Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli recenti

Posts Tagged ‘vendita all’asta’

Multiplex all’asta? Dannosa l’espansione volumetrica

Posted by PRC Muggiò su giovedì 27 Mag 2010

Non serve nessuna espansione volumetrica per dare una nuova chance economica a quel cubo di cemento (se solo ci fosse la volontà politica!); si può lasciare inalterata la struttura attuale utilizzandone tetto e pareti per realizzare una centrale per la produzione industriale di energia elettrica da pannelli fotovoltaici.

Dai dati presenti in uno studio di fattibilità di un Ingegnere iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Milano, emergono i seguenti dati:                       

un pannello fotovoltaico ha dimensioni tipiche di 1.6 x 1.0 mt e, in condizioni ottimali, genera circa 245W.

PRIMO SCENARIO: 9.600mq sul tetto attuale del Multiplex
Supponendo di avere a disposizione una superficie di 80 x 120 mt, si possono disporre i pannelli con inclinazione di 30° in file aventi passo 3.55 m circa (per evitare ombreggiamenti reciproci tra le file ed avere l’inclinazione ottimale).
Si ottengono circa 33 file di pannelli (ognuna composta da 80 pannelli) per un totale di 2640 pannelli: una potenza nominale di circa 650kW ed una produzione effettiva di circa 760.000kWh/anno

SECONDO SCENARIO: 50% del tetto attuale del Multiplex + banda di 8mt sui tre lati delle pareti esposte a sud
In questo caso la superficie del tetto è dimezzata, ma quasi interamente compensata dalle superfici disponibili sulle tre pareti.
Si ottengono 1.320 pannelli sul tetto + 1.120 pannelli sulle pareti per un totale di 2440 pannelli: una potenza nominale di circa 600kW ed una produzione effettiva di circa 700.000kWh/anno

Considerando che i costi di installazione per un impianto industriale di questo tipo dovrebbero variare da 1,5 a 1,6ML di euro, ed i ricavi ottenibili dovrebbero variare da 340.000 a 370.000 euro anno, l’impianto si ammortizza in 5/6 anni …. il tutto senza nessun sopralzo della struttura esistente (attenzione: la “vela” tanto cara a Sindaco e curatori ha il solo effetto di impedire l’utilizzo industriale del tetto).

Anche se non serviva nessuna verifica è confermato, anche con calcoli economici, che la devastazione del Grugnotorto è la diretta conseguenza dell’assenza di volontà nel progettare un vero futuro al Parco da parte di Zanantoni, PDL e Lega Nord.

Posted in Ambiente, Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Multiplex e curatela fallimentare; le premesse per un nuovo contenzioso

Posted by PRC Muggiò su sabato 27 marzo 2010

E’ evidente che il progetto dei “curatori” è marketing puro, propedeutico alla gara d’asta con cui si procederà alla vendita dell’immobile. Si tratta di mettere in bella mostra le potenzialità speculative che un ipotetico compratore potrà in futuro sfruttare (potenzialità che, detto per inciso, alla luce della deregulation introdotta dall’amministrazione Zanantoni con le modifiche alle norme del PGT dal punto di vista dei curatori adesso sono assolutamente legittime e reali).

Preoccupa particolarmente la posizione supina di Zanantoni che enfatizza le ipotesi dei curatori senza fare menzione alcuna alle compensazione ambientali a suo tempo sottoscritte da Tornado Gest (e mai rispettate):

  • che fine hanno fatto le previste piantumazioni, sistemazione a verde, nonché la realizzazione di percorsi pedonali?
  • che fine ha fatto la prevista munutenzione decennale delle suddette aree sistemate a verde?
  • che fine hanno fatto il previsto laghetto artificiale e la club house?
  • che fine ha fatto la prevista realizzazione di 19.200 mq di parcheggi?

Oggi Zanantoni non dice pubblicamente se la sua amministrazione chiederà il rispetto delle pattuizioni mai onorate da Tornado Gest e non avanza nessuna esigenza di indennizzo ambientale (per il bene del parco) a seguito della ulteriore cementificazione permessa dalle sue modifiche al PGT.
Perchè nessuno dice che mettendo mano a quell’intervento sarebbe pubblico interesse che almeno la metà dei parcheggi previsti venissero interrati?
Se un domani Zanantoni vorrà difendere gli interessi pubblici sta creando le premesse per un nuovo contenzioso con il futuro acquirente dell’immobile, se invece ha già deciso di svendere gli interessi pubblici … è un’altro discorso. 

Posted in Ambiente, Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »