Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli Recenti

Posts Tagged ‘Succede a Muggiò’

Il 06 Maggio si mette la pietra tombale sul Dopo di Noi

Posted by PRC Muggiò su sabato 4 maggio 2013

Il prossimo 6 Maggio andrà in votazione la modifica alla convenzione vigente con la Soc. CESAS S.r.l. per la gestione della RSA (Casa di Riposo).

E’ una brutta pagina per il comune di Muggiò in quanto, in un colpo solo, si mette una pietra tombale alla possibilità di realizzare un Dopo di Noi dotato di risorse certe e di un futuro sostenibile mentre, al contempo, si regalano 2 milioni di euro alla società CESAS.

I conti portanti in Consiglio Comunale sono imbarazzanti: 

I numeri "addomesticati" che vengono portati in Consiglio Comunale

I numeri “addomesticati” che vengono portati in Consiglio Comunale

servono per giustificare una ristrutturazione della RSA  (facoltativa e finalizzata in pratica ad incrementare gli utili della gestione e quindi a massimizzare i profitti) fatta a totale spese degli anziani ricoverati e delle loro famiglie; servono per dire che c’è spazio solo per un misero aumento dei posti convenzionati con tariffa agevolata al 50% dai 10 attuali a 12… ma prolungando la gestione di ben 15 anni, fino al 2038, alla faccia della concorrenza che avrebbe permesso di mettere a gara la struttura nel 2024 così da massimizzare i benefici sociali dell’intervento tramite la riduzione delle tariffe, oppure tramite il raddoppio dei posti convenzionati, oppure indirizzando gli utili della gestione a sostegno del Dopo di Noi!
Non poteva mancare la demagogia di destinare 500.000€ (soldi derivanti dai servizi sociali) alla ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri (struttura che colpevolmente Zanantoni ha fatto insediare in un immobile inadeguato e non a norma… come è il suo STILE), ma questo è un’altro discorso che si affronterà in altro ambito.

Invece i conti che dimostrano la perdita di ben due milioni di euro sono presto fatti

La perdita di 2 milioni di euro per i servizi sociali e per il Dopo di Noi

La perdita di 2 milioni di euro per i servizi sociali e per il Dopo di Noi

Basta considerare che l’attuale struttura, con gli utenti, le tariffe agevolate e tutto quanto è connesso alla convenzione, sarà completamente ammortizzata nel 2024 (ma non bisogna essere dei premi nobel per capire che il rientro totale avverrà prima di quella data), e quindi questa struttura tariffaria applicata alla platea degli attuali 100 utenti genererà un utile di oltre 327.000€ annuali a partire da quella data, che proiettati sui 15 anni della proroga generano una plusvalenza di quasi 5 milioni di euro.

Ci sono quindi larghissimi margini non solo per attuare la ristrutturazione dell’immobile, ma per distribuire alla collettività un tesoretto che permette di aggiungere non i due miseri posti aggiuntivi previsti da Zanantoni, bensì UNDICI posti aggiuntivi… oppure per dirottare le risorse disponibili sul Dopo di Noi, e se fosse toccato a noi avremmo fatto questa scelta.

Da domani chiederemo coerenza a tutte le forze politiche che voteranno questa bassa speculazione imprenditoriale… l’anno prossimo cancellate dai vostri programmi elettorali la voce “progetto Dopo di Noi”, e ditelo chiaramente ai vostri sostenitori!

Posted in Muggiò, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Si scopron le tombe, si levano i morti … E LI SI TASSA!

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 24 aprile 2013

Stiamo ricevendo numerose lamentele da parte di cittadini che si sono visti richiedere dall’Amministrazione Comunale 600/700 euro per l’esumazione dei loro cari al termine del periodo di tumulazione. Questa ingiustificabile gabella è stata introdotta a partire dall’1 gennaio 2013, silenziosamente, senza pubblicità; senza neanche informare i diretti interessati, i quali sapevano che nel contratto di sepoltura, stipulato a suo tempo, non era previsto alcun onere per l’esumazione alla fine del periodo di concessione.

Questa nuova tassa sembra in contrasto con il dettato del Regolamento Regionale n. 6/2004, che all’art. 20, comma 14, stabilisce: “Gli oneri derivanti dalle operazioni di esumazione ed estumulazione sono a carico di chi le ha richieste o disposte”. Ne deriva che le esumazioni o estumulazioni ordinarie, ovvero quelle eseguite dal Comune a scadenza della concessione, che hanno lo scopo di liberare spazio per realizzare nuove tombe, essendo disposte dal Comune e non richieste da congiunti del defunto, non possono essere onerose. Verificheremo quindi la legittimità di questi atti che non ha altri esempi nelle città vicine.

Se poi questo balzello è stato introdotto solo per fare cassa, vorremmo osservare che ci sono molti modi per risparmiare, a partire dai 25.000 euro spesi per arredare la sala Giunta, ai quali ne vanno aggiunti altri 800 per l’acquisto di un televisore da 50 pollici da mettere sempre nello stesso locale. (Ma cosa devono vedere, le partite?).

Certo che si è ridotti proprio male se per  fare cassa ci si affida ai defunti.

Speriamo che al momento giusto… se ne ricordino gli elettori vivi.

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Balle spaziali; la pace fatta tra Municipio e sindacati? Finisce dal Prefetto.

Posted by PRC Muggiò su domenica 21 aprile 2013

Siamo nel medesimo solco relativo alla vicenda dei compensi indebitamente percepiti dal CDA della Multiservizi: la comunicazione politica a giornalisti e cittadinanza falsata nel merito e trasformata in propaganda.

Le scorse settimane, dopo mesi di ripetuti attacchi del Sindaco alla RSU e denigrazione verso i dipendenti comunali, è stato fatto passare il messaggio: “Pace fatta tra Municipio e sindacati”

L'articolo apparso sulla stampa il 2 aprile 2013

L’articolo apparso sulla stampa il 2 aprile 2013

Ma più che pace a noi risulta che si è aperta una guerra a tutto campo, portata addirittura all’attenzione del Prefetto (robetta per questo Sindaco… aggressioni verbali ed offensive alla RSU, denigrazione a mezzo stampa e minuzie di questo genere), chiamato ad esperire un tentativo di conciliazione.

Vorrà il Sindaco relazionare in Consiglio Comunale su come sta gestendo i rapporti con la rappresentanza dei lavoratori e su come gestisce la “comunicazione con la cittadinanza”?

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Balle spaziali; a quando il rientro per le somme non dovute al CDA della Multiservizi?

Posted by PRC Muggiò su domenica 21 aprile 2013

Sempre più lassista la gestione dei beni della collettività da parte della destra, PDL, Lega Nord e Fratelli d’Italia, che sostiene l’amministrazione Zanantoni, ripercorrendo nel nostro piccolo il  filone dello sfacelo della classe politica italiana certificato anche in questi giorni con  l’elezione del Presidente della Repubblica.

Le comunicazioni politiche messe in campo a supporto del mancato piano di rientro delle somme indebitamente percepite dal CDA della Multiservizi (vedi anche il precedente di gennaio)  smascherano inoltre l’essenza intima di un Sindaco che frequentemente comunica con la stampa e la cittadinanza con messaggi falsati e propagandistici.

Ha fatto scrivere al giornalista, 26 marzo 2013, che aveva in mano il piano di rientro di quelle somme

BalleSpaziali-CDA

ma alla data odierna, nonostante la richiesta di accesso agli atti protocollata il 5 aprile,

BalleSpaziali

non c’è modo di vedere uno straccio di documento, facendo ritenere che, più che “in mano”, il piano di rientro possa essere ancora nella fantasia turbata di qualche ex-amministratore della Multiservizi. La vicenda è troppo grottesca e ci convince ancora di più che la ventilata giustificazione ai problemi di rientro delle somme indebitamente percepite dal CDA (la tassazione già versata per quelle somme), altro non sia che un espediente per prendere tempo e successivamente insabbiare la verifica sulla possibile evasione fiscale ad opera dei membri del CDA stesso.

Ma questo Sindaco ha a cuore la trasparenza amministrativa e la tutela dei beni della collettività oppure opera solo a fini di propaganda e tutela dei privilegi di casta della sua “cordata”?

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 2 Comments »

CDA Multiservizi; NON riconsegnati gli stipendi non dovuti. Ci sarà altro?

Posted by PRC Muggiò su sabato 16 marzo 2013

Contrariamente a quanto riportato dalla stampa

Notizia errata del gennaio 2013

Notizia errata del gennaio 2013

non solo non sono stati riconsegnati gli stipendi non dovuti ai componenti del CDA dell’azienda Multiservizi muggiorese

…ma, alla data odierna, non è neanche conosciuto il relativo piano di rientro.

situazione reale al 15 marzo 2012

situazione reale al 15 marzo 2013

La vicenda rischia di incanalarsi nel solco del frequente lassismo istituzionale e malagestione degli interessi pubblici

… ma abbiamo il timore che potrebbe nascondere anche aspetti  ben peggiori, magari legati alla evasione fiscale della tassazione sugli emolumenti percepiti.

Share

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 1 Comment »

Muggiò – Promesse elettorali e cemento. Al posto degli orti sorgerà il Cubotto dell’Aler. L’area è stata ripulita dai lavoratori del comune

Posted by PRC Muggiò su giovedì 14 febbraio 2013

di @nonymus

“La dove c’era l’erba, ora c’è una città”, cantava Adriano Cementano ricordando la trasformazione di quella zona di Milano vicina alla stazione centrale dov’è nato e cresciuto. Dopo che il cemento s’era inghiottito l’erba. Esattamente come sta accedendo a Muggiò. Fino a poche settimane fa in via Carlo Marx c’erano gli orti comunali. Con una inusuale operazione, nei giorni scorsi, prima della nevicata, cinque lavoratori di Villa Casati hanno dovuto lasciare in deposito i cartelloni elettorali e, comandati, hanno provveduto a preparare l’area per l’apertura del cantiere. 

Il bando di gara dell’Aler se lo è aggiudicato la SELI Manutenzioni generali srl di Monza con Samico BRV Calor di Verderio Inferiore con un ribasso del 32,50 per cento di 1.308.824 euro in meno del prezzo base d’asta fissato.

Per fare posto al nuovo insediamento verrà demolito l’esistente degradato edificio bianco e marrone che tutti chiamano il “Cubo” e di orti, forse, se ne salveranno ben pochi. E pensare che quel polmone verde classificato “zona 2MU10” avrebbe dovuto restare “area verde di interposizione e mitigazione”. Lo aveva scritto – pag 9 – nel suo programma elettorale la lista Brianza 2009 composta Pdl e Lega Nord.

In perfetto “Stile Muggiò” l’eletto primo cittadino Pietro Zanantoni, appena tornato a Villa Casati, ha invece deciso di cementificarla. Evidentemente la coerenza non abita a Villa Casati. Si sa, un conto sono le belle promesse in campagna elettorale, altro conto è mantenere poi gli impegni presi coi cittadini. “Un area assolutamente da conservare”, aveva promesso Zanantoni. Appena però il Cipe ha confermato i fondi del piano casa alla Regione Lombardia, quell’area è diventata subito disponibile per costruirci le case Aler. E sono immediatamente partiti gli sfratti per i cittadini tenutari degli orti.

Il 14 gennaio scorso il direttore generale di AlerMB Adolfo Boffi e Antonio Cazzaniga, responsabile del procedimento, firmavano il verbale dell’aggiudicazione (vedi sotto); inviato quattro giorni dopo alla società vincitrice dell’appalto.

C’è un interessante passaggio che merita d’essere riportato: ”il contratto è soggetto a un cronoprogramma vincolante ai fini del rilascio del finanziamento da parte della Regione Lombardia e dunque i lavori dovranno avere inizio entro il 15-01-2013”.

Domanda: come ha potuto la SELI Manutenzioni generali dare inizio ai lavori alla data prevista dal cronoprogramma della Regione Lombardia se ha saputo d’aver vinto soltanto il giorno prima? Aprirà il cantiere in data successiva rinunciando ad avere il finanziamento o verrà considerata “apertura di cantiere” l’opera di ripulitura dell’area fatta dai lavoratori comunali? O ancora, in previsione dell’aggiudicazione della gara d’appalto, la SELI ha avviato la pratica alla Regione Lombardia per il finanziamento delle opere?

A questi interrogativi s’aggiunge il ribasso del 32,50 per cento. Giudicato eccessivo. E’ vero che il bando prevedeva l’aggiudicazione “all’offerta più vantaggiosa”. Però, anche  tenuto conto che l’edilizia è in crisi, e che il costruttore potrebbe aver deciso di ribassare per aggiudicarsi comunque il lavoro, un ribasso così esagerato qualche perplessità la suscita.
Nella fattispecie il bando di gara è il n.9/2012  dell’Aler Monza e Brianza per la realizzazione a Muggiò di due palazzine con 40 alloggi ERP, 16 alloggi e 5 villette da vendere a edilizia convenzionata. Base d’asta 3.847.691 euro. Aggiudicazione, è detto nel bando, a “offerta più vantaggiosa”.

Se l’aggiudica la SELI manutenzioni generali srl con sede a Monza – molto ben introdotta all’Aler di Lecco – associata alla Samco BRV Calor di Verderio Inferiore. Infatti a Valmadrera ha ultimato (2011) un recupero edilizio da 3,7milioni di euro; in via Toti a Lecco per la ristrutturazione di 24 bilocali SELI e MIT srl di Nichelino (TO) è intervenuta in seconda battuta in quanto inadempiente la AL FER srl di Marigliano (NA) che l’appalto se lo era aggiudicato.
SELI ha acquisìto i lavoro con l’esatto ribasso, 44,70% col quale la AL FER s’era aggiudicata la commessa.

La società napoletana avrebbe dovuto realizzare – sempre a Lecco – anche 12 appartamenti in via Gorizia per un importo di 1,642.600 euro, il contratto venne però rescisso ed affidato alla Pentacase srl che aveva offerto il ribasso del 42,18 %,.

Estromessa dopo una verifica di congruità dei prezzi ha dar corso alle opere è stata anche questa volta la SELI.manutenzioni generali. Che proprio sulla congruità dei prezzi, nel 2009, era stata esclusa dall’asta da 5milioni di euro indetta dalla Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena. La società aveva fatto un’offerta ribassata del 51,511 %.

Esclusa dall’asta la SELI si era rivolta al Tar. Che ha respinto il ricorso. “Con questo ribasso – è scritto nell’atto 00065/2011 del Tribunale Amministrativo – il costo della manodopera risulta essere inferiore ai trattamenti sindacali minimi inderogabili”.

Per tornare all’insediamento di Muggiò su via Gandhi-Carlo Marx la società monzese SELI ha offerto 2.537.867, 20 euro, vale a dire 1.308.824 euro corrispondente ad un ribasso del 32,50 %!
Al bando dell’Aler hanno risposto sette società: cinque di queste hanno ribassato da 3.596.477,19 a 3.232.050,83 euro. Con una percentuale tra 3,93 e il 16 %. Dopo SELI il ribasso più consistente – 2.901.544,13 euro pari al 24,59 % – é stato presentato dalla IRTE Costruzioni SpA di Monza con Milano Energia. Rover srl di Muggiò, che ha offerto 3.257.840,36 euro – ottenendo il punteggio economico di 31,83 – è stata classificata al secondo posto dietro la SELI. 

Per completezza d’informazione va aggiunto che il costruttore potrà contare su un finanziamento di 4.149.537,50 euro così suddivisi: 2.999.573 dalla Regione Lombardia; 1.150.000 da AlerMB.
Già disponibili 130mila euro accantonati per questo progetto nel 2012, mentre per quest’anno è previsto un finanziamento di 2milioni (1,5 pubblico, 500mila AlerMB). L’ultima tranche nel 2014: 1.399.537 euro della Regione Lombardia, 620mila euro dell’Aler MB. Che portano la cifra totale del finanziamento a 4.149.537,50 euro.

Dunque, grazie all’aggiudicazione a SELI manutenzioni generali e Samici BRV Calor si risparmieranno 1.611.670,30 euro. Sempre che l’insediamento venga realizzato nei tempi fissati: 852 giorni e senza costi aggiuntivi in corso d’opera.

Share

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

In caso di precipitazioni nevose e gelate? Si emette una ordinanza illegittima

Posted by PRC Muggiò su venerdì 14 dicembre 2012

sgombero_neveDal sito comunale: “Ricordiamo alla Cittadinanza le azioni da compiere da parte di privati, titolari di negozi, esercizi commerciali, stabilimenti, magazzini ed in generale di tutti gli edifici prospicienti ad aree soggette a passaggio pubblico, in caso di precipitazioni nevose e ai successivi rischi di ghiaccio derivante dalla mancata pulizia di dette aree.” e si allega il testo della Ordinanza Neve 2012-2013

 Peccato che soltanto in casi eccezionali il sindaco può adottare una ordinanza contingibile ed urgente per obbligare i frontisti a sgomberare la neve, ma a condizione che si tratti di evento straordinario per quantità e continuità delle precipitazioni, requisiti completamente assenti nella suddetta ordinanza. Secondo autorevoli addetti, l’ordinanza del nostro comune è illegittima.

Posted in Muggiò, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

QUANDO LA NAVE AFFONDA IL CAPITANO ABBANDONA LA NAVE

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 28 novembre 2012

 

 

Come si vede da questa intervista al Giornale di Monza del 13 /11/2012 il sindaco Zanantoni, in vista del naufragio della nave del PDL, sta cercando una scialuppa di salvataggio che lo traghetti verso un’altra sponda politica. 

Però sul simbolo con cui è stato eletto c’era scritto con BERLUSCONI e non con ALBERTINI, per cui sia coerente, se non gli va più la compagnia che frequenta ne tragga le dovute conclusioni. Anche perchè sia che si candidasse alle elezioni regionali, sia che fosse eletto, le sue dimissioni ci sembrerebbero più che opportune.

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

LA COERENZA NON E’ UNA VIRTU’…. DEL SINDACO ZANANTONI

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 28 novembre 2012

VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE del 4 giugno 2012.

 

Nel Consiglio Comunale di lunedì 26 novembre 2012 le minoranze hanno garantito il numero legale altrimenti il Consiglio non si sarebbe potuto fare a causa delle assenze dei consiglieri di maggioranza.

LE DICHIARAZIONI DI 6 MESI FA VALGONO ANCORA O ERANO SOLO PAROLE AL VENTO?

UN PO’ DI COERENZA PER FAVORE!!!

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Servizi sociali secondo il Sindaco…

Posted by PRC Muggiò su domenica 25 novembre 2012

 

Posted in Politica | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum su lavoro e pensioni

Posted by PRC Muggiò su venerdì 23 novembre 2012

PROSSIMI BANCHETTI A MUGGIÒ:

  • sabato 24 novembre 2012, dalle ore 8  alle ore 13
    nel posteggio antistante e sotterraneo della COOP di viale della Repubblica;
  • domenica 25 novembre 2012, dalle ore 13 alle ore 17,
    sul piazzale della Cascina Faipò di via Meda;
  • sabato 1 dicembre, dalle ore 8 alle ore 13,
    davanti al supermercato SUPERDI di via R. Sanzio;
  • domenica 2 dicembre, dalle ore 8 alle ore 13,
    davanti alla chiesa di S. CARLO;
  • martedì 27 novembre, 4 dicembre e 11 dicembre ore 9-13,
    MERCATO DI MUGGIÒ

 PRESSO L’UFFICIO ANAGRAFE DEL COMUNE:

  • dal lunedì  al venerdì  9,00-12,30
  • martedì 14,30-18,00
  • sabato  08,45-12,00.

 

 

Sostieni i referendum su lavoro e pensioni.

Firma ai banchetti o presso i comuni. Passaparola.

Referendum

I Referendum che proponiamo hanno questi obiettivi:

  • Abrogare l’articolo 8 e difendere il contratto nazionale.
  • Ripristinare l’art. 18 dello Statuto dei lavoratori.
  • Abrogare la controriforma delle pensioni Fornero – Monti.
  • Eliminare la diaria dei parlamentari.
  • Si tratta perciò di referendum molto importanti (che sono variamente sostenuti da diverse forze politiche della sinistra, sociali e sindacali) ma la cui riuscita dipende essenzialmente dall’impegno di ognuno di noi.
  • Le firme si raccolgono ai banchetti organizzati in molte realtà locali ma contiamo che un numero significativo (e determinante) di adesioni avvenga presso le segreterie dei comuni (negli orari d’ufficio ed entro la fine di dicembre).
  • Contiamo soprattutto sul fatto che ci sia un passaparola ad esempio attraverso i  contatti email, twitter o facebook.
  • E’ possibile, a questo scopo, inoltrare questa comunicazione o anche solo il presente riquadro.
  • Altre informazioni generali sui siti: www.referendumlavoro.it
    www.referendumpensioni.it

Informazioni locali sul sito: www.brianzapopolare.it

Posted in Lavoro, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

IMU – Lettera aperta alle Cooperative e agli assegnatari di appartamenti ALER

Posted by PRC Muggiò su venerdì 16 novembre 2012

Una tassa iniqua e discriminatoria

Si deve cambiare!

Alcuni di voi, non tutti, sono a conoscenza che lunedì 29 Ottobre il Consiglio Comunale di Muggiò ha deliberato la versione finale del Regolamento IMU.

E’ bene sapere che su questa materia in Italia siamo in pieno “Far West”, con decine di atteggiamenti diversi da parte dei singoli comuni sulle identiche problematiche:
A chi deve essere applicata l’aliquota IMU sulle seconde case?
– anche agli appartamenti di proprietà ALER?
– anche agli appartamenti delle Cooperative assegnati ai soci in proprieta indivisa?
– anche agli appartamenti dati in uso gratuito ai familiari? Se si, oltre quale grado di parentela?
– anche agli appartamenti dati in locazione a canone concordato secondo gli accordi sindacali?

E’ una vera giungla! Cinisello è diverso da Muggiò, che è diverso da Desio, che è diverso da Monza… che è diverso da Torino, che è diverso da Bologna e così via.

Sull’argomento da mesi avevamo depositato una mozione d’indirizzo che prendeva atto che sugli appartamenti ALER e di Cooperativa assegnati ai soci a proprietà indivisa il Governo dei tecnici ha sbagliato; poi ha ammesso lo sbaglio, rinunciando alla quota dello 0,38% di competenza statale.
Con la mozione chiedevamo che il nostro comune perlomeno non discriminasse queste fasce sociali che riescono ad accedere così a fatica al bene casa e si equiparassero le loro aliquote a quella della prima casa (0,40%), come avveniva ed era pacifico con la vecchia ICI.
Chiedevamo che si assumesse l’indirizzo politico di intervenire sulle aliquote, differenziandole nel caso di appartamenti sfitti (in aumento) o nel caso di appartamenti locati ai familiari o affittati a canoni concordati (in diminuzione).

La giungla cui abbiamo accennato ci dice che l’Amministrazione di Muggiò di fatto era libera di scegliere… ed ha scelto!

Ha scelto di discriminare le Cooperative che assegnano appartamenti a proprietà indivisa e gli appartamenti dell’ALER, decidendo di far pagare loro un’aliquota del 0,51% mentre agli appartamenti detenuti da privati quale prima casa si applica l’aliquota del 0,40%

La nostra mozione è stata bocciata per il voto contrario di PDL e Lega, mentre il PD e la lista civica Insieme per Muggiò si sono astenuti.

Incoerente la posizione del PD, non tanto perchè si è astenuto sulla nostra mozione, ma perchè ha ritirato la sua mozione, che aveva contenuti assimilabili alla nostra, e ha addirittura avallato la scelta di PDL e Lega votando a favore del Regolamento IMU.

Vogliamo informarvi che confermiamo il nostro impegno per rimuovere le palesi ingiustizie presenti nel Regolamento adottato, e successivamente per ripristinare i principi di equità di tassazione della prima casa che con fatica si erano affermati nella precedente gestione ICI.

Il direttivo PRC di Muggiò

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

La COOP (non) sei tu… e non ti concede lo spazio per raccogliere le firme sui diritti dei lavoratori

Posted by PRC Muggiò su sabato 10 novembre 2012

non concede lo spazio per raccogliere le firme sui diritti dei lavoratori
Avevamo concordato personalmente con il responsabile del punto vendita di Muggiò la presenza di un nostro banchetto, al riparo dalla pioggia, per raccogliere le firme sui referendum sul lavoro… ma pochi minuti dopo aver posizionato il materiale ecco che si presenta il povero vigilantes con il mandato di farci sloggiare.

Siamo tutti soci della COOP abbiamo detto, ci sarà un errore. Alcune telefonate alla ricerca dei responsabili, un rapido sopralluogo dei Vigili Urbani; nulla da fare. La responsabile conferma che “si sono sbagliati” a darci l’assenso e che dobbiamo andarcene per non creare precedenti come da ordini ricevuti dall’alto.

Un senso di amarezza e rabbia… alcuni soci valutano come portare alla discussione collettiva l’accaduto… altri valutano se confermare l’adesione alla COOP.

Posted in Lavoro, Muggiò, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

E l’area a verde di interposizione e mitigazione è diventata un parcheggio per camion

Posted by PRC Muggiò su sabato 3 novembre 2012

Ci eravamo sbagliati!
Ricordate il gran clamore legato alla cosidetta “Area feste”? L’Amministrazione avrebbe dovuto spendere 1,2 milioni di euro per le manie di grandezza del Sindaco che, inspiegabilmente, non poteva negare quell’intervento e salvaguardare le aree del Parco Grugnotorto. Denunciammo immediatamente quella scelta come il più grande spreco di risorse pubbliche dal dopoguerra ad oggi, ma evidentemente sbagliammo, perchè dopo il clamore non si mosse (quasi) nulla.

Il tempo è passato e dell’area feste non si parla più, in compenso il privato, che aveva così bene lusingato l’Amministrazione PDL-LEGA tanto da indurla a presentare osservazioni formali al PTCP di Monza e Brianza, deve aver tirato le sue conclusioni… ed è passato dalle parole ai fatti.

E così la sua “area a verde di interposizione e mitigazione” è stata trasformata in un parcheggio per camion.
Ci limitiamo ad osservare che l’area di cui sopra è classificata nella Carta delle sensibilità paesistica dei luoghi (PGT Tav. DP03) area a sensibilità elevata, e che secondo le Norme Tecniche di Attuazione del Piano delle Regole, quel tipo di aree
Sono le fasce di terreno finalizzate a separare gli insediamenti residenziali o produttivi dagli spazi e dalle attrezzature pubbliche.
Dette aree sono inedificabili e dovranno essere sistemate e mantenute a verde dai privati proprietari….

Ovviamente nessuno dell’Amministrazione di centro-destra si è accorto di nulla. I muggioresi devono rassegnarsi… non c’è progetto urbanistico promosso dal sindaco Zanantoni che non si tramuti in un danno per la collettività!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

I MERAVIGLIATI SIAMO NOI

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 31 ottobre 2012

O forse dovremmo dire sconcertati.
Sconcertati dalla parole del sindaco Zanantoni che nell’edizione del Giornale di Monza del 23 ottobre 2012 non crede ai propri occhi: avviso di garanzia per presunte tangenti da 30.000 euro all’amico, ed ex collega di Giunta a Muggiò,  Sandro Sisler.
Sisler, ex assessore all’urbanistica a Carate e Muggiò, presidente Aler di Monza e Brianza e coordinatore del PDL della provincia di Milano, è accusato di aver intascato (ovviamente a sua insaputa, nel cruscotto dell’auto…) una cospicua tangente per alcuni favori edilizi.
Che il sindaco non creda ai propri occhi è cosa abbastanza prevedibile: non è un caso che durante il su primo mandato da sindaco (1999 – 2004) non tutto fu rose e fiori. Ci sembra di ricordare che fu la sua Giunta a non accorgersi che impegnare i soldi della Multiservizi nei bond argentini era altamente pericoloso, che non si accorse di aver nominato Assessore un signore che millantava titoli accademici inesistenti, che non si accorse di sottoscrivere titoli derivati altamente rischiosi per le casse comunali, che non si accorse di sottoscrivere una convenzione capestro per il campo sportivo 25 Aprile, che ignorando 3.000 firme di cittadini che chiedevano di resistere allo scempio non si accorse di autorizzare la devastazione del Parco permettendo l’edificazione del Multiplex. Ci sembra di ricordare che Sisler quale membro di Giunta fosse corresponsabile, se non promotore, in alcune di quelle disattenzioni.
Oggi Sisler ha convito con una telefonata il nostro primo cittadino della sua innocenza, ora spetta alla Procura di Monza e Brianza procedere con le indagini.
Spaventa la dilagante corruzione politico-imprenditoriale che, purtroppo, distingue fior fior di politicanti lombardi e brianzoli; ma sul nostro territorio quello che preoccupa è la miopia (o sarà totale cecità?) del sindaco Zanantoni nel curare gli interessi della cittadinanza da un lato, mentre dall’altro (per un’acuta visione politica?), sembra elargire la fiducia sua e della Giunta Comunale che presiede a destra e a manca… come si fa con gli amici di una bocciofila.
Tutto questo si ripercuote nelle azioni e nei progetti che l’Amministrazione promuove sulla città, governata senza professionalità: vi ricordate le trattative che il sindaco ha tenuto negli ultimi anni? Tutto concluse con un danno alla cittadinanza a favore di pochi imprenditori privati (ultimo esempio: come mai dell’area feste non si parla più ma l’area agricola del privato, classificata nel PGT come “rispetto ambientale“, è già stata trasformata di fatto in un parcheggio per camion?).
La scarsa lungimiranza e l’assenza di acume nella scelta degli amministratori pubblici sfiduciano l’operato del sindaco che, sbalordito o meno, se le indagini daranno gli esiti paventati, dovrà ammettere l’abbaglio.

“La politica deve essere fatta con le mani pulite” S. Pertini.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI DELLA PANEM

Posted by PRC Muggiò su sabato 20 ottobre 2012

Sempre più critica la situazione dei lavoratori della PANEM, cui va tutta la nostra solidarietà.

Riportiamo di seguito il Comunicato Sindacale del 19 Ottobre 2012

NON TOGLIETECI IL “PANEM” DALLA BOCCA

NELLA GIORNATA DI OGGI SI E’ SVOLTA L’ASSEMBLEA DI TUTTI I LAVORATORI COINVOLTI DALLA VERTENZA PANEM ITALIA (dipendenti NUOVA PANEM e TIEMME). 150 PERSONE HANNO ESPRESSO LA TENSIONE E LA DISPERAZIONE DOVUTA DALLA CONDIZIONE ATTUALE.
A FRONTE DELL’INCERTEZZA RELATIVA ALLE PROSPETTIVE INDUSTRIALI ED OCCUPAZIONALI, E QUINDI ALLE POSSIBILI DRAMMATICHE RICADUTE SOCIALI DI CENTINAIA DI FAMIGLIE ANCHE IN ATTESA DI STIPENDI, ABBIAMO DECISO DI DARE NUOVAMENTE “VOLTO” A QUESTI PROBLEMI QUINDI SAREMO RIUNITI IN PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE DI MONZA IN CONCOMITANZA CON L’UDIENZA CONVOCATA IL 23 OTTOBRE ALLE ORE 15.30
TUTTI I LAVORATORI SONO INVITATI ALLA PARTECIPAZIONE. LO FACCIAMO, COME CHIESTO DAI LAVORATORI STESSI, ANCORA UNA VOLTA ASSUMENDOCI LA RESPONSABILITA’ DI GARANTIRE IL MANTENIMENTO DELL’ATTIVITA’ PRODUTTIVA UTILE A NON PRECLUDERCI ALCUNA SPERANZA INDUSTRIALE. NON VOGLIAMO ESSERE NOI GLI ARTEFICI DELLA NOSTRA FINE .. ABBIAMO BEN IDEA DI CHI SIANO I RESPONSABILI.

APPUNTAMENTO A TUTTE/I DAVANTI AL TRIBUNALE DI MONZA IN VIA VITTORIO EMANUELE DALLE ORE 14.30

FAI CISL FLAI CGIL UILA UIL – FILT CGIL  19 ottobre 2012

Posted in Lavoro, Muggiò, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Censimento immobili sfitti promosso dal forum nazionale “Salviamo il paesaggio, Difendiamo i Territori”? Non siamo in grado

Posted by PRC Muggiò su sabato 13 ottobre 2012

Dal 27 di febbraio è in atto un’iniziativa singolare nel nostro Paese: il forum nazionale “Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori” ha inviato una richiesta a tutti gli 8.101 Comuni italiani per sollecitare, entro sei mesi, la compilazione e restituzione di una particolare scheda di censimento perché negli ultimi 30 anni abbiamo cementificato un quinto dell’Italia, circa 6 milioni di ettari. Perché in Italia ci sono 10 milioni di case vuote, eppure si continua a costruire. Perché i suoli fertili sono una risorsa preziosissima e non rinnovabile e li stiamo perdendo per sempre.
La scheda, strutturata in 25 punti nevralgici più 7 facoltativi, è stata trasmessa utilizzando la posta elettronica certificata, strumento che la stessa amministrazione pubblica invita ad utilizzare per agevolare il dialogo tra Enti e cittadini.
L’importante iniziativa è stata tuttavia ignorata dall’Amministrazione fino a quando, costretta da esplicita interrogazione, si è esposta al ridicolo con la seguente affermazione

Posted in Ambiente, appello, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

CDA delle società partecipate… ma quanto ci costate?

Posted by PRC Muggiò su sabato 13 ottobre 2012

I TOP 20 della classifica

Ammontano ad oltre 900.000€ i compensi erogati ai 61 membri dei Consigli di Amministrazione delle 17 società direttamente o indirettamente partecipate dal comune di Muggiò. Di questi, ben 563.554€ (il 62,60% della spesa totate) è erogato a sole 20 persone. Non sappiamo a quanto ammontano eventuali spese accessorie quali rimborsi spese, gettoni di presenza e similari.

Lo spettro è ampio, si passa dalla partecipazione senza alcun indennizzo (Azienda Multiservizi e Consorzio Parco del Grugnotorto) fino alla significativa cifra di oltre 53.000€ per la Presidenza del CIMEP.

Accanto la classifica dei “migliori 20” emolumenti… senza entrare nel merito dei criteri di nomina. 

Bisogna notare che sono delle rarità, anche se significative, le presenze in più CDA; ma qualcuno ha verificato l’eventuale presenza di conflitti d’interesse?

Posted in Economia, Muggiò, Politica, Società | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

OPERE DA ELETTRICISTA; LA TRASPARENZA CONVIENE

Posted by PRC Muggiò su domenica 30 settembre 2012

Che casualità!

Sono passati pochi mesi dall’interpellanza sui Criteri di trasparenza nell’affidamento lavori in privativa e vediamo che i risultati ci sono…

La trasparenza paga!

La trasparenza paga!

ovviamente i lavori sono stati assegnati all’offerta più vantaggiosa!

Posted in Muggiò, Società | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un’Amministrazione “CONTRO”… ma non dovrebbe essere “PER”?

Posted by PRC Muggiò su venerdì 21 settembre 2012

Ci è toccato vedere anche questo!

Dopo le legittime richieste di documentazione in merito agli obblighi di legge relativi al monitoraggio della copertura in eternit della scuola Salvo d’Acquisto, un’Amministrazione seria avrebbe dovuto prendere atto dei suoi ritardi e collaborare con i cittadini per rispondere alle loro (LEGITTIME) richieste.

L’Amministrazione PDL-LEGA si è invece incamminata in un percorso surreale in assenza di un confronto vero con i diretti interessati, nel quale ha contribuito ad intorbidire i rapporti con i residenti di Taccona:

  •          Ingiustificato silenzio sull’esistenza o meno della prescritta documentazione di legge relativa all’Indice di Degrado della copertura della scuola
  •          Accuse preconcette di creare allarmismo ai Comitati di quartiere e dei genitori
  •          Corsa alla sostituzione del tetto che probabilmente ha rafforzato, in taluni, una sensazione di pericolo imminente
La tabella con i risultati delle analisi

La tabella con i risultati delle analisi

Morale?

Sostituito a tempo di record (amministrativamente parlando) la copertura in eternit, l’Amministrazione ha pensato bene di regolare i conti CONTRO i reprobi concittadini, genitori e Comitati, colpevoli di non aver atteso osannanti i tempi ed i modi di un’Amministrazione che a fine 2011 latitava; le accuse?  Le analisi della Medicina Del Lavoro dell’ospedale di Desio, effettuate nell’imminenza di rimuovere le coperture in eternit, hanno certificato che neppure una pagliuzza pericolosa era presente nel terreno e nell’aria della scuola (per modo di dire… vedi le analisi), e pertanto non era necessario sostituire con quella urgenza i tetti, ergo, i Comitati hanno artatamente fomentato allarmismo e disinformazione.

Ma che accuse sono mai queste? Su che fatti si basano?

  •          E’ colpa dei Comitati e dei genitori se la (prescritta) documentazione di legge non era presente?
  •          E’ colpa loro se il Responsabile del settore Urbanistica si è tenuto per sé un valore dell’Indice di Degrado stimato in 44, ben peggiore del valore cautelativamente determinato dal Comitato Taccona in 36?
  •          E’ colpa loro se Amministrazione e Dirigenti non hanno voluto condividere il reale stato della vicenda?  Non è per caso che la velocità con cui si è successivamente intervenuti dipende dalla stima di 44?
  •          E’ colpa loro se l’Amministrazione, senza certificazione di legge attestante l’urgenza, ha deciso di intervenire indicendo un Bando di Gara comprensivo di installazione di pannelli solari che è andato deserto, facendo perdere non solo tempo (che sembrava allora così prezioso), ma anche 40.000€ di possibile contributo da parte del Ministero dell’Istruzione?

Noi la pensiamo diversamente!

Noi pensiamo che le analisi della Medicina Del Lavoro dell’ospedale di Desio andavano fatte a Dicembre 2011 PER garantire la sicurezza e la serenità di genitori, insegnanti e bambini che frequentavano la scuola.

Noi pensiamo che genitori ed Associazioni andavano convocati a Gennaio 2012 PER valutare trasparentemente i risultati di quelle (mancate) analisi e PER impostare, in spirito di collaborazione, le azioni successive, fossero esse state la programmazione a breve di tempi e modi della rimozione piuttosto che prendere atto della assenza di pericoli imminenti e concordare un qualsiasi percorso diverso…

Dopo aver eluso le prescrizioni di legge, aver sbagliato nella strategia di marketing comunicativo verso genitori ed Associazioni di quartiere, dopo aver sbagliato (politicamente) il primo bando per la rimozione delle coperture, dopo aver sostituito un tetto che tecnicamente poteva (per ora) restare al suo posto, noi pensiamo che oggi, Settembre 2012, si doveva convocare una pubblica assemblea PER festeggiare lo scampato pericolo e ridere della reciproca commedia degli equivoci, recuperando il riconoscimento delle ragioni reciproche….

Per dirla con uno slogan, noi pensiamo che l’Amministrazione lavora PER i cittadini e non CONTRO di essi.

Nel giorno in cui Bersani a proposito delle vicende nazionali ha dichiarato “Siamo ad un passaggio drammatico, non possiamo stare chiusi nei fortini. La politica non è solo robaccia, ma se non recuperiamo il rapporto tra politica e società non ne veniamo fuori”, è stato triste vedere che su questa vicenda il PD locale ha fatto da sponda a questa Amministrazione.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica, scuola, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »