Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘sanità’

La privatizzazione della sanità – L’attualità della Costituzione – Il Frente Amplio

Posted by PRC Muggiò su martedì 23 gennaio 2018

vittorio-agnoletto

Carissim*,

  1. prosegue la campagna contro la privatizzazione della sanità in Lombardia, ed in particolare contro le delibere della giunta Maroni, che inseriscono la figura del  “gestore” per i cittadini malati cronici, circa 1/3 di tutta la popolazione lombarda. Il modello proposto in Lombardia si pone l’obiettivo di distruggere il SSN, Servizio Sanitario Nazionale, sostituendolo con un sistema assicurativo privato. La destra ha già dichiarato che quanto avviene in Lombardia funzionerà da apripista a livello nazionale e l’attuale ministra della sanità ha già avuto modo di dichiarare che guarda con interesse a quanto si sta sperimentando in Lombardia. Tutto fa temere che, se non riusciremo a fermare la controriforma lombarda, sarà tutto il SSN ad essere sotto tiro con il rischio di essere consegnato ai grandi “gestori” privati. Ecco perché credo che questo tema non interessi solo chi vive in Lombardia.
    Potete trovare tutto il materiale esplicativo sul mio sito:  http://www.vittorioagnoletto.it/milano-lombardia
    Gli ultimi documenti sono disponibili a questi link:
    Lettera aperta all’assessore Gallera 
    Rifiutate il gestore, stracciate la lettera
    Dott. Bosio non sfugga il confronto
    Per chi vive in Lombardia ecco le date dei  prossimi dibattiti organizzati dalla campagna “DIFENDIAMO LA SANITA’ PUBBLICA” :
    23 gennaio h. 21,00 c/o  La baia dei re, via Palmieri 8, Milano
    25 gennaio h. 21,00 c/o Chiesa S. Giorgi, vicolo S. Giorgio, Brescia
    30 gennaio h. 21,00 c/o , Biblioteca Comunale, via Piave 5, Cesate
  2.  “Attualità della Costituzione Repubblicana: un impegno per tutti i cittadini.” È il titolo di un interessante convegno organizzato da “Libertà e Giustizia” per il 31 gennaio dalle 17,00 alla sala Alessi a Palazzo Marino, in piazza della Scala a Milano al quale parteciperò come relatore insieme a Carlo Smuraglia, Gianni Barbacetto, Anna Torterolo, Gino Strada, Gherardo Colombo, Roberta De Monticelli e ad Albarosa Raimondi. http://www.vittorioagnoletto.it/event/attualita-della-costituzione-repubblicana-un-impegno-per-tutti-i-cittadini/

  3. Per chi invece è interessato alle vicende di politica estera sempre il 31 gennaio dalle 21,00 alla casa della Cultura, in via Borgogna 3 a Milano si svolgerà il dibattito Tomas Hirsch: l’esperienza del Frente Amplio cileno”. Lo storico esponente umanista appena eletto deputato, racconterà l’esperienza cilena dialogando con il sottoscritto, con Daniele Biella e con Anita Sonego.
    https://www.facebook.com/events/1731084423589884/

 Un caro saluto,
Vittorio

Posted in Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

BASTA TICKET, BASTA TEMPI D’ATTESA LUNGHISSIMI, LA SALUTE È UN DIRITTO NON UNA MERCE

Posted by PRC Muggiò su sabato 20 febbraio 2016

TICKET SEMPRE + CARI
LISTE D’ATTESA SEMPRE + LUNGHE

da PRC Lombardia

sanitaCon i ticket si scaricano sui cittadini malati i costi della sanità pubblica devastata da tagli alla spesa, sprechi, malaffare e trasferimenti di risorse ai privati.
I ticket coprono solo il 3,5-4% della spesa sanitaria nazionale, ma limitano l’accesso ai  servizi proprio alle categorie deboli che ne avrebbero più bisogno e non garantiscono la tanto promessa riduzione delle prestazioni meno efficaci o appropriate incentivate  dalle spinte privatistiche.
In Regione Lombardia poi il ticket viene calcolato esclusivamente sul valore delle  prestazioni e non in base alla reale situazione sociale delle persone.
Anzi, vergognosamente viene ricordato a ognuno quanto costa alla società nel momento in cui è malato, colpevolizzandolo senza tener conto che ha già pagato con le tasse.
Con i tagli alla sanità già annunciati dal governo Renzi vi è la possibilità che le regioni rialzino ancora i ticket, rendendoli insostenibili e riducano le esenzioni colpendo in particolar modo gli anziani e i cronici.
Le lunghe liste di attesa rappresentano un ulteriore ostacolo alla fruizione del servizio pubblico.
E costituiscono una grave discriminazione di classe in quanto le stesse prestazioni si ottengono spesso, scandalosamente, quasi subito a pagamento (!), in regime intra-moenia o privato.
Così si spinge l’opinione pubblica verso il privato e si apre la strada all’ingresso nella lucrosa partita sanitaria delle coperture assicurative private, cancellando due principi basilari: la solidarietà e l’universalità del sistema.

ALTRO CHE LIBERTÀ DI SCELTA!
IN LOMBARDIA SE NON PAGHI HAI MENO DIRITTI!

Chiediamo l’eliminazione dei Ticket, possibile sostituendo il gettito del ticket con:

  • la fine dei tagli alla sanità pubblica
  • la fine dei trasferimenti alla sanità privata
  • lotta alle truffe, agli sprechi e alle clientele.

Vogliamo la riduzione dei tempi d’attesa da perseguire attraverso:

  • eliminazione delle prestazioni inutili e dannose proliferate a causa del finanziamento a prestazione che spinge i medici ad anteporre il bilancio dell’azienda alla salute del paziente
  • eliminazione, anche con incentivi, del doppio regime per i medici.

Difendiamo la sanità pubblica perché garantisce risultati di salute (l’Italia è tra le popolazioni con l’aspettativa di vita più elevata nel mondo) con costi generali più bassi rispetto ai paesi dove i sistemi privatistici aumentano i costi e negano il diritto alla salute a gran parte delle popolazioni!

LA SALUTE È UN DIRITTO
NON UNA MERCE

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Sciopero dei medici

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 16 dicembre 2015

MILANO 15 – dicembre – 2015

COMUNICATO STAMPA

PRC/SE –  Lombardia: Sostegno convinto  allo sciopero dei medici contro la distruzione della sanità pubblica.

sciopero1Il PRC/SE  della Lombardia condivide pienamente le ragioni della lotta dei medici ospedalieri e sostiene lo sciopero del 16 dicembre indetto da tutte le sigle sindacali della categoria.
Il governo neoliberista di Renzi  persegue anche nella sanità lo smantellamento progressivo del pubblico e la fine dell’universalità dei diritti prevista dalla Costituzione.
Il taglio continuo delle risorse, il blocco del contratto, il mancato rinnovo del turno over e l’aumento del precariato, la restrizione burocratica delle prescrizioni per analisi ed esami tendono a impoverire sempre più la sanità pubblica e a ridurre progressivamente lo spazio dei servizi pubblici a vantaggio dei privati.
Non siamo di fronte solo all’ennesimo attacco ai diritti e alla dignità dei lavoratori, oramai in gioco è il diritto alla salute, la vita stessa delle persone, sempre più  discriminate nell’accesso alle cure in base alla classe di appartenenza.
E’ impressionante anche nell’eccellente Lombardia il numero  di malati che non si curano per problemi economici, di pazienti che vengono dimessi dagli ospedali ancora bisognosi di cure, mentre i ticket e  tempi d’attesa lunghissimi colpiscono in modo inaccettabile le fasce più deboli, i lavoratori e i pensionati.
Il PRC sostiene questo sciopero ed è  impegnato ad unificare le lotte di tutti i lavoratori pubblici e privati contro le privatizzazioni e lo smantellamento del ruolo pubblico nella tutela dei diritti costituzionali.

Posted in Lavoro, Politica | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Goodbye and Goodluck

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 23 settembre 2015

IL TAGLIO DEI SERVIZI SANITARI COLPISCE ANCHE MUGGIÒ E IL SINDACO PROTESTA…MA CONTRO CHI?

L’UONPIA di Muggiò (Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza) ha chiuso i battenti, si trasferisce a Desio.

È arrivata come un fulmine a ciel sereno, a fine agosto, la notizia che la neuropsichiatria infantile, che ha in carico i bambini di 200 famiglie, viene ricollocata a Desio in conformità ad un piano di ristrutturazione più ampio dell’Azienda Ospedaliera .

spending-review-sanita_01La mobilitazione dei genitori ha indotto anche i rappresentanti istituzionali ad esprimersi: sono state presentate delle interrogazioni in Regione dal M5S e dal PD. Il Sindaco Maria Fiorito ha espresso più volte la sua contrarietà al trasferimento.

Rifondazione Comunista si unisce allo sdegno e alla preoccupazione di tante famiglie e tanti ragazzi che da un giorno all’altro vedono sparire dal proprio territorio un servizio così delicato nel sostegno ai bambini che soffrono di disturbi di questa natura.

Non è accettabile ridurre i servizi, creando disagi e danni e per di più dandone scarsissimo preavviso, sulla base si sole valutazioni ragionieristiche.

Ma la riflessione deve essere più ampia.

Il manager dell’Azienda Ospedaliera ha chiaramente dichiarato che il progetto ha una genesi di vecchia data e non c’è nulla di nuovo sotto il cielo.

Stiamo “solo” assistendo al realizzarsi di un’opera imponente quanto discriminante di razionalizzazione dei servizi sanitari in Lombardia.

Maroni, sostenuto dalla Lega Nord e dalle destre, applica senza fiatare e senza nessuna analisi di merito sui “danni collaterali” che vengono arrecati agli utenti, i diktat di riduzione della spesa pubblica, in particolare nella sanità.

Tagli le cui linee guida sono già state dettate a livello nazionale da governi di destra ai tempi di Berlusconi e Lega, da Renzi e PD adesso.

Muggiò non è un’isola felice.

Anche la nostra città inizia a subire il contraccolpo di questi attacchi al sistema dei servizi pubblici. Una politica dannosa, che va combattuta per riaffermare il diritto ad una sanità pubblica e universale.

Ma qualcosa stride nelle dichiarazioni politiche locali…

L’ipocrisia è insopportabile: chi a livello nazionale teorizza e applica i criteri della spending review, a livello locale partecipa ai presidi contro i suoi effetti dannosi.

Il PD segue le linee marcate dalla destra nei tagli alla spesa pubblica e il Sindaco di Muggiò scende in piazza a protestare…

A questo punto se il Sindaco non è in grado di difendere i servizi pubblici di Muggiò è meglio che si dimetta.

Rifondazione sostiene la battaglia per la difesa dei diritti, chiamando a raccolta chi non ne può più di tutta questa ipocrisia.

Posted in Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

CAOS ESAMI E VISITE: L’OBBLIGO DI MOTIVAZIONE SULLE RICETTE STRONCA PREVENZIONE E CONTROLLI

Posted by PRC Muggiò su domenica 8 marzo 2009

L’avevamo detto ed è puntualmente accaduto. L’ultima delibera regionale in materia di controllo delle prestazioni sanitarie sta generando disguidi e confusione a danno dei cittadini, come ampiamente documentato nei giorni scorsi sulla stampa.

Il punto è che il principio della motivazione obbligatoria sulle impegnative va necessariamente conciliato con le attività di prevenzione come gli screening e i follow-up e di monitoraggio dei malati cronici “esenti per patologia”, per le quali non è possibile indicare il sospetto diagnostico.

Altrimenti, il rischio è che non possano essere più prescritte analisi e visite di questo tipo, gratuitamente o in regime di ticket.

E a rimetterci sarebbero, ancora una volta, i cittadini bisognosi di cure. Altro che lotta agli sprechi.

Ci auguriamo quindi che il congelamento della delibera sia confermato e che immediatamente la Regione intervenga per porre rimedio al caos, recuperando le modifiche che proprio in tal senso avevamo proposto in Commissione e che erano state tutte respinte.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »