico.

Uno sguardo alle cifre conferma l’affermazione.

Su 16 seggi disponibili:

  • eletti 10 consiglieri PD con 370 voti [si considerano i voti reali dei singoli consiglieri votanti, non i voti ponderati sulle dimensioni di popolazione dei comuni], il più votato ha ricevuto 70 preferenze, il secondo 54, il terzo 33;

  • eletti 4 consiglieri di centrodestra con 144 voti, il più votato ha ricevuto 45 preferenze;

  • eletti 2 consiglieri leghisti con 122 voti, il più votato ha ricevuto 60 preferenze;

  • nessun seggio alla lista delle forze civiche, che ha ricevuto 39 voti.

In percentuale il centrodestra, la Lega e le civiche hanno raccimolato più voti nei piccoli comuni mentre il PD – sempre in percentuale sui votanti – ha raccolto più preferenze nei comuni medio-grossi.

Rifondazione Comunista si schiera con chi si sente truffato da questa votazione antidemocratica e demagogica e farà di tutto per sottoporre tale processo al giudizio della Corte Costituzionale.

La sovranità è del popolo!

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

CICLO DEI RIFIUTI

Posted by PRC Muggiò su venerdì 21 marzo 2014

Parte 2. La situazione in Brianza

LEGGI LA PARTE 1

Rifondazione Comunista lotta per il controllo pubblico e trasparente del ciclo dei rifiuti.

I_rifiuti

Cosa rileviamo oggi? L’Assenza totale della Provincia ( emblematica l’astensione sul piano finanziario di BEA: se ne sono lavati le mani) e mancanza di un piano d’ambito, mancanza di programmazione, assenza totale dell’azione dei Sindaci nell’indicare una strategia per la gestione del ciclo dei rifiuti in Brianza, mancanza di trasparenza.
Tre consorzi di smaltimento in concorrenza al ribasso tra di loro (BEA-CEM e Consorzio Provinciale della Brianza Milanese)
Sei aziende per la raccolta e la pulizia.
Cosa fare per il prossimo futuro per assicurare un reale controllo pubblico all’insegna della trasparenza, della partecipazione dei cittadini, rispetto delle norme vigenti e l’applicazione della sentenza della corte costituzionale di luglio 2012 n°199 (bocciatura della norma sulla privatizzazione dei servizi pubblici)?

Noi proponiamo:
1. Accorpamento per fusione dei tre consorzi di smaltimento depurati da eventuali presenze dei privato;
2. creazione delle premesse per la costituzione di un gestore unitario;
3. ridefinire il ruolo del pubblico oggi minoritario nella gestione dei rifiuti;
4. introduzione del controllo analogo nella gestione dei rifiuti.

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 1 Comment »

Solidarietà ai lavoratori Carrier

Posted by PRC Muggiò su domenica 12 gennaio 2014

NO alla delocalizzazione della Carrier di Villasanta

Solidarietà ai 212 lavoratori della Carrier di Villasanta e alla loro lotta. La multinazionale Carrier, nonostante i bilanci in attivo, vuole chiudere lo stabilimento brianzolo e delocalizzare in Repubblica Ceca e Francia. Con i lavoratori: difendiamo la Carrier, difendiamo il lavoro in Brianza.

Il territorio brianzolo si sta trasformado drammaticamente in un deserto produttivo ed industriale.

Carrier Villasanta

Rifondazione Comunista è con le ragioni e le giuste rivendicazioni dei lavoratori/lavoratrici della Carrier di villasanta che chiedono il ritiro di un pesante piano di dismissione e delocalizzazoione che, nonostante i bilanci in attivo, vuole chiudere lo stabilimento brianzolo e delocalizzare in Repubblica Ceca e Francia.

Una delocalizzazione questa che rappresenta una ulteriore pesante e drammatica distruzione di posti di lavoro, professionalità, competenze, presidi industriali siti produttivi nel nostro territorio e nel nostro paese.

La situazione è drammatica. Il nostro territorio si sta trasformado drammaticamente in un deserto produttivo ed industriale, casse integrazioni di ogni ordine e grado, esuberi. Dismissioni e delocalizzazioni di siti produttivi ed industrili. Esodati.

Rifondazione Comunista Federazione Monza e Brianza è attenta e partecipe nel sostenere tutte le lotte e le iniziative dei lavoratori/lavoratrici della Carrier di Villasanta, della propria RSU nel comune intento di difendere il lavoro, il sito industriale in Italia e le competenze.

Esprimiamo, con convinzione, tutta la nostra vicinanza e solidarietà ai 212 lavoratori e lavoratrici della Carrier di Villasanta ed alla loro lotta.

Con i lavoratori e le lavoratrici: NO alla delocalizzazione della Carrier di Villasanta, difendiamo il presidio industriale, il lavoro in Brianza. Il diritto al lavoro. La dignità del lavoro.

Rifondazione Comunista Federazione Monza e Brianza – Dipartimento Lavoro.
Monza 10 gennaio 2014
brianzapopolare.it

Posted in Lavoro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

FALLIMENTO PANEM

Posted by PRC Muggiò su venerdì 19 luglio 2013

Mezzo di invio: e-mail Monza, 16 luglio 2013

Spett. li

COMUNE di Muggiò

Sindaco Zanantoni

E p.c. PREFETTURA Monza e Brianza

E p.c. ARIFL Regione Lombardia

Dottor Bianchessi

E p.c. PROVINCIA di Monza e Brianza

Dott.ssa Zoppè

Come già fatto in passato vorremmo aggiornarvi sulla crisi aziendale di PANEM ITALIA-NUOVA PANEM. Il 16 luglio abbiamo assistito all’esito di “non aggiudicazione” dell’udienza della gara per individuazione del miglior offerente convocata dalla Dott.ssa Giovanetti in data 18 giugno 2013 come documentabile attraverso pubblicazioni su http://www.fallimentimonza.com/

Siamo stati informati della presentazione di due offerte tra cui anche quella di LOGICOMPANY 3 Srl di Gubbio. Come avevamo già evidenziato ribadiamo di interesse prevalente e predeterminante un piano di prospettiva industriale e di tenuta occupazionale e sociale che non possa prescindere dal mantenimento degli attuali addetti. Cosa, pur sofferta e complicata, in gestione con gli accordi sindacali sottoscritti con Nuova Panem.

Ci pare di aver compreso indirettamente, anche attraverso documentazioni sindacali a noi disponibili, che tale LOGICOMPANY 3 Srl abbia come missione industriale investimenti nel settore dei trasporti svolgendo attività di trasporto merci in ambito nazionale nel settore della grande distribuzione organizzata.

Chiediamo al COMUNE di Muggiò, e gli enti in lettura laddove preposti, a salvaguardare la destinazione industriale del sito di Via Pavia in Muggiò affinché sia impedita qualunque ipotesi speculativa. Chiediamo al COMUNE di Muggiò a verificare presso gli organismi della procedura concorsuale tale situazione.

Cordiali Saluti.

per FAI Cisl FLAI Cgil UILA Uil

Vincenzo Nisi Matteo Casiraghi Paolo Castiglioni

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »