Muggiò Città@perta

Un'altra Muggiò è possibile

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • Il PRC Muggiò su Facebook:

  • La Sinistra

  • Muggiò a Sinistra

  • Giovani Comunisti Monza Brianza

  • L’Altra Europa

  • SOTTOSCRIZIONE FEDERALE

  • NO alla modifica costituzionale

  • REFERENDUM SOCIALI

  • ISCRIZIONI 2015

  • Il fascismo è un crimine

  • I soldi dei caccia F35 vadano ai terremotati!

    Chiediamo che i fondi per i caccia F35 siano destinati interamente per la ricostruzione
  • SCIOPERO GENERALE

  • No alla Buona Scuola

  • In piazza con la FIOM

  • Ricordando il compagno Mandela

  • Electrolux non deve passare

  • 17 APRILE NO TRIV

  • Lotto per il 18 – iniziata la raccolta delle firme per indire il referendum

  • BASTA CEMENTO, PIU’ VERDE SUBITO! FIRMA ANCHE TU

  • ALCOA, la lotta continua

    ALCOA, la lotta continua
  • Col governo Monti cresce solo l’ingiustizia

  • Paghi chi non ha mai pagato

  • Manovra Monti – NO al governo dei banchieri

  • Manovra Monti – paghi chi non ha mai pagato

  • 2 SI per acqua bene comune

    2 SI per acqua bene comune
  • La legge è uguale per tutti: VOTA SI

    La legge è uguale per tutti: VOTA SI
  • MANDIAMOLI A CASA!

    Berlusconi e Marchionne vogliono la stessa cosa; comprimere i diritti e la democrazia a proprio vantaggio
  • A voi i profitti, a noi i lutti

  • Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

    Basta con il bipolarismo degli affari

  • Articoli recenti

Posts Tagged ‘viabilità’

Muggiò accessibile (?)

Posted by PRC Muggiò su lunedì 4 dicembre 2017

o.181043.jpg

Viabilità e accessibilità. Due termini spesso associati nei programmi di opere pubbliche e nelle proposte politiche, ma che rimangono termini spesso dissociati nella realtà cittadine.

Alessandro Mauri, ottantenne energico e lucido, ci sollecita nel riaccendere il dibattito.

Lui stesso, qualche anno fa, fu protagonista di un articolo di giornale, apparso su Il Giorno, nel quale si tentò di estendere la problematica delle barriere architettoniche e degli incroci pericolosi a tutto il territorio muggiorese.

Mauri è stato vittima in passato di un grave incidente alla gamba che lo ha costretto a convivere con i rischi e gli ostacoli stradali che limitano – a volte addirittura impediscono – il passaggio di persone con difficoltà motorie.

Lo ringraziamo per la sollecitazione e raccogliamo lo stimolo.

Abbiamo recuperato l’articolo in questione e ci domandiamo se e quanto sia cambiata la situazione a distanza di qualche anno.

L’assessore Testa, intervistato anch’egli in quell’articolo de Il Giorno, elencava i lavori in corso e in programma per l’abbattimento delle barriere: asilo Brodolini, via Baruso, via S. Rocco e via XXV Aprile…. ma le barriere architettoniche che ostruiscono e limitano gli spostamenti di chi, per svariati motivi ha problemi di mobilità (diversamente abili, mamme con carrozzine per bambini, infortunati, anziani…), sono così diffusi e pervasivi che non è sufficiente individuare alcuni casi eclatanti da indicare all’opinione pubblica.

Pur comprendendo le difficoltà che le amministrazioni comunali devono affrontare in questo periodo di ristrettezze economiche (lo sapete, siamo comunisti… vi ricordiamo che le ristrettezze sono figlie delle politiche liberiste nazionali ed europee), ci piacerebbe però fare chiarezza su alcuni quesiti, che rivolgiamo all’amministrazione.

E’ mai stata fatta una mappatura delle barriere architettoniche, fotografando lo stato di fatto, classificando gli interventi in base alla rilevanza delle barriere e individuando le aree più critiche? Solo in questo modo potremo raffrontare l’elenco dei lavori in corso con la totalità del problema senza dimenticare quanto ancora è in attesa di risoluzione; magari, e ripetiamo “magari”, si potrebbe addirittura rispondere ai cittadini che si rivolgono alla pubblica amministrazione per segnalare una barriera, guardi signora/e, conosciamo quella situazione e considerando anche tutte le altre barriere il suo intervento pensiamo di farlo tra ….

In secondo luogo è necessario che – in nome della trasparenza – si conosca la quota di bilancio destinata ad opere di tal genere… ma noi chiediamo di più.

I Sindaci, gli Assessori, solitamente parlano delle somme messe a bilancio per l’abbattimento delle barriere architettoniche riferendosi ai lavori programmati sulle strutture pubbliche e, a volte, ai rifacimenti complessivi di strade e marciapiedi; somme necessarie, ma che non aggrediscono la miriade di barriere diffuse nel territorio che rendono una impresa gli spostamenti di chi ha problemi di mobilità.

Bisognerebbe invece distinguere quella che è la spesa storica e ricorrente da quello che è uno sforzo aggiuntivo, reso disponibile da entrate che sono variabili ed estemporanee.

Noi chiediamo che i proventi delle riscossioni derivate dalle sanzioni per violazione del Codice della Strada, somme che tipicamente sono estemporanee e variabili nel tempo, per la quota non vincolata dalle destinazioni di legge siano in quota aggiuntiva, distinta dalla spesa storica, investiti per almeno il 33% nell’abbattimento di tutte le barriere architettoniche e nella messa in sicurezza delle strade e degli attraversamenti.

Nel Rendiconto 2016 il totale delle riscossioni relative alle multe superava i 600.000 euro, raggiungendo quota 700.000 se sommate nell’intera voce “Controllo e repressione delle irregolarità e degli illeciti”. Se le somme non vincolate per legge ammontassero al 50%, si tratterebbe di destinare non meno di 100.000€ aggiuntivi all’eliminazione capillare delle barriere architettoniche!

Ma questa amministrazione è in grado di fare scelte di questa natura?

Posted in Muggiò, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Rotonda di via Falcone. Un successo…all’italiana

Posted by PRC Muggiò su mercoledì 26 novembre 2014

Nel silenzio delle istituzioni è stata realizzata con colpevole ritardo la rotonda di viOLYMPUS DIGITAL CAMERAa Falcone. Si tratta di una delle opere stradali di “mitigazione” e risarcimento legate all’interramento di viale Lombardia a Monza (300ml di euro per interrare 3 km di strada!).

La rotonda, che doveva servire per fluidificare il traffico sulla via Falcone, “strada di cantiere”, è stata realizzata senza oneri per l’Amministrazione comunale di Muggiò solo grazie alla costante azione di denuncia svolta con convinzione da Rifondazione in Consiglio Comunale, rivendicando al contempo la tutela ambientale dovuta ai cittadini muggioresi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAPurtroppo la sua realizzazione a cantiere di viale Lombardia ormai chiuso è la plastica rappresentazione dei mali e della inadeguatezza dei funzionari pubblici e degli amministratori locali (dove i rappresentanti politici invece, spesso si limitano a scaldare i banchi), che realizzano, se le realizzano, le opere necessarie agli eventi con ritardi indegni del terzo millennio in cui viviamo e spesso a prezzo di malversazioni e speculazioni private (ad esempio anche la vicenda EXPO si è tristemente avviata su questo medesimo percorso, con gli ormai soliti avvisi di garanzia per corruzione e con le “vie d’acqua” che saranno realizzate ad evento ormai ampiamente concluso).

Che dire? Piuttosto che l’ignominia del silenzio istituzionale su questi gravi episodi di cattiva gestione delle risorse pubbliche abbiamo deciso di inaugurare noi la rotonda… affinchè si parli dei tanti errori compiuti e della necessità inderogabile di affermare un’altra gestione delle risorse pubbliche.

Posted in Muggiò | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Rotonda via Mazzini: il solito intervento incompleto… alla Zanantoni

Posted by PRC Muggiò su domenica 6 Mag 2012

Dopo ripetute interpellanze che hanno scosso il torpore che contraddistingue le giunte Zanantoni quando si tratta di difendere concretamente gli interessi della Città di Muggiò, si profila finalmente una soluzione per le famose rotonde di via Mazzini/via Sanzio e via Falcone/via Pavia (anche se secondo noi permane la carenza di progettazione all’incrocio con via Beethoven a Taccona).

Ne siamo soddisfatti, anche perché riteniamo che la soluzione si sia avvicinata solo grazie alla continua pressione cui abbiamo sottoposto l’Amministrazione in questi due anni e mezzo, e continuiamo a ribadire l’urgenza di procedere alla fase attuativa perché è assurdo che le due rotonde vengano realizzate a fine 2012, forse nel 2013, quando la città ha dovuto sopportare per anni il sovraccarico di traffico, rumore e smog conseguente all’interramento di viale Lombardia a Monza.

Per la rotonda di via Mazzini rimane però una carenza di progettazione e di soluzione in merito alla pericolosità della ciclabile che va verso Monza; la presenza del distributore di benzina in adiacenza alla ciclabile crea non pochi problemi di sicurezza ai ciclisti, tanto che anche l’assessore Vantellino, ad interpellanza nel Maggio 2010, rispondeva “… nel progetto, almeno per quel che riguarda la parte interessata dalla rotonda, ci sarà la risistemazione di quel pezzo di pista ciclabile. Per il pezzo precedente studieremo qualcosa, tenendo presente che comunque lì c’è una promiscuità di interventi, perché le macchine devono entrare nel distributore e devono uscire dal distributore”.

Sono passati DUE anni da quelle dichiarazioni, il progetto della rotonda è ora disponibile (ma incompleto), dovè la progettazione per la messa in sicurezza del tratto di ciclabile davanti al distributore di benzina?

Posted in Muggiò, Società | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »